COSA FARE IN CITTA’

4 visite guidate a Napoli weekend 13-14 gennaio 2018

gen 12, 2018 admin

Sempre tante visite guidate nei luoghi più belli di Napoli con appuntamenti che ci faranno scoprire i posti più particolari e straordinari della città. In questo week end un bel giro per scoprire la zona del Borgo Santa Lucia, e della Sirena di Ulisse e poi si potrà rivivere la storia e la gloria del Maschio Angioino analizzando la magnifica struttura e alcuni luoghi di recente scoperti. Poi un giro nel cimitero acattolico di Santa Maria della Fede, nel centro di Napoli, dove riposano tanti illustri stranieri ed infine un giro al Museo Madre per la mostra [email protected]la mostra più importante dell’anno in Italia” come ha detto il ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini a conclusione della inaugurazione.

Gli eventi sono in genere proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra. Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro presentato. Molte associazioni effettuano più visite guidate nei weekend e telefonando potete chiedere informazioni su altri itinerari. Buon fine settimana a tutti.

Domenica 14 Gennaio – Tra Partenope, Virgilio e i Luciani

Contributo 10 euro. Con Heracles 2015 – Un suggestivo itinerario dal titolo  “Tra Partenope, Virgilio e i Luciani” è quello che ci viene proposto questa settimana dall’Associazione culturale Heracles 2015, un vero mix tra mito, storia e leggende legate a Napoli. Nel percorso saranno raccontate le vicende del Borgo Santa Lucia, della Sirena di Ulisse che ha data il nome alla città nonché del Castel dell’Ovo, luogo denso di misticismo per la leggenda di Virgilio-Mago e del suo uovo. Una passeggiata nel mito  di Napoli tra panorami stupendi.

Appuntamento: ore 11 in Piazza del Plebiscito, dinanzi all’ingresso del Palazzo Reale. Contributo di partecipazione di 10 euro, 7 per i soci. Informazioni e prenotazione obbligatoria Heracles 2015 – 3480128461 – 3384718164

Sabato 13 Gennaio – Castel Nuovo. Dall’Arco Aragonese ai Sotterranei e alla Torre

Contributo 10 euro. Con Megaride Un bel percorso che prevede di rivivere la storia del Castello analizzando il periodo di fondazione ossia quello angioino e quello aragonese. Pertanto, si partirà dalla lettura storico-artistica dello straordinario Arco Aragonese per calarsi in quegli ambienti che sono stati recentemente recuperati. Si visiteranno i sotterranei vivendo, attraverso gli scavi archeologici,  un vero e proprio viaggio nel tempo, scoprendo le molteplici fasi che hanno caratterizzato la storia del sito a cominciare dalle vestigia della Neapolis romana, attraversando poi l’Alto Medioevo, fino a giungere alla duecentesca costruzione angioina del Castel Nuovo e alla quattrocentesca riedificazione aragonese. Muniti, infatti, di elmetto e di torcia, si esplorerà  l’area archeologica, posta al di sotto della Sala dell’Armeria, che ospita, inoltre, una delle sezioni geologiche meglio conservate della città ed è caratterizzata dalla sovrapposizione di depositi piroclastici frutto delle eruzioni del Vesuvio e dei Campi Flegrei. In seguito, sarà possibile percorrere la terrazza panoramica tra la torre del Beverello e la torre San Giorgio e venire a conoscenza delle modalità di difesa introdotte dagli aragonesi per respingere gli attacchi nemici.

Appuntamento: ore 16.00 presso Arco Aragonese del Castello. Inizio attività culturale: ore 16.15. Termine attività: ore 18.00-18.15 circa ​Costo Soci € 8. Non Soci € 10 Informazioni e prenotazione obbligatoria Megaride 348 114 9647

Sabato 13 Gennaio – Il cimitero degli Inglesi: la Napoli che non ti aspetti

Contributo 8 euro. Con Locus Iste. Una originale visita guidata dal lungo titolo” il cimitero acattolico di Santa Maria della fede: la Napoli che non ti aspetti” che ci porta in quello che è conosciuto come il Cimitero degli Inglesi dell’Arenaccia. Si deve al console britannico Sir Henry Lushington e alla comunità inglese di Napoli l’idea di acquistare un’area dove realizzare un sepolcreto presso cui accogliere le spoglie degli stranieri di fede protestante residenti in città. In questo singolare giardino funerario, posto a ridosso del convento e della chiesa di Santa Maria della Fede, punteggiato da piante provenienti da tutto il mondo, tra il 1826 e il 1893 trovarono dimora numerosi monumenti funerari esempio della più raffinata e maestosa scultura cimiteriale ottocentesca. Di quegli illustri mausolei ne sopravvivono oggi solo nove, tristemente offesi e vandalizzati dall’incuria degli uomini e del tempo. Eppure tra essi ancora riecheggiano i nomi e le storie di personalità che hanno incrociato i loro destini con quelli di Napoli. Dal banchiere svizzero Oscar Meuricoffre, alle dinastie industriali dei Freitag e dei Vonwiller, dal pittore olandese van Pitloo, al botanico Dehnhardt, dalla scrittrice inglese Elizabeth Craven alla scozzese Mary Sommerville, matematico e astronomo di fama mondiale. Sarà davvero incredibile scoprire cosa si cela tra splendore e degrado.

Appuntamento: ore 10.15 in Piazza Santa Maria della Fede. Per raggiungere la piazza, provenendo da Piazza Garibaldi, percorrere sulla destra Corso Garibaldi, imboccare Via Nitti all’angolo con il negozio di giocattoli NatulloToys. Quota sociale: 8 euro Durata: 2 ore circa. Il tempo stabilito per l’accoglienza e le pratiche associative è di 15 minuti. L’itinerario avrà inizio tassativamente subito dopo. Informazioni e prenotazione obbligatoria Locus Iste 3472374210 

Domenica 14 gennaio – Pompei-Madre: Materia archeologica al Museo Madre di Napoli

Contributo  euro. Con Assodipendenti. Una visita guidata al Museo Madre di Napoli in occasione della mostra [email protected] Materia Archeologica. Il progetto espositivo [email protected] Materia Archeologica – a cura di Massimo Osanna, Direttore generale del Parco Archeologico di Pompei, e Andrea Viliani, Direttore generale del Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina di Napoli, con il coordinamento curatoriale per la sezione moderna di Luigi Gallo – si basa su un programma di ricerca risultante dall’inedita collaborazione fra il Parco Archeologico di Pompe e il Madre. A partire dal confronto fra le rispettive metodologie di ricerca, ambiti disciplinari, collezioni, [email protected] Materia Archeologica consiste nello studio delle possibili, molteplici relazioni fra patrimonio archeologico e ricerca artistica e propone un dialogo fra straordinari materiali archeologici di provenienza pompeiana e opere d’arte moderna e contemporanea. Il Museo Madre diventa una ‘domus contemporanea’ per raccontare due secoli di fascinazione, quella degli scavi vesuviani. “Oggi abbiamo inaugurato al Madre la mostra più importante dell’anno in Italia, un esempio virtuoso di collaborazione tra istituzioni che mette assieme Pompei e il museo Madre, l’antico e il contemporaneo. Le sale sono spettacolari” ha commentato il ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini a conclusione della visita al museo regionale

Appuntamento Ore 10:00: raduno dei partecipanti presso l’ingresso del Madre, invia Luigi settembrini,79 e inizio visita guidata. Durata della visita guidata: 90 minuti circa. Contributo associativo: euro 10 associati e Cral Affiliati – non associati euro 12. Il biglietto d’ingresso al Museo Madre non è compreso nel contributo associativo e va fatto personalmente al botteghino  per usufruire degli sconti e delle riduzioni previste per alcune categorie. Informazioni e prenotazione obbligatoria. Assodipendenti  3386702541

Share Button