Posts in Tag Cultura Partenopea

0 0
CULTURA PARTENOPEA nov 12, 2018 admin

Nuovi fondi per “Garanzia Giovani”

La Giunta regionale della Campania, ha approvato il nuovo piano attuativo regionale di Garanzia Giovani, che assegna ben 221.767.282,00 milioni di euro per l’attuazione delle misure della nuova fase di interventi. Dopo il successo, registrato in soli due anni, nella Fase1, con circa 36mila tirocini, 13mila giovani formati, circa 30mila assunzioni, con la nascita di oltre 450 piccole aziende, grazie anche a un’efficiente e virtuosa attività di rendicontazione e certificazione della spesa, la dotazione finanziaria campana è passata dai 190 milioni del 2014 ai circa 222 milioni per il biennio 2018/2020.

L’assessore regionale al Lavoro, Sonia Palmeri

La nuova programmazione offrirà un insieme di misure innovative volte alla valorizzazione delle capacità dei giovani N.E.E.T. (cioè giovani che non studiano e non lavorano), nonché all’inserimento occupazionale e allo sviluppo dello spirito imprenditoriale.

Uno spazio particolare tra gli interventi sarà dedicato al raccordo con la misura nazionale di contrasto alla povertà (REI), che attraverso percorsi mirati, contribuirà ad accompagnare i processi di riqualificazione e reinserimento dei giovani N.E.E.T.

Indirizzo strategico prioritario della governance del Programma è permettere a ciascun giovane campano tra i 15 ed i 29 anni, iscritto a Garanzia Giovani, di esprimere al meglio il proprio potenziale, trovando nella Nostra Regione le migliori opportunità di formazione e lavoro.

“Il piano approvato – sostiene l’assessore alla formazione Chiara Marcianiprevede una serie di misure importanti e innovative  per i giovani della nostra regione, utili a formarli in funzione delle esigenze delle imprese locali”.

“Il provvedimento – aggiunge l’assessore al Lavoro Sonia Palmerisi inquadra in un rilancio straordinario dell’intera infrastruttura dei Servizi per il lavoro, che in sinergia tra attori pubblici e privati, costituiscono l’asse portante di uno sviluppo complessivo delle politiche attive per l’occupazione. Stiamo, tra l’altro, continuando nell’opera di rafforzamento dei centri per l’impiego, con uno stanziamento regionale di 16 milioni di euro per riqualificazione del personale e sviluppo delle reti informatiche e potenziando anche il collocamento mirato, per realizzare un mercato del lavoro equo, efficiente ed inclusivo”.

Fonte: partenope.orghttps://www.partenope.org/wpress/?p=2560

Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA nov 11, 2018 admin

Torna la Notte Bianca a Caserta

Torna la Notte Bianca a Caserta dopo undici lunghi anni, sabato 8 dicembre dalle ore 19:00 alle 03:00 presso le piazze principali di Caserta: Piazza Vanvitelli, Piazza Duomo, Piazza Margherita, Piazza Correra, Corso Triste, Piazza Marconi e Piazza Ruggero. La festa è “rinata” grazie all’opera di un gruppo di cittadini casertani che ha creduto fermamente nella validità di questa kermesse ed è stata organizzata dal Comune di Caserta in collaborazione con l’avvocato Giampiero Menditto e il suo Comitato Giovani Caserta. Mendito, giovane e affermato professionista, innamorato del proprio territorio, insieme con il gruppo del Comitato giovani ha lavorato per sei mesi prima di ufficializzare data e location dell’evento.

Notte bianca a Caserta

La Notte Bianca di Caserta avrà come protagonisti, oltre agli spettatori, molti artisti locali e di livello nazionale, e sarà impreziosita da vari stand eno-gastronomici. Grazie a un’attenta scelta dei tempi, l’organizzazione ha assicurato che le esibizioni non si accavalleranno, in modo da permettere agli spettatori di partecipare a tutti gli eventi. Il programma completo dell’evento, i nomi degli artisti e le varie iniziative saranno resi pubblici nei prossimi giorni.

———————————————————

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Sito web: www.lanottebiancacaserta.it

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/lanottebiancacaserta/

Fonte: partenope.orghttps://www.partenope.org/wpress/?p=2556

Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA nov 11, 2018 admin

Napoli velata e sconosciuta

La copertina di Napoli velata e sconosciuta

Domani, martedì 13 novembre alle ore 18:30 alla libreria di tutti Iocisto in piazza Fuga (Na), presentazione della Napoli velata e sconosciuta di Maurizio Ponticello (Newton Compton). Accompagnano l’autore in questo nuovo viaggio tra i luoghi e i simboli dei misteri, degli déi, dei miti, dei riti e delle feste della città il redattore capo de Il Mattino Vittorio Del Tufo e lo scrittore Martin Rua. Modera Santa Di salvo, letture a cura dell’attore Fulvio Pastore. Nel corso dell’evento sarà presentato il booktrailer con le musiche originali di Elyza Jeph.

Maurizio Ponticello

Non esiste altro insediamento urbano al mondo che abbia fatto parlare tanto di sé, eppure, sottraendo uno a uno i veli che vestono Napoli, è possibile scorgere ancora dell’altro, e quel che si scopre è sempre più avvincente. Circa tre millenni dopo la sua fondazione, quindi, la capitale del Sud nasconde altri misteri? Qual è il segreto della sua nascita e il suo significato? In che modo la tipica struttura a scacchiera di Neapolis lega il maestro Pitagora a Vitruvio e a Leonardo da Vinci, tanto da farne il prototipo ideale della città perfetta? E quale fu il vero ruolo di Virgilio il Mago fino a tutto il XIV secolo, quando lo sconosciuto san Gennaro gli si avvicendò come paladino? Napoli velata e sconosciuta è una caccia al tesoro, un viaggio pirotecnico che arriva al fondo di ogni cosa, smonta luoghi comuni sedimentati dal tempo o inventati dalla faziosità dei denigratori.

Questo libro procede seguendo un filo rosso di collegamento tra la città celeste e quella profana, e ne svela i segreti più profondi. Infine, s’interroga sulle mille vicende magiche e affascinanti raccontate all’ombra del Vesuvio, e si chiede come siano accadute, e si domanda innanzitutto il perché. E così, l’autore mette nelle mani del lettore chiavi interpretative insospettabili che pongono Napoli sotto tutta un’altra luce.

—————————————————

L’autore: Maurizio Ponticello è stato corrispondente di testate radiofoniche e televisive, redattore di vari quotidiani e cronista de «Il Mattino». È autore del thriller La nona ora. Con la Newton Compton ha pubblicato Forse non tutti sanno che a Napoli…, Un giorno a Napoli con san Gennaro, Napoli velata e sconosciuta e, con Agnese Palumbo, Misteri, segreti e storie insolite di Napoli e Il giro di Napoli in 501 luoghi. Ha avuto diversi riconoscimenti tra i quali il premio Domenico Rea. È presidente della storica associazione Napolinoir.

Per saperne di più: www.maurizioponticello.it

Fonte: partenope.orghttps://www.partenope.org/wpress/?p=2551

Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA nov 10, 2018 admin

Klimt Experience nella Basilica dello Spirito Santo

La mostra digitale Klimt Experience sarà a Napoli, nella Basilica dello Spirito Santo, fino al 3 febbraio 2019. Si tratta di un percorso e multimediale immersivo dedicato alla vita e alle opere del celebre artista viennese Gustav Klimt che, assieme ad altri artisti, coltivò il mito dell’opera d’arte totale, della democratizzazione del bello e della creatività. Opere come Il Bacio, L’Albero della vita, oppure Giuditta, sono entrate a far parte della cultura popolare. Eppure Klimt resta un artista da scoprire e soprattutto da raccontare.

Obiettivo del percorso è entusiasmare e affascinare un pubblico di giovani e adulti, invitandoli ad approfondire la conoscenza dell’uomo e dell’artista, la comprensione delle sue opere, la lettura stilistica attraverso la messa in scena spettacolare dei dettagli e della sua tecnica pittorica.

Klimt Experience è un viaggio onirico, un invito a lasciarsi trasportare dal flusso continuo di emozioni della Sala Immersiva: è qui che grazie alla forza espressiva della narrazione per immagini e suoni, pensata e realizzata dal regista Stefano Fake, prende vita, nella maestosa navata centrale della Basilica dello Spirito Santo – ad altissima definizione ed a 360° – la summa dell’inimitabile arte klimtiana, evocata dalle opere selezionate dallo storico dell’arte Sergio Risaliti.

Il percorso espositivo, della durata complessiva di circa 85 minuti, comprende ed è arricchito dal contributo didattico dell’area introduttiva alla mostra, la sezione dove vengono contestualizzate la vita e l’avventura artistica di Gustav Klimt; dalle suggestioni iconiche e dalle pillole biografiche; dal magico caleidoscopio di segni e figure che si susseguono nelle pareti, sul pavimento e sul soffitto della Sala degli Specchi; dall’esperienza di realtà 3D con gli Oculus VR sviluppata in esclusiva per Klimt Experience da Orwell Milano; dall’atmosfera glamour che accompagna tutta la visita, ribadita nella parte conclusiva dell’itinerario dall’esposizione degli abiti riprodotti interpretando i disegni e le textures creati ormai oltre un secolo fa da Gustav Klimt.

Klimt Experience è un format innovativo, che propone  al visitatore un percorso che è un’immersione totale, senza soluzione di continuità, in un mondo simbolico, enigmatico e sensuale, dove si realizza il trionfo di un’arte senza confini: un tributo al grande maestro viennese nell’anno in cui si celebrano i cento anni dalla sua morte.


ORARIO

da martedì a domenica 10.00 – 20.00 (ultimo ingresso ore 19.00) lunedì 14.00 – 20.00 (ultimo ingresso ore 19.00)

PREZZI

adulti: 13,00 €

studenti e over 65: 10,00 €

portatori di handicap: 10,00 €

ragazzi da 5 a 12 anni: 8,00 €

bambini under 5: GRATUITO

gruppi di più di 15 persone: 8,00 €

scuole: 6,00€

Fonte: partenope.orghttps://www.partenope.org/wpress/?p=2541

Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA nov 10, 2018 admin

Ricomposto il corpo di San Ludovico da Casoria

Nella Basilica di Santa Chiara, a Napoli, è possibile vedere il corpo ricomposto di San Ludovico da Casoria. La nuova urna trasparente sostituisce il piccolo reliquiario che conteneva le ossa del frate dal 2015. Il primo novembre, dopo la messa celebrata dal padre provinciale dei Frati minori, Carlo D’Amodio, è stata scoperta l’urna che mostra il corpo nella sua naturale conformità anatomica, ricoperto dal saio francescano.

Statua del Santo nel Santuario della Beata Vergine del Rosario a Pompei

Lo scheletro, conservato integralmente, è stato ricostituito dai periti medici professore Michele Papa, ordinario di Anatomia umana normale dell’Università Luigi Vanvitelli di Napoli, dalla professoressa Rosaria Maria Anna Costanzo, ricercatrice di Anatomia patologica e dal dottore Domenico Ronga, primario emerito dell’Istituto Pascale di Napoli. La sistemazione dell’urna, prima dell’apertura al pubblico, è avvenuta davanti al sacerdote Nunzio D’Elia, delegato da sua Eminenza Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolitano di Napoli, della reverenda Superiora generale delle Suore Elisabbettine Bige, Lissy Thattil, e del padre provinciale dei Frati minori Carlo D’Amodio.

Il corpo è visibile nell’immagine plastica del momento del trapasso, che avvenne alle ore 7,15 del 30 marzo 1885 nell’ospizio Marino di Posillipo.

Beatificato il 18 aprile 1993, frate Ludovico, nato a Casoria l’11 aprile 1814, fu canonizzato il 23 novembre 2014.

La realizzazione dell’opera è stata fortemente voluta dal dottore Ronga, nativo di Casoria e devoto al santo, accolta dai cittadini, dal sindaco Pasquale Fuccio, dai  tutti i parroci e accettato con entusiasmo dalle suore francescane Elisabettiane Bige, la cui congregazione fu fondata proprio da Ludovico da Casoria. Monaco amato dai grandi intellettuali laici Croce, Di Giacomo, Settembrini e Imbriani, fu autore di oltre 150 opere di carità, apprezzato anche da Garibaldi e confessore di Ferdinando II di Borbone.

Fonte: partenope.orghttps://www.partenope.org/wpress/?p=2537

Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA nov 10, 2018 admin

Il segreto della Violaciocca

I Ditelo voi tornano in scena al Trianon Viviani con il loro nuovo spettacolo, Il segreto della Violaciocca. La prima si terrà giovedì 15 novembre, alle ore 21,00. Il popolare trio partenopeo ha scritto e diretto con Francesco Prisco questo “thriller psico-comico in due atti”, una divertente black comedy, nella quale non mancano bugie, gelosie e colpi di scena. La storia è quella di stravaganti condòmini/inquilini di una fatiscente palazzina che si trovano, loro malgrado, ad affrontare insieme un segreto. Un segreto che diventerà per lo spettatore una vera ossessione; un segreto che ha il sapore dell’assurdo, del comico, del surreale, nello stile proprio dei Ditelo voi, ma che, in alcuni casi, corrisponde al lato più oscuro della nostra società.

———————————————————-

Repliche dello spettacolo

venerdì 16 e sabato 17 novembre, alle 21,00;

domenica 18, alle 18,00.

Fonte: partenope.orghttps://www.partenope.org/wpress/?p=2534

Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA nov 08, 2018 admin

Palazzo Salerno si svela

Domenica 11 novembre alle 10.30, appuntamento al Caffè Gambrinus con l’Associazione Culturale Medea Art, per scoprire un “mondo” sconosciuto ai più: Palazzo Salerno. Quello che fu l’appartamento storico dell’Ammiraglio Acton, prima, e di Leopoldo di Borbone, dopo, si dischiude davanti agli occhi dei visitatori tra saloni, salette, canapè, dipinti di Salvator Rosa e altri provenienti […]
Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA ott 15, 2018 admin

Rifugiati con le loro storie al Pan di Napoli

La mostra fotografica Io Sono di Luisa Menazzi Moretti arriverà per la prima volta a Napoli dal 25 ottobre al 23 novembre 2018 al PAN | Palazzo delle Arti di Napoli. All’inaugurazione, prevista per il 24 ottobre alle ore 18,00,  oltre all’artista, saranno presenti Nino Daniele, l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nicola Valluzzi, presidente della Provincia di Potenza e Daniela Di Capua, direttrice del Servizio Centrale – SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati).

Io sono Yakouba, di Luisa Menazzi Moretti, 2017

La mostra, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, è stata prodotta da Fondazione Città della Pace per i Bambini Basilicata, Cooperativa Sociale Il Sicomoro e Arci Basilicata.

Venti ritratti fotografici di grandi dimensioni di rifugiati e richiedenti asilo, sbarcati in Italia, sono affiancati da testi che ne raccontano le drammatiche storie personali, raccolte dalla stessa artista, che per mesi li ha incontrati e ascoltati nei centri italiani dove oggi risiedono. Davanti all’obiettivo della fotografa, ciascun protagonista ha con se un oggetto particolarmente evocativo, che ha scelto quale segno per rappresentare la sua vicenda unica e individuale: dal sasso dipinto di Muhamed, sfuggito alla lapidazione, alla candelina azzura di Joy, che celebra il primo compleanno di suo figlio, salvando il suo piccolo dalla persecuzione di Boko Haram.

Afghanistan, Pakistan, Siria, Nepal, Libia, Gambia, Nigeria, Senegal, Egitto, Congo, Mali, Costa d’Avorio, Eritrea ed Etiopia: vengono da diverse parti del Mondo i protagonisti di questo lavoro realizzato nel 2017, che ha coinvolto le persone accolte nei progetti SPRAR della Basilicata, promossi dalla Provincia di Potenza e dal Comune di Matera.

Io sono Ahamad, Manal, Mohammad Nour, Marwa, Abdulhai, Khaled, Maram, Salwa, di Luisa Menazzi Moretti, 2017

Un racconto corale della condizione di migrante, dove le singole voci cantano all’unisono di storie di affrancamento e voglia di riscatto, dove ogni singolo spettatore potrà seguire storie per nulla scontate con epiloghi ancor meno prevedibili.

Sono racconti molto diversi l’uno dall’altro, ma accomunati da un netto rifiuto nei confronti di tutto ciò che è violenza e sopraffazione. Tutti i migranti ritratti da Luisa Menazzi Moretti sono costretti, per poter continuare a vivere, a scappare. I motivi sono diversissimi, la speranza che li alimenta resta sempre quella di credere in un possibile domani.

Fonte: partenope.orghttps://www.partenope.org/wpress/?p=2529

Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA ott 15, 2018 admin

Laurea honoris causa a Dacia Maraini

Mercoledì 17 ottobre alle 11,00, a palazzo du Mesnil in via Chiatamone 62, l’Università degli studi Napoli L’Orientale conferirà la Laurea honoris causa in Letterature e culture comparate alla scrittrice Dacia Maraini.

“Maraini, non solo come celebre autrice di tante opere, ma anche per il suo impegno civile, contribuisce da sempre alla reciproca comprensione tra le culture del mondo” dice la Rettrice dell’Orientale, Elda Morlicchio. “Maraini con la sua vita attiva ci ricorda continuamente quanto sia importante combattere per ciò in cui si crede, in nome di un ideale di umanità, oggi più che mai da difendere”.

“È difficile distinguere in modo netto quale delle tante sfaccettature di una personalità così ricca intendiamo onorare: la romanziera, la poetessa, la drammaturga, la sceneggiatrice, la traduttrice, la critica letteraria, la saggista, la memorialista, la viaggiatrice, la testimone, l’intellettuale. Tutte queste attività convergono in una figura che, per esperienza biografica non meno che per le sue opere, e soprattutto per i modi in cui quell’esperienza si fa oggetto di riflessione nel lavoro artistico e intellettuale, sintetizza, incarnandoli in modo esemplare, i valori dialogici e interculturali che ispirano tanto il corso di laurea magistrale in Letterature e culture comparate quanto l’Orientale come Ateneo” dice Donatella Izzo, docente di Letteratura Angloamericana che pronuncerà la laudatio nel corso della cerimonia di conferimento della laurea.

Fonte: partenope.orghttps://www.partenope.org/wpress/?p=2526

Read More
0 0
CULTURA PARTENOPEA set 11, 2018 admin

Il benessere della mente si trova in Rete

Avvicinare la gente comune alla psicologia, affinché ne tragga vantaggio nella vita di tutti i giorni. Con quest’idea, nata e sviluppata a Napoli, è stata creata l’applicazione per computer e smartphone sulla psicologia. Con cinquemila downloads da Apple Store e la nuova versione per la piattaforma Android (scaricabile gratuitamente da Google Play), l’App “iPsicologico” diventa […]
Read More