CAMPANIA ULTIM'ORA

Ultrà morto, indagati tifosi del Napoli  

gen 04, 2019 admin

Pubblicato il: 05/01/2019 16:31

Sono stati iscritti nel registro degli indagati per omicidio volontario i quattro tifosi napoletani che sono stati ascoltati oggi in Questura a Napoli dai pm milanesi che indagano sugli incidenti che lo scorso 26 dicembre hanno preceduto Inter-Napoli e nei quali è morto l’ultras interista Daniele Belardinelli. I quattro ragazzi, assistiti dall’avvocato Emilio Coppola, si sono recati a Milano per assistere alla partita a bordo della Volvo V40 per la quale è stato disposto il sequestro in quanto ritenuta l’auto che avrebbe investito Belardinelli.

I quattro ragazzi, aveva spiegato il legale prima di entrare in Questura, “fanno parte delle prime auto che hanno transitato l’angolo dal quale è partita l’aggressione e non si ritengono responsabili dell’investimento del tifoso interista”.

L’auto sulla quale viaggiavano, che è stata sequestrata, “non è coinvolta negli incidenti, di questo ne siamo sicuri”, aveva aggiunto l’avvocato. L’auto in questione è stata lavata dopo il ritorno a Napoli. “Un fatto assolutamente non dirimente -ha spiegato il legale – i ragazzi sono andati in 5 a Milano per vedere la partita, quella era l’auto che usava il padre per andare a lavorare. Mi pare normale tornare a Napoli e portarla a lavare prima di riconsegnarla al padre”. L’avvocato Coppola ha inoltre precisato che “il guidatore dell’auto non era il figlio del proprietario della società di leasing ma un altro ragazzo, oggi lo chiariremo agli inquirenti”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.