martedì, 6 Dicembre, 2022
17.6 C
Napoli

25 aprile a Napoli e in Campania, gli eventi e le attività per il ponte di festa

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Nel cuore di una primavera che sa di rinascita, per esorcizzare i colpi di coda della pandemia e le inquietudini legate al conflitto d’Ucraina, Napoli e la Campania indossano in questi giorni l’abito migliore, tenuto rigorosamente in naftalina nei mesi scorsi.

Il “ponte” del 25 aprile è, allora, la giusta occasione per il risveglio dei sensi: natura e cultura, enogastronomia e musica, passeggiate open air e il piacere – ritrovato – di incontrarsi nei luoghi giusti. C’è soprattutto una Festa da celebrare, quella della Liberazione, e non è un caso che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella abbia scelto questa terra, in particolare Acerra, dove è atteso alle 11.30 di lunedì per ricordare l’eccidio dell’ottobre 1943, la strage nazista più grande avvenuta in Campania dopo le quattro giornate di Napoli.

Gli eventi a Napoli

Da un lato la rievocazione di una delle pagine più complesse del ‘900 e il ricordo delle vittime, dall’altro un lungo week end di eventi. A Napoli, per esempio, sono i giorni del Comicon 2022, che torna in presenza alla Mostra d’Oltremare con un ricco programma di oltre 300 ospiti, 500 eventi e 350 espositori di tutte le aree del festival: Fumetto, Serie TV & Cinema, Videogioco, Gioco, Asian Village, Neverland.


C’è tempo fino a lunedì 25 aprile, occhio al padiglione dedicato ai Videogiochi, con una ricca programmazione di incontri, tavole rotonde e meet & greet e – ospite d’eccezione dal Giappone – Kazunori Yamauchi, game designer e sviluppatore celebre in tutto il mondo come ideatore del franchise Gran Turismo. Per i più piccoli, tappa d’obbligo al Comicon Kids, dove genitori e figli potranno dedicarsi a tante attività all’aperto e non, situato da quest’anno presso il Giardino dei cedri, in corrispondenza dell’entrata di Viale Marconi dedicata alle famiglie. E ancora: scuola di arti marziali, laboratori di graffiti, disegno con la Scuola Italiana di Comix, disegno dei supereroi, di fumetto ed ecologia. Con COMICON(OFF), gli eventi toccano anche il MANN Museo Archeologico di Napoli (“Manga con la mostra “Heroes – Gli eroi e i miti alle pendici del vulcano”), l’Archivio di Stati gli istituti culturali di Francia, Germania e Spagna e molti altri partner.

E l’effervescenza di questa primavera d’eventi non si esaurisce con il week-end lungo: a Napoli teatro, musica e danza aerea si incontrano in Favole senza fili + 1, lo spettacolo della compagnia FUNA che andrà in scena il 28 aprile al TAN Teatro Area Nord (nella sezione TANZ – la danza al TAN) e il 30 aprile al Teatro Bolivar.

Festeggiare la Terra a Città della Scienza

Per chi resta in città non mancano spunti decisamente interessanti. Un week end lungo è quello di Città della Scienza, dove dal 23 al 25 aprile si festeggia la Terra. Nell’ambito dei vari ‘interactive lab’ con “Lava Lamp” sarà possibile riprodurre in una provetta una lampada di lava colorata mentre in “Destinazione Vulcano” tutti potranno realizzare un modellino modellino di vulcano. Occhio anche alla rassegna “Un pediatra al Museo” in collaborazione con FIMP – Federazione Italiana Medici Pediatri: sabato 23 aprile i giovani visitatori saranno educati sulle principali regole utili per diventare cittadini responsabili.


Previste visite guidate al Museo interattivo del Corpo Umano Corporea, alla Mostra Insetti & Co, ai tanti altri nuovi percorsi espositivi ed assistere agli straordinari spettacoli del Planetario. Domenica 24 aprile piazza del Plebiscito, dalle 9, ospita “Napoli in 500”, il raduno delle mitiche bicilindriche iscritte al Fiat Club Italia. Sempre domenica, con Heart of the City la Napoli antica si presta a un racconto tutto al femminile: si parte da piazza San Gaetano, tra le storie più sorprendenti quella di Errichetta Caracciolo, costretta dalla madre alla monacazione, per poi liberarsi rinunciando ai voti, per diventare un’attiva garibaldina. E ancora: Matilde Serao e Lucrezia D’Alagno, storie d’antan per chi voglia scoprire una Napoli inedita (prenotazioni info@heartofthecity.it, 377 0994320).


Per gli amanti della musica non perdere, lunedì 25 aprile, il concerto dei Reali Filarmonici con i professori del Teatro di San Carlo di Napoli che – nella Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, pieno centro storico di Napoli – presenteranno “Andante Appassionato” con Chiara Polese, soprano e Gennaro Cappabianca. L’evento, che ha inizio alle 18.45, è inserito nella rassegna “Giovani d’intorno – Nova Fabula”.

In e-bike in Costiera amalfitana o nei Campi Flegrei coi miti dell’Ade

In molti sceglieranno di trascorrere il lungo week-end del Ponte sul mare, magari in Penisola sorrentina o sulle isole del golfo di Napoli. In Costiera Amalfitana quello del 25 aprile è anche il primo fine settimana di mobilità alternativa con la flotta di mezzi elettrici, monopattini ed e-bike, figlia del progetto Elettrify promosso dal Distretto Turistico Costa d’Amalfi attraverso il suo braccio operativo Rete Sviluppo Turistico Costa d’Amalfi e che vede partecipare tutti i comuni dell’area. Un nuovo modo, green e sostenibile, per spostarsi tra i caratteristici borghi della Divina provando così anche a decongestionare il traffico. Da provare, assolutamente.

Dalla Costiera ai Campi Flegrei, la primavera arriva a Capo Miseno che sabato 23 aprile si rivela attraverso un percorso di trekking che risale il pendio dell’antica caldera del vulcano: organizzazione a cura di Morea, partenza alle 17 (prenotazione obbligatoria, info 328 1917307). A qualche chilometro di distanza il lago del Fusaro ospita uno spettacolo itinerante in cui prendono forma, come per incanto, i personaggi della mitologia flegrea legati agli inferi. Appuntamento sempre sabato 23 aprile, alle 16.45 e alle 18.00, con l’Associazione Karma – Arte Cultura Teatro, ci propone un affascinante spettacolo itinerante sulle sponde del lago del Fusaro nei Campi Flegrei dal titolo: “I miti dell’Ade: spettacolo itinerante coi personaggi della mitologia flegrea legati agli inferi” (info e prenotazioni 342 7329719). Il litorale domitio-flegreo ospita anche un nuovo appuntamento multiplo al Lido Varca d’Oro. Sabato 23 aprile alle 11 l’inaugurazione del Domitia Point, primo spazio permanente della costa a Nord di Napoli dedicato alla tutela e alla valorizzazione ambientale, con un focus sulle tartarughe (info domizia2021@gmail.com). Lunedì 25 aprile, dalle 18 (ingresso libero) per celebrare l’anniversario della Liberazione dal nazifascismo, sulla spiaggia è atteso invece il musicista-cantastorie Tommaso Primo, con un concerto-retroscena sulla “Favola nera”.

A Ischia tra musica classica e trekking notturno

Si annunciano flussi di turisti importanti a Procida, Capitale Italiana della Cultura 2022, e a Capri, così come a Ischia, l’isola verde per antonomasia. Apertura straordinaria, lunedì 25 aprile, per i Giardini La Mortella, l’oasi creata da Susana Walton, a conclusione di un week end che prevede sabato 23 e domenica 24 Aprile il doppio concerto del duo formato dal violoncellista Stanislas Kim e dalla pianista Marie Rosa Guenter. I programmi comprendono le due sonate op. 102 n.1 e n.2 di Beethoven, capolavori assoluti, in cui l’equilibrio tra i due strumenti raggiunge un’estrema raffinatezza e che sono considerate le più importanti composizioni mai scritte per questi strumenti. In programma anche musiche di Boccherini e Shostakowitsch. Appuntamento alle 17.00 nella Recital Hall.

Ma la primavera di Ischia è anche e soprattutto l’invito a esplorarne i sentieri, che conducono sulla cima dell’Epomeo o nelle baie più incontaminate. “Vaesuvian Hiking” propone una serie di escursioni suggestive: sabato 23 aprile trekking serale sull’Epomeo con torce, domenica 24 Aperitrekking nel borgo contadino di Campagnano, lunedì 25 “Falanghina in Falanga”, un percorso verso uno dei boschi più rigogliosi dell’isola con assaggio di vino bianco autoctono (info e prenotazioni 333 8233826).

Visite straordinarie gratuite, con il circolo Georges Sadoul, alla Torre rinascimentale di Guevara dal 23 al 25 aprile (10-12-30; 15.30-18, prenotazioni al 339 6996137). Infine un appuntamento per i cultori dell’enogastronomia rigorosamente paesana (e ipercalorica) con la Sagra delle fave e della ventresca, in programma domenica 24 aprile in piazza San Leonardo, nella frazione di Panza, a Forio, a partire dalle 20.30, con l’organizzazione della Pro Loco Panza.

Impastando pizza nel cuore di Gragnano

Il gusto è assoluto protagonista anche della “Fiera dell’Enogastronomia, dell’Artigianato e del Turismo”, in programma a Gragnano da sabato 23 a lunedì 25 aprile. Via Roma ospiterà una tappa di “Gusto Italia in Tour”, dedicata alla promozione di prodotti tipici delle regioni Italiane e alle creazioni artigianali fatte a mano. Il programma prevede teatro in strada, burattini, artisti e musiche popolari con due laboratori del gusto: le lezioni di pasta fresca a cura di Pasta Cuomo e Casa Scarica Cooking Class, e l’impasto pizza di antica tradizione a cura dell’Associazione Pizza e Panuozzo di Gragnano.
 

Ragazzi a Giffoni

Dal 27 al 30 aprile, invece, va in scena “Verde Giffoni”, con quattro giorni dedicati alla sostenibilità, declinata attraverso cinema, cultura, comunicazione, musica e innovazione per dare voce a oltre 400 ragazze e ragazzi, dai 14 ai 25 anni provenienti da tutt’Italia, chiamati a confrontarsi con artisti impegnati per la tutela dell’ambiente ma anche donne e uomini di scienza, psicologia, filosofia. Da non perdere.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/04/22/news/25_aprile_napoli_campania-346394317/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?