venerdì, 5 Marzo, 2021
7.8 C
Napoli

“A sud del Barocco” per l’inaugurazione del secondo lotto della Pinacoteca di Salerno, De Luca taglierà il nastro

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

SALERNO. Aprirà i battenti venerdì prossimo il secondo lotto della Pinacoteca provinciale di Salerno. Un’intera ala della struttura ristrutturata e resa agibile dopo anni di chiusura. A tagliare il nastro sarà il presidente della Regione Vincenzo De Luca, insieme al sindaco di Salerno Enzo Napoli e al presidente della Provincia Miche Strianese. E, per l’occasione, sarà inaugurata la mostra “A sud del Barocco, geografia di un tempo dell’arte”, curata da don Gianni Citro, presidente della Fondazione Meeting del Mare C.R.E.A.. “Un momento storico per tutta la comunità salernitana – ha spiegato il presidente della Provincia Michele Strianese – consegniamo finalmente alla città il secondo lotto della nostra Pinacoteca, una cornice ideale per eventi culturali. Apriamo al pubblico 6 nuove sale che ci permetteranno di rimodulare, mediante una nuova rilettura museale e museografica, l’impianto espositivo, sia delle preziose opere presenti e sia delle ultime acquisizioni”. E per la mostra “A sud del Barocco” si preannuncia già il tutto esaurito. 

 “Un evento importante – ha spiegato don Citro -che celebra la potenza dei sentimenti umani nella pittura del Seicento meridionale”. Trenta capolavori, selezionati con cura, per raccontare al pubblico della mostra, la vicenda artistica ed esistenziale dei massimi artefici della pittura barocca, che si concentrano nella Napoli post caravaggesca e del loro tempo tormentato e affascinante.

“Il primato della figura e degli sguardi, la gestualità drammatica, le luci che rompono le tenebre della tela e della vita, il mistico e la fisicità spinti verso sipari immaginari che si spalancano dinanzi a spettatori confusi. La scena barocca – continua don Citro – travolge la pittura e disegna una geografia marcata dei suoi confini estetici, così da diventare una grande regione dell’arte. In tempo di pandemia, questo evento è come una iniezione di bellezza che ci restituisce vigore e speranza e neutralizza le paure”. Battistello Caracciolo, Carlo Sellitto, Filippo Vitale , Massimo Stanzione, Andrea Vaccaro, Luca Giordano, Francesco Solimena, sono una parte dei grandi nomi di questa collezione di dipinti.
 

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/02/17/news/a_sud_del_barocco_per_l_inaugurazione_del_secondo_lotto_della_pinacoteca_di_salerno_de_luca_tagliera_il_nastro-288003736/?rss

Cosa fare in città

Archivi