venerdì, 3 Febbraio, 2023
6.8 C
Napoli

Bagnoli…si cambia musica

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

È possibile prenotarsi per gli eventi dalle ore 13:00 di venerdì 16 dicembre 2022 cliccando sull’evento:

– 20/12/2022 – CONCERTO DI APERTURA: Orchestra da Camera Accademia di Santa Sofia, Solista Uto Ughi; Antonio Vivaldi le quattro stagioni
prenota qui

– 21/12/2022 – CANZONE LACRIMOGENA E SCENEGGIATA: Conferenza cantata di Pasquale Scialò a seguire CONCERTO DI NATALE
(posti riservati ai familiari degli alunni dell’I.C. Gigante – Neghelli)

– 27/12/2022 – Swing Time B.B. Orkestra con Le Signorine, trio vocale italiano; ospite della serata: Raoul Swing Orchestra
prenota qui

– 28/12/2022 – LA CANZONE CLASSICA NAPOLETANA: Pino De Maio, Emilia Zamuner, La canzone napoletana ieri e oggi 
prenota qui

– 02/01/2023 – CONCERTO DI INIZIO ANNO: ORCHESTRA ACCADEMIA DI SANTA SOFIA, Nunzia De Falco, soprano; Giorgia mellone, direttore
prenota qui

Nell’ambito del più ampio e strategico Programma di Risanamento Ambientale e Rigenerazione Urbana, sin dallo scorso aprile, il Sindaco Commissario Gaetano Manfredi ha promosso specifiche iniziative di valorizzazione dell’area di Bagnoli-Coroglio per garantire una prima, seppur parziale, fruizione di spazi e di aree.

Attraverso tali attività, rivolte a diversi target, si intende perseguire obiettivi diversificati. In primo luogo, si vuole rendere partecipe la comunità di Bagnoli e l’intera città dell’avanzamento del progetto di risanamento ambientale, ma anche si vuole rendere possibile la conoscenza diretta di un luogo, cinto da alte mura che di fatto lo hanno reso inaccessibile ed estraneo ad intere generazioni di napoletani. Inoltre, si intende invertire la percezione di Bagnoli che oggi è vissuta come un “non luogo” nel quale si sono arenate negli anni le diverse ipotesi di sviluppo. L’obiettivo e la sfida è avviare una stagione di concretezza, finalizzata anche alla verifica della sostenibilità economica e sociale degli interventi, indispensabile per il successo del progetto e per richiamare anche capitali privati necessari ad una completa attuazione del programma.

In questa direzione si sono già avviate una serie di visite didattiche rivolte a studenti delle scuole e delle università, ma anche a categorie di utenti fragili dell’area di Bagnoli e nei prossimi mesi si intende dare ulteriore impulso a tali attività. Altre iniziative saranno rivolte al mondo dello spettacolo e dell’arte che già in passato ha utilizzato l’area di Bagnoli come un formidabile set per riprese fotografiche, cinematografiche e televisive. Si intende promuovere iniziative per far conoscere Bagnoli anche attraverso lo sguardo degli artisti. Il Progetto Bagnoli è senz’altro unico nel campo dei progetti di rigenerazione urbana e rappresenta un’occasione di messa a punto e di sperimentazione di strategie ed interventi innovativi in diversi settori: da quello della bonifica a quello dell’energia rinnovabile, da quello della progettazione architettonica avanzata a quello della smart city. In tal senso si intende promuovere Bagnoli come una “palestra” nella quale gli esperti dei diversi campi si cimentano per approfondire le diverse tematiche.

Il programma di iniziative musicali promosso per le festività natalizie nell’Auditorium della Porta del Parco, anch’esso ormai da tempo inaccessibile alla comunità locale e alla città, è dunque un tassello di questa strategia. Il programma si articola in 6 eventi e si apre il 20 dicembre 2022 con il Concerto del Maestro Uto Ughi e dell’Orchestra di Santa Sofia. Particolarmente significativo, proprio ai fini del coinvolgimento del quartiere, è il Concerto di Natale dell’Orchestra e coro dell’Istituto Comprensivo 53 “Gigante-Neghelli” di Cavalleggeri d’Aosta con i suoi 90 giovani componenti. 

Così come l’iniziativa prevista per il giorno dell’Epifania che vedrà le associazioni e i comitati che operano nel quartiere organizzare un open-day non solo per presentare le loro attività, ma anche come segno tangibile dell’attivismo del terzo settore verso i più fragili e i più deboli in una giornata che è dedicata in particolare ai bambini.

Altre iniziative orientate alla sempre maggiore apertura verso il quartiere sono:
– l’organizzazione periodica (almeno una volta al mese) di incontri tematici con i comitati e le associazioni che operano sul territorio;
– le visite guidate con l’illustrazione delle strategie urbanistiche a studenti universitari italiani e stranieri;
– gli accordi con alcuni istituti scolastici del quartiere per svolgere attività di laboratorio aventi ad oggetto progetti per Bagnoli (es. Istituto Boccioni).

Ancora, per rafforzare il rapporto con la società civile e con le risorse tecnico-scientifiche della città si è avviata una collaborazione con il mondo dell’università e della ricerca prevedendo, tra l’altro, il coinvolgimento di studenti e dottorandi. È stato quindi sottoscritto un Accordo di collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II per coniugare le funzioni di studio, ricerca e formazione proprie dell’Università con quelle di vigilanza e monitoraggio sull’attuazione del Programma di Risanamento Ambientale e Rigenerazione urbana di competenza del Commissario Straordinario. In particolare, sono in corso di approfondimento specifiche tematiche – risanamento ambientale e bonifiche, infrastrutture idriche e acque reflue, strutture (con particolare riferimento ai manufatti di archeologia industriale), messa a punto di infrastrutture energetiche in grado di servire tutte le utenze del sito e delle aree contermini, anche ricorrendo alla istituzione di comunità energetiche. È prevista anche l’attivazione di progetti di ricerca al fine di sperimentare modalità di applicazione di capitale umano impegnato nelle Amministrazioni pubbliche.

Fonte: https://www.comune.napoli.it/bagnoli-si-cambia-musica

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?