sabato, 1 Ottobre, 2022
20.8 C
Napoli

Barche in avaria e tuffi pericolosi: dieci persone soccorse dalla Guardia Costiera in Cilento

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Dieci persone soccorse nel mare del Cilento. Da Pisciotta a Scario, passando per Palinuro e Marina di Camerota, è stata una giornata da bollino rosso. Un susseguirsi di emergenze e, in alcuni casi, di tragedie sfiorate. L’ultimo intervento, oggi pomeriggio, a Baia Infreschi, nel Comune di Camerota, dove un ragazzo di 25 anni, residente a Forio, è scivolato sulla scogliera ferendosi alla testa. Un piede in fallo, poi la caduta rovinosa sugli scogli dinanzi agli occhi impauriti di centinaia di bagnanti. Tempestivo l’arrivo sul posto della motovedetta Cp 887 e del battello veloce B91 con a bordo anche i sanitari del 118 della Croce Gialla. Il 25enne, che presentava ecchimosi e ferite alla testa e agli arti inferiori, è stato trasportato nel porto di Marina di Camerota e poi nell’ospedale “Immacolata” di Sapri.

A Pisciotta, invece, i guardiacoste hanno soccorso a bordo di una barca noleggiata a Casalvelino un 30enne di Salerno con una ferita profonda a una mano. Il malcapitato, rimasto ferito durante un tuffo, è stato trasportato nel porto di Palinuro e poi in ospedale. In contemporanea l’equipaggio della motovedetta Cp 887 ha soccorso a circa 30 miglia dalla costa un motoscafo di 14 metri alla deriva, sotto il sole cocente, con quattro persone a bordo. I naufraghi sono stati rifocillati e trasportati nel porto di Marina di Camerota. “E poi sono stati anche multati – ha spiegato la tenente di vascello Amalia Mugavero, comandante del Circondario Marittimo di Palinuro – poiché sorpresi con le dotazioni di sicurezza scadute e per aver superato le 12 miglia dalla costa consentite dalla patente nautica del conducente”. 

A distanza di poche ore, gli stessi guardiacoste hanno soccorso a 15 miglia da Capo Palinuro anche una barca a vela di 13 metri, con tre persone a bordo, partita da Stromboli e diretta a Palinuro. L’imbarcazione era in balia delle onde a causa di un’avaria al motore. Le operazioni di soccorso sono state coordinate dal tenente di vascello Amalia Mugavero in stretto contatto con il primo luogotenente Sandro Desiderio dell’Ufficio Locale Marittimo di Marina di Camerota.

“In mare – ha ribadito la comandante Mugavero – è sempre necessaria la massima prudenza ed è buona regola, prima di iniziare la navigazione, prendere visione dei bollettini meteo e controllare il motore e gli apparati di bordo. E in caso di emergenza contattare immediatamente il numero blu 1530”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/08/08/news/barche_in_avaria_e_tuffi_pericolosi_dieci_persone_soccorse_dalla_guardia_costiera_in_cilento-360902086/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?