giovedì, 1 Dicembre, 2022
11.2 C
Napoli

Camorra, Dia: in Campania aumentano minori vittime e protagonisti di reati

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

In Campania “il coinvolgimento di minori in eventi criminosi starebbe registrando una significativa evoluzione per numero e tipologia di eventi delittuosi di cui gli stessi minori risultano non solo vittime ma talvolta protagonisti per motivi derivanti dalla loro condizione sia di tossicodipendenza, sia di affiliazione a famiglie di camorra”.

E’ l’allarme lanciato nella Relazione semestrale dalla Dia, secondo cui “sul medesimo piano, sebbene estranea al fenomeno camorristico, appare la pericolosa, consistente presenza di minori che si muovono in gruppo esercitando violenza del tutto ingiustificata nei confronti di coetanei o di fasce sensibili che annoverano anziani e disabili.

In generale si tratta di giovani che proverrebbero prevalentemente da periferie degradate e che hanno maturato esperienze di vita segnate da disagio familiare, difficolta’ economiche, gravi forme di precarieta’ abitativa e carenze culturali derivanti da discontinuita’ o da completo abbandono scolastico”.

Camorra e opere pubbliche

Le imprese contigue alla camorra “possono disporre di ingenti risorse finanziarie provenienti dalle attività illecite” e questo rende “persistente la minaccia di infiltrazione nel comparto degli appalti di opere pubbliche”. E’ un passaggio della relazione semestrale della Dia relativa alla criminalità organizzata in Campania, nella quale si sottolinea che la leadership dei clan di camorra “coincide sempre più spesso con figure di professionisti che ricoprono posizioni di controllo e diventano l’espressione più moderna dell’attuale criminalità organizzata”.

“La rappresentazione del fenomeno camorristico ricondotto ad una sequela di scontri violenti tra gruppi che esercitano un controllo asfissiante sul territorio – si legge – rappresenterebbe solo una parte della realtà riferita per lo più alla città di Napoli. Nel capoluogo i cartelli di camorra permarrebbero rinvigoriti e rinnovati nonostante alterne vicende di agguati e di repressioni giudiziarie.
Organizzazioni dimostratesi quindi capaci di riemergere secondo evoluti modelli di espansione”.

Nel Casertano

L’attività dei clan di camorra nella provincia di Caserta “continua a sussistere grazie a quegli imprenditori da sempre abituati ad avvalersi della mediazione dell’organizzazione criminale e dei consistenti capitali investiti nelle attività imprenditoriali dai clan che, in tal modo, governano direttamente o indirettamente alcuni processi economici, interferendo spesso pesantemente anche nei meccanismi decisionali della pubblica amministrazione”. E’ quanto si legge nella relazione semestrale della Dia nella parte relativa alla criminalità organizzata in Campania e, in particolare, alla provincia casertana.

Le più recenti attività investigative confermano “l’elevata capacità di penetrazione nella cosa pubblica della criminalità casertana e in special modo quella riconducibile al cartello dei Casalesi al fine di inserire proprie aziende in comparti strategici come quelli della grande distribuzione, del ciclo dei rifiuti e della raccolta delle scommesse. Non di rado imprenditori collegati alla criminalità organizzata interagirebbero direttamente con funzionari infedeli della pubblica amministrazione in una prospettiva di comune profitto specialmente negli appalti per la realizzazione delle grandi opere”.

Alcuni dei clan presenti nella provincia di Caserta, spiega il rapporto Dia, sono aggregati “in una sorta di federazione riferita ai Casalesi”, ma i componenti del cartello criminale “non possono oggi essere considerati come fenomeno unitario, quanto piuttosto come intranei a un’organizzazione non conflittuale composta da famiglie storiche e tuttora vitali dell’area casertana. Ciascuna consorteria avrebbe continuato a mantenere sul proprio territorio di riferimento una forza intimidatrice capace di garantire la rispettiva continuità operativa”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/04/07/news/camorra_dia_in_campania_aumentano_minori_vittime_e_protagonisti_di_reati-344463522/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?