martedì, 29 Novembre, 2022
14.3 C
Napoli

Camorra, si pente figlio del boss: ‘luce’ sulla faida di Bagnoli

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Quando Felice D’Ausilio evase dal carcere grazie a un permesso premio, riorganizzò, in poche settimane, il clan che portava il suo cognome. E così a Bagnoli, quartiere occidentale di Napoli, è scoppiata di nuovo la guerra di camorra: non solo omicidi e sparatorie di avvertimento ai rivali, ma anche estorsioni a tappeto per dare un segnale chiaro a tutti i commercianti.

Adesso Felice, figlio del boss Domenico, ha deciso di iniziare a collaborare con lo Stato e le sue parole potrebbero portare a un vero terremoto nella camorra napoletana dell’area Flegrea. Felice D’Ausilio a maggio del 2016 aveva avuto un permesso premio dal carcere di Tempio Pausania, dove era detenuto per una condanna all’ergastolo. Quel giorno uscì senza scorta con l’unico vincolo di presentarsi a Napoli in commissariato. Non lo fece.
Fu arrestato a dicembre. Ma i pochi mesi bastarono per scatenare le ostilità contro i Giannelli. A quanto apprende l’AGI, la sua collaborazione con i pm è iniziata a maggio.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/11/14/news/camorra_si_pente_figlio_boss_luce_su_faida_bagnoli-374532423/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?