giovedì, 16 Settembre, 2021
24.8 C
Napoli

Cinema e diritti, da domani il festival di Omovies nelle scuole per il decreto Zan

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

I temi che il decreto Zan vuole far legge al centro della prima edizione di Omovies@School, festival internazionale di cinema. La settima arte in lotta contro bullismo e violenze di genere. Ci crede l’associazione iKen onlus che coinvolge nella rassegna web, da lunedì 21 giugno, 5300 studenti provenienti da classi secondarie di primo e secondo grado napoletane e milanesi. Concorso online sulla piattaforma www.omoviesonline.com, con accesso gratuito. Premiazione lunedì 28 giugno alle 18 al teatro Sannazaro.

A giudicare i film due giurie di studenti e docenti che dovranno decretare le migliori opere tra le 125 opere in concorso provenienti da 15 paesi nel mondo, disponibili in lingua originale con i sottotitoli in italiano, a cura del progetto inTRANSlation. Corti e film saranno premiati con un’opera del maestro Pasquale Manzo tributo ai pantaloni rosa in memoria di Andrea Spezzacatena 15enne morto suicida per bullismo il 20 novembre del 2012 a Roma. “Stimoleremo i giovani a pensieri inclusivi che ripudiano bullismo omofobico, discriminazioni e violenze di genere, troppo spesso presenti nella cronaca di questi giorni”, spiega Carlo Cremona, direttore artistico del festival che ha supervisionato i film insieme con i volontari del Servizio Civile Universale.

Due le categorie: una per i giurati minorenni dalla quale sono state escluse le scene violente e l’altra completa per i docenti e la giuria tecnica composta da alcuni vincitori delle scorse edizioni di Omovies e professionisti del mondo dello spettacolo. Tra gli eventi speciali la proiezione in anteprima assoluta del cortometraggio “A modo mio” di Danilo Rovani con Cosimo Alberti e Denise Capuano, prodotto da Idn – Itinerari di Napoli e iKen onlus, ispirato alla feroce vicenda di Maria Paola Gaglione del Parco Verde di Caivano, investita e uccisa dal fratello a settembre scorso perché fidanzata con un ragazzo trans. A “Omovies@School”, promosso dal Ministero dei Beni Culturali e dal Ministero dell’Istruzione, partecipano gli studenti degli istituti “Vico”, “Sauro Errico Pascoli”, “Ristori” e “Miraglia – Sogliano” di Napoli, il “Nitti” di Portici, il “Nizzola” di Trezzo sull’Adda in provincia di Milano, e il “Baccelli” di Tivoli.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/06/20/news/festival_cinema_napoli_omovies-306883947/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?