sabato, 12 Giugno, 2021
25.6 C
Napoli

Colpo in banca a Palomonte, il cassiere era il basista

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

La mente del colpo era il cassiere della banca. È stato risolto dopo circa 8 mesi di indagini il caso della rapina avvenuta il 13 agosto del 2020 all’interno della Banca di Credito Cooperativo di Buccino e dei Comuni Cilentani a Palomonte, in provincia di Salerno.

La scorsa notte i carabinieri della compagnia di Eboli, agli ordini del capitano Emanuele Tanzilli, hanno tratto in arresto quattro persone, tre in carcere e una agli arresti domiciliari. In manette sono finiti Pietro Smaldone di 59 anni residente ad Ogliastro Cilento, Giovanni Liguori, 52enne di Baronissi e Alain Paone, 46enne di Fisciano; agli arresti domiciliari invece il banchiere infedele William Graziano, 50 anni, di San Cipriano Picentino.

Quest’ultimo, d’accordo con i malviventi, li ha coperti ed aiutati a fuggire dopo il colpo di 110mila euro. Un piano fortunatamente scoperto dai carabinieri del nucleo operativo, diretti dal capitano Massimo Di Franco, che in stretto contatto il sostituto procuratore di Salerno Claudia D’Alitto e con il procuratore Giuseppe Borrelli, hanno ricostruito la dinamica del colpo con l’ausilio di intercettazioni ambientali e testimonianze raccolte nelle ore successive alla rapina.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/05/26/news/colpo_in_banca_a_palomonte_il_cassiere_era_il_basista-302945390/?rss

Cosa fare in città

Archivi