mercoledì, 27 Ottobre, 2021
16.6 C
Napoli

Comune di Napoli: via libera al bilancio consuntivo

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Via libera del Consiglio comunale al bilancio consuntivo e a quello di previsione. Così la giunta uscente evita commissariamento e dichiarazione di dissesto. Fondamentale per l’approvazione dei documenti è stato l’atteggiamento delle opposizioni che hanno garantito il numero legale. Unica voce contro che si è sentita in Sala dei Baroni quella di Matteo Brambilla, candidato sindaco dei dissidenti del M5s, che dopo il suo intervento ha lasciato l’aula. Il consigliere Colella si è astenuto. Anche Lanzotti, ex capogruppo di Forza Italia,oggi impegnato (anche se non candidato) a guidare una lista in appoggio all’aspirante sindaco del centrosinistra Gaetano  Manfredi, ha contribuito ad assicurare il numero legale pur votando contro. Stessa la scelta di Marco Nonno di Fratelli d’Italia.

Nella sua relazione l’assessore Rosaria Veliero ha detto:”Chi oggi è qui in aula sa bene quale sia il senso della sua presenza e l’importanza che questi documenti passino non per noi ma per la città e per quello che deve venire dopo perché gli amministratori cambiano ma la città resta e abbiamo delle responsabilità”. Resta critico il disavanzo del Comune: è di circa 2 miliardi e 700 milioni di euro.

Secondo Galiero “approvare questi documenti significa garantire un futuro a questa città che lo merita anche a dispetto di chi in questi anni avrebbe potuto fare di più per accelerare questo futuro e non lo ha fatto”. L’assessora della gunta di Luigi de Magistris ha sottolineato che ”nonostante le criticità della pandemia, l’amministrazione ha recuperato 147 milioni di euro rispetto al nostro disavanzo. ‘E’ un risultato straordinario – ha affermato l’assessore – e le nostre leve sono state il riaccertamento dei residui attivi e passivi e un aiuto da parte dello Stato che è intervenuto sul tema delle entrate che non avremmo potuto garantire a causa della pandemia che ha rappresentato un momento tragico, una crisi che nessuno si era mai trovato a gestire dal dopoguerra ma questi aiuti non potevano bastare per quegli enti che si trovavano in una situazione differente, di deficit strutturale. E’ quanto mai necessario – ha concluso – che il Governo avvii una riforma seria che ci hanno promesso innumerevoli volte ma che per noi non è arrivata. Spero arriverà perché ne ha bisogno non solo Napoli ma tantissimi Comuni”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/09/16/news/consuntivo_comune-318066613/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?