venerdì, 24 Settembre, 2021
23.1 C
Napoli

Covid, tutti i dubbi sui viaggi all’estero: le agenzie prese d’assalto

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

“Riceviamo telefonate dall’80 per cento di persone che ha prenotato una vacanza all’estero per i prossimi giorni. Per adesso non sono disdette vere e proprie ma richieste di chiarimento, in una situazione dove si è fatta troppa confusione”. Giuseppe Scanu, presidente della Fiavet Campania, la Federazione italiana associazioni imprese viaggi e turismo, non nasconde le sue perplessità per come è stata gestita la nuova crisi che rischia di aggravarsi giorno dopo giorno: “Serviva maggiore chiarezza dal ministero degli Esteri – afferma – tra l’altro continuano ad arrivare notizie di italiani bloccati all’estero senza assistenza a causa Covid, ma si sottolinea poco che si tratta di persone che hanno organizzato viaggi “fai da te”.

Nelle agenzie, ad esempio, più che consigliare, obblighiamo a sottoscrivere una assicurazione. Proponiamo molto ai nostri clienti anche di restare in Italia”. Soprattutto i giovani, però, preferiscono mete come Spagna e Grecia, dove negli ultimi giorni i contagi sono in aumento. Nell’isola di Mykonos, famosa anche per la sua movida, è stato imposto il coprifuoco notturno. Chi ha in tasca il Green pass può viaggiare con una certa libertà, ma dovrà comunque attenersi a quanto stabilito dal Paese dove decide di trascorrere le vacanze. Questo vuol dire che in caso di positività al Covid, ma anche solo per essere stato in contatto con una persona risultata contagiata dal virus, si rischia una quarantena all’estero. D’altra parte lo stesso avviene in Italia. E senza assicurazione ricevere assistenza diventa più complicato.

“Abbiamo diverse chiamate – aggiunge Scanu – i clienti ci chiedono se è il caso di disdire, per adesso lasciamo la questione in stand by. Lunedì terremo un incontro per decidere la strada migliore da seguire”. Parla di quadro complicato anche l’ex presidente della Fiavet Ettore Cucari, proprietario di un’agenzia di viaggio in piazza dei Martiri: “Più che disdette non ci sono prenotazioni – afferma – ci dobbiamo augurare che non ci sia un aumento dei contagi, di salvare quanta più parte di stagione possibile e di guardare anche a ottobre-dicembre, sperando che riprenda un poco il turismo degli straniero verso l’Italia. Se si diffonde ancora il virus rischiamo un altro stop come l’anno scorso e questo va assolutamente evitato”.

Sulla situazione attuale Cucari aggiunge: “Arrivano segnalazioni preoccupanti non solo da Spagna, Grecia, Malta anche da altre nazioni come l’Australia. Stante questa situazione noi spingiamo molto per il viaggio in Italia. A Barcellona è successo che alcuni turisti sono stati costretti alla quarantena, ma essendo i Covid hotel ormai pieni, l’hanno dovuta fare in alberghi normali. Quindi con clienti non costretti all’isolamento, ma che erano lì per vacanza”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/07/18/news/viaggi_agenzie_campania_napoli-310761913/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?