domenica, 13 Giugno, 2021
20.5 C
Napoli

Dai fondali di Maratea recuperate ventiquattro imbarcazioni affondate dagli anni ‘80

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Ventiquattro imbarcazioni affondate a partire dalla fine degli anni ’80 sono emerse dai fondali delle acque di Maratea (Potenza) grazie ai volontari della Legambiente e sub professionisti. “Una svolta epocale nella storia della tutela ambientale del territorio marateota – spiega il presidente del circolo, Giuseppe Ricciardi –  l’operazione, più volte ipotizzata in passato, non si era mai concretizzata, anche a causa dei costi elevati di smaltimento”.

L’iniziativa, che rientra nella campagna dell’associazione Spiagge e fondali puliti, ha permesso di liberare dalle acque cristalline del porto di Maratea 5mila chili di rifiuti, la maggior parte dei quali costituiti da vetroresina, che sarà trasportata in un impianto autorizzato allo smaltimento.

“Delle imbarcazioni riemerse resta più o meno il 50%, per cui, probabilmente, circa 5 tonnellate di materiali si sono disperse in mare nel corso degli anni, con conseguenti possibili danni all’ecosistema marino”, spiega ancora Ricciardi.

Oltre al Comune e alla capitaneria di porto, alle operazioni hanno partecipato numerose associazioni di categoria, ambientalisti, sub e apneisti professionali e non, cittadini e studenti dell’istituto Nautico di Maratea.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/05/19/news/dai_fondali_di_maratea_recuperate_ventiquattro_imbarcazioni_affondate_dagli_anni_80-301800206/?rss

Cosa fare in città

Archivi