martedì, 29 Novembre, 2022
14.1 C
Napoli

Dal tiramisù al risotto: con il Giro d’Italia Bacoli si tinge di rosa

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

C’è il Giro d’Italia, evviva il rosa. E per celebrare la tappa campana della corsa ciclistica – che sabato 14 maggio parte da Napoli per raggiungere i Campi Flegrei attraverso discesa Coroglio, Bagnoli e Pozzuoli, percorrendo poi per cinque volte volte un circuito di diciannove chilometri tra Bacoli e Monte di Procida – c’è chi si ingegna con gli omaggi a tema. O meglio, en pendant.

A Bacoli, per esempio, spunta un tiramisù alle fragole dal nome singolare, Terramisù: l’idea è del talentuoso chef Tommaso Di Meo, classe 1979, di stanza ad “Home – Piccola osteria alternativa”. Apprezza il sindaco Josi Gerardo Della Regione, che rilancia: “Ognuno può fare la propria parte per rendere più bello e pronto il nostro territorio in vista della tappa rosa: coloriamoci di bellezza”. E non finisce qui: è firmato dal ristorante bacolese Hosteria Bugiarda, guidato dai giovani Luca e Rossella Costagliola e da Luigi Costigliola, il piatto ‘Giro d’Italia’: riso rosa mantecato alla bisque chiarificata di gamberi, burro di bufala campana, estratto di barbabietola e battuto di gamberi di Procida.

Completa l’opera il tricolore di prezzemolo disidratato, quinoa soffiata e ancora pomodoro disidratato. Una proposta in “limited edition” in menu per tutto maggio nel segno del gusto e dell’identità. Luca e Rossella, addetti alla sala, e Luigi, lo chef, conservano vivi nella mente, i racconti di nonni e genitori legati all’emozionante passaggio nei Campi Flegrei dei campioni in bicicletta del 1977. E così quando hanno appreso la notizia del ritorno della corsa ciclistica hanno voluto celebrare, anche in cucina, lo speciale avvenimento con una creazione dedicata che unisse il ricordo, l’attualità e il territorio. E che al contempo strizzasse l’occhio anche al colore di Procida, l’isola dirimpettaia vestita di rosa per tutto il 2022 che si fregia del titolo di Capitale Italiana della Cultura. “La nuance ha il colore dell’ottimismo e della speranza, rappresentando anche un inno al tanto desiderato ritorno alla normalità vessata da due anni di pandemia che, tra l’altro, sono stati i primi di attività per Hosteria Bugiarda”, spiegano i titolari.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/05/06/news/dal_tiramisu_al_risotto_con_il_giro_ditalia_bacoli_si_tinge_di_rosa-348357337/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?