giovedì, 8 Dicembre, 2022
11.6 C
Napoli

“Domenica di carta”: protagonisti libri e documenti

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Sono veri e propri musei. Colmi di tesori, spesso antichissimi, impilati in scaffali di legno alti fino ai soffitti. I libri e le loro polverose “case” sono protagonisti della “Domenica di Carta”, iniziativa in programma domenica e promossa dal Ministero della Cultura per valorizzare l’immenso patrimonio documentale di Archivi di Stato e Biblioteche. La Campania partecipa con numerose sedi, tra aperture straordinarie e visite guidate gratuite. 

Protagonisti, a Napoli, sono i Girolamini. Il complesso monumentale, ancora chiuso al pubblico per gli ingenti cantieri che occupano gran parte delle sezioni, accoglie eccezionalmente i visitatori dalle 9 alle 12: ingresso libero da via Duomo 142, contingentato in caso di sovraffollamento. Il percorso che include anche la Sala Vico, splendida biblioteca dei padri oratoriani, ricca di edizioni rare del Cinquecento e Seicento. L’area, dissequestrata dalla Procura lo scorso maggio dopo dieci anni, in seguito ai furti avvenuti nel 2012, è stata totalmente ristrutturata e liberata dai ponteggi.

“Domenica di carta”: protagonisti libri e documenti

“Per l’occasione – sottolinea la direttrice Antonella Cucciniello – saranno esposti antichi cataloghi di fine Seicento, dove si noterà che il saccheggio e la sparizione dei libri è stata una piaga anche in passato”. 

Gli appuntamenti proseguono all’Archivio di Stato di Napoli che, fino alle 13, propone un’interessante mostra sui marchi d’impresa storici. Da non perdere gli itinerari alla Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III”, aperta dalle 10 alle 13.30. In rassegna, un tour nelle sale storiche del primo piano, con l’esposizione di opere pubblicate tra Quattrocento e Ottocento. Attiva anche la mostra dedicata a Procida capitale della Cultura. Alle 11, la presentazone del volume “Francesco Caracciolo, una vita per il mare” di Sylvie Mollard (edito da Grimaldi & c.). E, per i più piccoli, il punto “Nati per leggere”, con libri per ogni età.

Aperta anche la Biblioteca Universitaria, con la presentazioni del nuovo testo di Alessandro Luciano, “L’enigma della Medusa” (Marlin), ambientato proprio nelle sale dell’edificio di via Giovanni Paladino e del Mann.

Fuori Napoli, interessante l’exhibit dell’Archivio di Stato di Avellino, “Ad meliora semper”, su pergamene di laurea dal Seicento a oggi. Aperti anche gli archivi di Salerno (con un allestimento di pergamene musicali), di Benevento e Caserta, che espone documenti dell’Intendenza borbonica di Terra di Lavoro.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/10/08/news/musei_biblioteca_girolamini-369143460/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?