sabato, 25 Giugno, 2022
29.6 C
Napoli

Donne e lavoro in Campania, Bankitalia: poche tutele e possibilità

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Donne e lavoro, meno tutele, minori possibilità, più penalizzazioni. Il rapporto Bankitalia relativo all’economia campana relativo ai primi quattro mesi del 2022 presentato stamattina nell’aula Pessina dell’università Federico II racconta il divario sempre più ampio tra uomini e donne campani. Il tasso di attività al femminile è inferiore di 28 punti percentuali a quello maschile, un dato in aumento per le persone meno istruite.

Gli oneri di cura dei figli penalizzano, a parità di condizioni, in maniera determinante le madri. Partecipazione discontinua al lavoro e basse probabilità di rientro al lavoro. Dopo un’interruzione per esigenze  familiari, la donna ha meno di un quarto di opportunità di ritornare al lavoro rispetto ad un uomo. Il tasso di attività delle donne con figli in età prescolare è meno della metà degli uomini nella stessa condizione ma è anche 22 punti percentuali al di sotto della media nazionale. 

Dati che fotografano la realtà di questi ultimi anni, numeri che disegnano la grande difficoltà delle madri di occupare o conservare un posto di lavoro con tutte le tutele. Resta il dato ancor più alto del lavoro precario, difficilmente quantificabile, in cui sono costrette spesso le donne. Il mondo del sommerso occupa fette rilevanti del mercato del lavoro, purtroppo difficilmente sondabili con le ricerche, che lavorano su dati ufficiali. 

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/06/23/news/donne_e_lavoro_bankitalia_poche_tutele_e_possibilita-355134195/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?