martedì, 28 Settembre, 2021
22.3 C
Napoli

Fanno strage di uccelli protetti nel Casertano e diffondono video: allontanati due bracconieri

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Due cacciatori sono stati  allontanati dalla provincia di Caserta, con un provvedimento emesso dalla procura di Napoli Nord, per aver fatto strage di uccelli. Si tratta di D. A., 49 anni, residente a Villa Literno, e C.L., 39 anni, residente a Teverola. I due sono ritenuti gravemente indiziati di aver provocato, in concorso tra di loro, con crudeltà e senza necessità, la morte di oltre 70 uccelli, di cui otto esemplari di Volpoche, nome scientifico “Tadorna Tadorna”.

La strage di uccelli selvatici è stata immortalata in un video dagli stessi indagati, il filmato è stato diffuso tra altri gruppi di cacciatori e su whatsapp. “Non è andato niente storto… è andato tutto perfetto”, si vantavano i due nelle immagini girate dopo la strage che mostravano anche gli uccelli uccisi. Il video, però, ha suscitato lo sdegno degli stessi cacciatori che esercitano l’attività venatoria nel rispetto delle regole e, soprattutto, delle associazioni ambientaliste attive sul territorio, in particolare della LIPU- Lega Italiana Protezione Uccelli.

Il filmato è stato segnalato alla polizia giudiziaria 2 del N.I.P.A.A.F. di Caserta, che ha riconosciuto uno dei due bracconieri, che era già noto per reati di bracconaggio.  Scattata la perquisizione domiciliare, sono stati acquisiti  i tabulati telefonici dai quali è emerso  che la battuta di caccia era avvenuta nel mese di dicembre e che il filmato era stato girato presso il cortile dell’abitazione di D.A., Inoltre è stata individuata anche  la “vasca di caccia” ubicata a Villa Literno e utilizzata dagli indagati, che sono considerati “compagni di caccia” inseparabili.

Stamattina i due cacciatori sono stati raggiunti dal Nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale di Caserta, N.I.P.A.A.F., con i militari della Stazione Forestale di Marcianise e del Raggruppamento Biodiversità di Caserta, con la misura cautelare personale del divieto di dimora nella Provincia di Caserta emessa, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli Nord, dal GIP dello stesso Tribunale. Ora non potranno farvi ritorno senza l’autorizzazione del magistrato.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/04/06/news/fanno_strage_di_uccelli_protetti_nel_casertano_e_diffondono_video_allontanati_due_bracconieri-295314840/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?