lunedì, 8 Agosto, 2022
31.1 C
Napoli

I giovani di 60 Paesi a Sorrento: “Vogliamo un turismo sostenibile”. Il ministro Garavaglia: “Disegnano il futuro”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Centotrenta ragazzi dai 12 anni ai 18 anni arrivati a Sorrento da 60 paesi del mondo, chiamati a discutere fino a domani sul futuro del turismo. Entra nel vivo il Global Youth Tourism organizzato da Unwto, ministero e Enit all’hotel Hilton, a fine giornata si concluderà con una dichiarazione di intenti con 10 punti emersi nel corso degli incontri. La sostenibilità è in cima ai propositi da realizzare.  

(ansa)

 La giornata comincia con la colazione dei ragazzi sulla terrazza dell’albergo con il ministro del Turismo Massimo Garavaglia. “La generazione Z, i nati dal ’97 in poi, sono due miliardi nel mondo – spiega il ministro –  e sono loro che disegneranno e stanno già disegnando il turismo del futuro. Orientano le decisioni delle famiglie e loro stessi sono turisti. Sono nati con internet, parlano un linguaggio diverso e hanno desideri diversi: sentendoli parlare hanno un’attenzione particolare al turismo sostenibile, accessibile e ai temi della disabilità. Noi dobbiamo sentire loro per adeguare l’offerta”.

I giovani  chiedono ai ministri di diversi paesi europei presenti al Forum, un impegno per un turismo sostenibile, accessibile e inclusivo e a “loro misura”. “Un appello che recepiamo volentieri”  prosegue il ministro che però affronta un problema crescente, quello della carenza di personale, proprio nel settore alberghiero e nella ristorazione. “Un grave problema del turismo che in molti casi sta limitando l’offerta. – spiega Garavaglia – Abbiamo alberghi che limitano il numero di camere perché non riescono a garantire il servizio. Se hai il 10% di disoccupazione e ti mancano 350 mila lavoratori solo nel turismo, è evidente che qualcosa non quadra. La sfida vera è fare entrare più giovani nel mondo turismo “.

(ansa)

A confronto con i ragazzi, invitati a porre domande per simulare l’assemblea generale, anche il segretario generale dell’UNWTO, Zurab Pololikashvili. “Un’occasione unica nel suo genere che ha dato la possibilità ai partecipanti di porre domande e confrontarsi direttamente con i funzionari delle Nazioni Unite e del Governo nonché una piattaforma unica per celebrare e responsabilizzare la prossima generazione di leader del turismo. Il GYTS aiuterà a costruire un’eredità duratura fornendo ai giovani le competenze e le conoscenze di cui hanno bisogno per trasformare il turismo non solo nelle loro comunità ma ovunque.

(ansa)

“Enit mostra i risultati di uno studio sulla sostenibilità, fotografa le preferenze dei “nativi digitali”, che scelgono l’Italia come meta più gradita, dopo la Francia. L’Italia è in cima alle scelte dei viaggiatori dai giovani dell’Uk e della Germania, in seconda posizione per gli statunitensi e in terza per il mercato cinese. “I giovani sono interessati ad una vacanza attiva, anche i ragazzi cercano il benessere nel viaggio- spiega Roberta Garibaldi ad Enit – la generazione zeta è un pilastro del turismo del futuro. Benessere e sport sono le preferenze che guidano i giovani nelle scelte di viaggio ma anche la sostenibilità.  ora l’obiettivo è andare in azione, stiamo pensando ad azioni concrete”. 

(ansa)

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/07/01/news/turismo_giovani_sorrento-356205383/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?