martedì, 29 Novembre, 2022
14.3 C
Napoli

La Processione del Venerdì Santo a Vallata con oltre 200 figuranti

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Un rito del Venerdì Santo a Vallata che si svolge sin dal 1541 ed è senza dubbio uno dei più importanti del Sud con oltre duecento figuranti vestiti da antichi romani e poi i Misteri, le tele settecentesche e i Cantori della Passio Christi che accompagnano il feretro del Cristo Morto in processione.

 

 

Dopo due anni di fermo torna venerdì 15 aprile 2022 il rito del Venerdì Santo a Vallata, in provincia di Avellino. Questo che si svolge in Irpinia è uno dei più suggestivi e antichi riti della Settimana Santa del Sud Italia e vede la presenza di duecento figuranti vestiti da antichi romani e poi i Misteri, tele settecentesche e i Cantori della Passio Christi del Metastasio che accompagnano il feretro del Cristo Morto in processione.

Ph pascal_melchionna

Il rito del Venerdì Santo a Vallata sembra che si svolgerebbe dal 1541 ed è senza dubbio una spettacolare rappresentazione religiosa. La data è stata stabilita in base attestazioni storiografica, che riportano che la ricca comunità ebraica che si stabilì stabilitasi in paese e dedita al commercio di bestiame con la Puglia, si convertì al cristianesimo e prese parte a tali rappresentazioni. Esistono poi le foto del 1928 che riportano le caratteristiche uniche del Venerdì Santo di Vallata.

Ph Enzo De Falco

A Vallata la passione di Cristo è una rievocazione storica

A Vallata secondo la tradizione sono circa 200 i giovani che si vestono da soldato romano sfidando così i rigori di una primavera ancora fredda di un paese di 870 m/slm, portando i simboli del potere romano come l’Aquila latina, e altri.

ph Luca Daniele

Durante la processione poi sfilano anche i cosiddetti “Misteri”, oggetti simbolo esibiti dagli incappucciati, e le antiche tele settecentesche, che rappresentano le scene della vita e della morte di Cristo.

Ph pascal_melchionna

Una grande Processione con circa duecento figuranti che si muove a passo lento e cadenzato al suono di tromba e i tamburi seguendo il dolore di Cristo e il canto dei “cantori” che intonano i versi della “Passione di Gesù Cristo” di Pietro Metastasio. Una processione antica e suggestiva chiusa dal feretro del Cristo morto circondato dal sindaco e dai medici del paese e l’Addolorata circondata da bambine con bandierine listate a lutto.

Ph Antonio Sena

L’evento inizierà a Vallata, in provincia di Avellino, il 15 aprile 2022 alle ore undici con la cinquecentenaria processione del Venerdì Santo o del Cristo Morto.

Maggiori informazioni –  Il Venerdì Santo di Vallata

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

 

Fonte: https://www.napolidavivere.it/2022/04/13/la-processione-del-venerdi-santo-a-vallata-con-oltre-200-figuranti/

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?