martedì, 6 Dicembre, 2022
14.2 C
Napoli

“L’eredità Scarpetta” nel teatro di Forcella

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Al centro della programmazione di maggio del Trianon-Viviani c’è l’arte della grande famiglia del teatro del Novecento, i napoletani Scarpetta- De Filippo. La sala di Forcella diretta da Marisa Laurito presenta la rassegna ” L’eredità Scarpetta” patrocinata dalla Fondazione Eduardo De Filippo, con due prime assolute e un ciclo di incontri. I titoli prodotti dal teatro, con la regia di Francesco Saponaro, sono ” Titina la magnifica” su Titina De Filippo (dal 6 all’8 maggio) e la celebre commedia- parodia musicale ” La donna è mobile” di Vincenzo Scarpetta ( dal 13 al 15 maggio). Il 23 maggio inizia ” 2000 Eduardo”, un percorso di incontri a cura di Giulio Baffi, in collaborazione con la Federico II, per conoscere come la nuova generazione di artisti, e non solo, vive De Filippo.

La rassegna sugli Scarpetta e il loro lascito culturale passano in primo luogo attraverso Titina De Filippo, ” attrice modernissima, esempio di misura e raffinatezza scenica, sempre al centro tra i due fratelli Eduardo e Peppino e messa in ombra da loro, ma anche donna in anticipo sui tempi, nonché pittrice e autrice”, ricorda Saponaro, autore di ” Titina la magnifica” con Domenico Ingenito, ispirato dal libro- biografia del figlio Augusto Carloni. La grande attrice è interpretata da Antonella Stefanucci, che dice: ” Lungi da me imitarla ” . Con lei c’è Edoardo Sorgente in una rapida successione di più ruoli maschili e femminili, come un controcanto della protagonista, per una pièce con più pezzi di arte e di vita di Titina assieme a oggetti a lei appartenuti, tra cui un quadro, messi a disposizione dagli eredi.

Le prove sono in corso al Politeama assieme a quelle di “La donna è mobile”, classico soggetto scarpettiano da un canovaccio di Marulli passato per Petito e con rimandi a Viviani e Pirandello: “Ma in questo testo in napoletano c’è Vincenzo Scarpetta come uomo di musica e di cultura internazionale”, aggiunge Mariano Bellopede, direttore musicale e pianista in scena con i musicisti Arcangelo Michele Caso e Giuseppe Di Maio. Dalle parodie di arie liriche da ” Traviata”, ” Bohème” e ” Cavalleria rusticana”, si arriva a classici napoletani e a composizioni originali che ammiccano allo swing e al blues. Il cast vede quattordici elementi, tra cui Tony Laudadio, le Ebbanesis, Luca Saccoia e molti giovani interpreti.

Proprio questo titolo riassume in generale il senso di ” L’eredità Scarpetta”, ripreso da Saponaro con le parole di Eduardo: “La tradizione è la vita che continua”. C’è infatti un episodio da ricordare: Eduardo interpretò quasi certamente il suo primo Felice in quest’opera del 1918, e a sua volta lasciò il ruolo al figlio Luca nella regia di ” La donna è mobile” curata nel 1981, anno del suo ritiro dalle scene e del debutto della compagnia del figlio. ” Vincenzo Scarpetta fu invece per la prima volta Felice Sciosciammocca con la regia del padre Eduardo in “Miseria e nobiltà” per l’inaugurazione del Trianon nel 1911″, aggiunge il presidente Giovanni Pinto.

Anche questo è un passaggio di testimone. Ma non è solo il legame tra il teatro di Forcella e la famiglia Scarpetta ad aver motivato questa rassegna: “Tutti noi artisti portiamo questa eredità – aggiunge Laurito – anche per questo, nel teatro della canzone napoletana, ho voluto spazio per i grandi autori napoletani come Roberto De Simone e Giuseppe Patroni Griffi, il cui focus è rinviato per la pandemia”. Lunedì 23 alla Federico II c’è invece il primo incontro di “2000 Eduardo”: “Un progetto che spero si protragga nel tempo – dice Baffi – voglio far parlare artisti, spettatori e studenti della generazione del nuovo millennio che non ha vissuto, come la mia, l’idolatria per Eduardo: sapere come lo vedono e come le adoperano nel teatro, nel cinema e nella musica”.
 

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/04/30/news/leredita_scarpetta_nel_teatro_di_forcella-347507270/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?