martedì, 6 Dicembre, 2022
14.9 C
Napoli

Lirica, il San Carlo inaugura la stagione con il ‘Don Carlo’ di Verdi

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

‘Don Carlo’ di Giuseppe Verdi torna sul palcoscenico del San Carlo di Napoli 21 anni dopo la sua ultima rappresentazione. Aprirà infatti il 26 novembre prossimo la stagione 2022/2023 del Lirico più antico al mondo, e sul palco reale sono già confermate le presente del ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, e degli Esteri, Antonio Tajani.

Firmato da Claus Guth, e con orchestra e coro sancarliano diretta da Juraj Valcuha, il nuovo allestimento del titolo verdiano, nella rara versione in cinque atti, avrà le scene di Etienne Pluss e i costumi di Petra Reinhardt. “Un progetto su cui abbiamo lavorato per due anni, un pezzo particolare, l’ho fatto a Parigi, alla Scala, e adesso qui”, spiega il sovrintendente e direttore artistico del San Carlo, Stèphane Lissner. “Faccio qui la versione italiana in 5 atti dove si capisce bene la storia di Carlo difficile da capire senza partire dal primo atto – aggiunge – per me questa versione era la più giusta, una vera possibilità per il San Carlo di Napoli”.

 Dramma lirico su libretto originale in francese di Francois-Joseph Mèry e Camille Du Locle, ispirato alla tragedia in cinque atti ‘Don Carlos, Infant von Spanien’ di Friedrich Schiller, l’originale francese dal titolo Don Carlos fu rappresentato a Parigi 1’11 marzo 1867, ed è la partitura più lunga e complessa di Verdi. Gli studiosi hanno individuato addirittura sette versioni di cui cinque principali: quella usata durante le prove iniziate nel 1866, ancora senza balletto, e contenente otto brani tagliati in vista della prima rappresentazione e, successivamente, della seconda; ‘Don Carlos’ in cinque atti con balletto, eseguito all’Opèra 1’11 marzo 1867; ‘Don Carlo’ elaborato per il San Carlo di Napoli nel 1872, con traduzione italiana di Achille De Lauzières e Angelo Zanardini, identico alla seconda rappresentazione parigina con sostanziali modifiche del duetto Filippo-Posa nel secondo atto, e di quello finale di Carlo ed Elisabetta; versione in quattro atti, con il taglio integrale del primo atto e del balletto e poderosi rifacimenti, rappresentata alla Scala il 10 gennaio 1884. E’ la versione più comunemente eseguita oggi; ‘Don Carlo’ rappresentato a Modena il 29 dicembre 1886, senza balletto ma con il reintegro del primo atto e con tutte le modifiche dell’1884. E’ quest’ultima la versione che ascoltiamo in questa edizione napoletana.

“Nella mia idea di Don Carlo – racconta Guth, al suo debutto al Lirico di Napoli – ho focalizzato la mia attenzione sul personaggio principale, seguendo la sua prospettiva. Don Carlo è un personaggio fragile, incapace di far fronte a ciò che la società esige da lui. E’ un sognatore, più vicino al mondo della fantasia che alla realtà. E’ e rimane intrappolato nello stesso spazio e questa prigionia descrive la sua condizione nel mondo. Non riesce a trovare una collocazione nel cosmo in cui è nato, sembra essere al posto sbagliato: il padre lo rifiuta e la donna che ama diventa sua madre dopo aver sposato Filippo II. Anche Rodrigo, l’unico amico che sembra avere, lo strumentalizza per i suoi scopi. Tutto questo crea in lui una visione oscura del mondo, simile a una prigione. Con lo svolgersi dei cinque atti, sempre più i personaggi si rivelano nella loro stessa disperazione e solitudine”.

Nel cast, Michele Pertusi sarà Filippo II; Matthew Polenzani, che per la prima volta interpreta la versione italiana del titolo verdiano, sarà impegnato nel ruolo del protagonista Don Carlo; nei panni di Rodrigo ci saranno Ludovic Tèzier (26, 29 novembre e 1, 3 dicembre) e Ernesto Petti (6 dicembre). Ailyn Perez debutta nel ruolo di Elisabetta di Valois ed Elina Garanca sarà impegnata nel ruolo della Principessa Eboli. Alexander Tsymbalyuk sarà Il Grande Inquisitore. Maestro del Coro è Josè Luis Basso.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/11/19/news/lirica_il_san_carlo_inaugura_la_stagione_con_il_don_carlo_di_verdi-375272413/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?