giovedì, 8 Dicembre, 2022
11.6 C
Napoli

Lo chef Antonino Cannavacciuolo guadagna la terza stella Michelin con Villa Crespi

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Antonino Cannavacciuolo conquista la terza stella Michelin con il Ristorante Villa Crespi. Il suo impero di ristoranti arriva così a 7 stelle grazie alla Guida Michelin 2023

Lo chef di Vico Equense Antonino Cannavacciuolo vince ancora! Il suo ristorante, Villa Crespi, ha appena ottenuto la terza stella Michelin. Si tratta di un risultato significativo, visto che in tutta Italia ci sono solo 12 ristoranti con tre stelle. E questa non è l’unica buona notizia per lo chef Cannavacciuolo, che si è visto assegnare un totale di 7 stelle (3 per Villa Crespi e una per ciascuno dei suoi altri ristoranti) nella Guida Michelin 2023.

Lo chef Cannavacciuolo ha dichiarato: “È un momento magico. Oggi è anche il mio anniversario di matrimonio e mia moglie mi ha perdonato per questa festa a distanza. Il nostro è un progetto iniziato 20 anni fa e questa nuova grande emozione è il carburante per andare avanti” Non vediamo l’ora di vedere cosa farà in futuro!

Lo chef Antonino Cannavacciuolo

Foto Facebook: Antonino Cannavacciuolo

Lo chef Antonino Cannavacciuolo è nato a Vico Equense, in provincia di Napoli, nel 1975. Inizia la sua carriera culinaria all’età di 15 anni come apprendista in alcune delle migliori cucine della Costiera. Dopo aver completato la sua formazione, ha deciso di seguire la sua passione per la cucina in giro per il mondo.

Nel 1995 si trasferisce in Piemonte per lavorare al Relais & Châteaux Hotel du Parc des Eaux-Vives di Saint-Gervais-les-Bains. L’anno successivo ha iniziato a lavorare presso il prestigioso Auberge de l’Ill, tre stelle Michelin, sotto la guida dello chef francese Marc Haeberlin. È in questo periodo che Antonino ha iniziato a sviluppare il suo stile di cucina caratteristico, che combina tecniche tradizionali con influenze moderne.

Nel 1999 Antonino ha aperto il suo primo ristorante, Villa Crespi, a Orta San Giulio, con vista sul Lago d’Orta. Il ristorante si è rapidamente guadagnato il plauso della critica ed è stato premiato nel 2003 con una stella e nel 2006 con due stelle Michelin. Oggi ha ottenuto la terza stella Michelin, un risultato che pochi ristoranti riescono a raggiungere

Attualmente Antonino presiede un vero e proprio impero di ristoranti, tra cui Laqua Countryside a Vico Equense e Laqua Vineyard (ciascuno con 1 stella Michelin), Villa Crespi (3 stelle Michelin), Cannavacciuolo Café & Bistrot (1 stella) Bistrot Cannavacciuolo (1 stella). Con la recente aggiunta della sua 7a stella Michelin, Antonino Cannavacciuolo è ora uno degli chef più acclamati d’Italia e non vediamo l’ora di vedere cosa farà in futuro!

Laqua_countryside cannavacciuolo 1

Desideriamo congratularci con lo chef Antonino Cannavacciuolo per il suo più recente traguardo: l’ottenimento della terza stella Michelin per il suo ristorante Villa Crespi. È un risultato straordinario e non vediamo l’ora di vedere cosa farà lo chef Cannavacciuolo!

© Napoli da Vivere 2022 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

Fonte: https://www.napolidavivere.it/2022/11/09/lo-chef-antonino-cannavacciuolo-guadagna-la-terza-stella-michelin-con-villa-crespi/

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?