lunedì, 27 Settembre, 2021
25.5 C
Napoli

Luigi Vicinanza a “Il giorno e la Storia”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Dal “gran rifiuto” di Papa Celestino V al sogno cileno di Salvator Allende: pagine di storia che punteggiano le ricorrenze della settimana dal 5 all’11 luglio scelte e commentate da Luigi Vicinanza, editorialista del Gruppo Gedi, che propone i propri approfondimenti a “Il giorno e la Storia”, il programma di Rai Cultura firmato da Giovanni Paolo Fontana, in onda tutti i giorni a mezzanotte e cinque, e in replica alle 08.30, 11.30, 14.00 e 20.00 su Rai Storia.

Lunedì 5 luglio si torna al 1294: il Conclave elegge papa Pietro da Morrone, Celestino V. Eremita molto noto in tutta Europa, dopo 4 mesi abdica: su di lui peserà a lungo, ingiustamente, il giudizio dantesco di “colui che fece per viltade il gran rifiuto”. Storia più recente martedì 6: nel 1951 Giorgio La Pira viene eletto per la prima volta sindaco di Firenze, un impegno costellato da straordinarie iniziative di carattere politico e sociale.

Mercoledì 7 luglio Luigi Vicinanza ricorda Masaniello: nel 1647 Tommaso Aniello d’Amalfi, detto Masaniello, pescatore, pescivendolo e contrabbandiere guida la rivolta dei napoletani contro l’intollerabile pressione fiscale del governo del viceré spagnolo, costretto alla fuga. Ma il “regno” di Masaniello avrà brevissima durata.

Giovedì 8 è il giorno di una pagina buia del fascismo: nel 1924 il governo Mussolini limita la libertà di stampa, dando ai prefetti la facoltà di esercitare la censura e persino di prevedere la soppressione di un giornale.

Indimenticabile, invece, il 9 luglio 2006: a Berlino, nella finale dei Mondiali di Calcio 2006, l’Italia batte ai rigori la Germania: per gli azzurri è il quarto Mondiale, 24 anni dopo Spagna ’82.

Sabato 10 luglio obiettivo su uno dei più gravi incidenti industriali della storia: nel 1976, a Seveso, una nube di diossina si sprigiona nell’aria e intossica la popolazione locale, l’aria, i terreni e gli animali.

La settimana di Luigi Vicinanza si chiude domenica 11 luglio nel ricordo di Salvator Allende, primo presidente marxista democraticamente eletto nel continente americano. Nel 1971, il suo governo decide la nazionalizzazione delle miniere di rame, nell’ambito di programma di riforme socialiste. Osteggiato dagli Usa, Allende sarà rovesciato due anni dopo dal colpo di stato che avrebbe portato alla dittatura del general Pinochet.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/07/04/news/luigi_vicinanza_a_il_giorno_e_la_storia_-308895094/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?