domenica, 19 Settembre, 2021
27.6 C
Napoli

Mattarella ai ragazzi di Nisida: “Curate le cicatrici: il dolore si può lenire”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

POZZUOLI – “Cari ragazzi, curate le cicatrici, il dolore si può lenire”. Le ferite non devono impedirvi di costruire una nuova strada”. È all’insegna della speranza di nuove chance, con questa esortazione che focalizza una giornata dedicata a virtuosi progetti di inclusione sociale, che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha salutato calorosamente i ragazzi del carcere minorile di Nisida.

Due tappe, Nisida e Pozzuoli. Con i protagonisti dell’esperienza battezzata “Puteoli Sacra”  che il Capo dello Stato e la ministra della Giustizia Marta Cartabia hanno voluto  visitare e toccare con mano:  prima nell’istituto penitenziario minorile napoletano , su invito del direttore Gianluca Guida , e poi nella cattedrale dell’antico Rione Terra di  Pozzuoli tornato di recente al suo splendore. A Nisida, ad accogliere il presente il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e a Pozzuoli, a fare gli onori di casa il primo cittadino Vincenzo Figliolia.

(siano)

Ma non é solo dal recupero di pietre, arte, dipinti che è stata motivata questa trasferta del Presidente, nel giorno speciale del ventennale della strage delle Twin Towers. Mattarella e Cartabia hanno infatti voluto valorizzare il progetto grazie al quale il cappello di Nisida, don Gennaro Pagano, e Centro Regina Pacis, hanno coinvolto in qualità di “allievi”, “guide” e “collaboratori” di percorsi culturali sia Alvino minori dell’area penale, sia un gruppo fo detenute del vicino carcere femminile di Pozzuoli.

Don Gennaro è artefice, insieme a tutti i laici e religiosi che collaborano al progetto, di una esperienza che si chiama “Cittadella dell’inclusione”. Sono minori, disabili, donne vittime della tratta. Nella cattedrale, ad attendere il Presidente e la ministra, oltre al vescovo Gennaro Pascarella, ci sono circa cinquanta  persone. Da alcuni bambini a rischio, figli di detenuti, agli adolescenti e alle donne, che in base ai loro profili e alle  rispettive situazioni sono stati tutti  direttamente coinvolti nel progetto di “Puteoli Sacra”.

E non è mancata la presenza dei lavoratori della Whirlpool che hanno fatto consegnare al Presidente una loro lettera, così come hanno fatto i disoccupati del movimento “7 novembre”. A  Nisida , ad accogliere il presente il sindaco de Magistris e a Pozzuoli, a fare gli onori  di casa accanto al pastore della chiesa flegrea,  il primo cittadino Vincenzo Figliolia.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/09/11/news/mattarella_missione_napoli_tappe_al_carcere_minorile_di_nisida_e_al_rione_terra_di_pozzuoli-317333665/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?