giovedì, 1 Dicembre, 2022
11.2 C
Napoli

Musei e mostre a Napoli e in Campania, tour nell’arte guida ai due giorni di Pasqua

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Pasqua e Pasquetta a spasso tra i musei. Gran parte dei siti d’arte e aree archeologiche rimarrà aperta per il ponte di oggi e Lunedì in Albis, con passeggiate e visite in nuovi allestimenti e mostre. Tutti i monumenti gestiti dalla Direzione regionale della cultura, inoltre, accoglieranno eccezionalmente turisti e visitatori pure lunedì 25, Festa della Liberazione.

Iniziando il nostro tour a Napoli, al Mann si è appena inaugurata la mostra “È stata la mano di Dio”, 51 foto di Gianni Fiorito dal set diretto da Paolo Sorrentino. L’allestimento, con la curatela di Maria Savarese, sarà visitabile fino al 5 settembre. Sempre al Museo archeologico nazionale è ancora possibile ammirare (fino al 19) l’allestimento dedicato ai Gladiatori, nel Salone della Meridiana.
Salendo a Capodimonte, invece, prosegue la mostra “Oltre Caravaggio”, a cura di Stefano Causa, con una rilettura alternativa del Seicento partenopeo, al di là, appunto dei capolavori del Merisi, con oltre duecento opere. La pinacoteca e il Real Bosco, guidati da Sylvain Bellenger, saranno però chiusi domani.

Di collina in collina, saltando al Vomero, sono attivi il Castel Sant’Elmo, la Certosa di San Martino e il Duca di Martina. Tutti aperti sia oggi che lunedì, incluso il Parco della Floridiana, che chiuderà alle 18.30.

Scendendo verso il centro, al Pan di via dei Mille è stato appena inaugurato l’allestimento dedicato a Andy Warhol. In rassegna, a cura di Edoardo Falcioni, ben 130 opere del maestro della Pop Art, tutte provenienti da collezioni private. Oggi gli ingressi saranno fino alle 14, domani fino alle 19. Sempre il Palazzo delle Arti propone un’interessante esposizione fotografica dedicata a Caio Mario Garrubba, organizzata dall’Archivio storico Luce.

Reggia di Caserta
Reggia di Caserta 

Nel cuore dei Decumani si segnalano due allestimenti. Il primo è nella sede della Fondazione Banco di Napoli a via Tribunali, con l’Ecce Homo dell’artista cilentano Christian Rizzuti. Si tratta di una scultura modellata con la luce, di grande effetto, che brilla in una delle sale colme di antichi faldoni dell’antico Archivio storico del Banco di Napoli. Il sito sarà visitabile domani, dalle 10 alle 14.

Il secondo è “Ex Novo”, stavolta nel complesso del Pio Monte della Misericordia. In mostra (a cura di Marina Guida), sei fotografie di Luciano Romano, in dialogo quasi pittorico col capolavoro di Caravaggio, le “Sette Opere di Misericordia”, lì esposto. Attenzione: oggi il palazzo è chiuso, ma domani accoglie anche “Picnic con Cornacchia”, iniziativa ludico-didattica (dalle 10 alle 18), pensata per bambini e famiglie nelle sale della Quadreria. Sempre in zona centro antico, impossibile saltare il Museo Cappella Sansevero (con apertura prolungata fino alle 20,30, già sold out le prenotazioni online), o, nella vicina via Duomo, il Museo Filangieri e quello del Tesoro di San Gennaro.

Ancora, al Museo Madre di via Settembrini c’è “Rethinking Nature”, che indaga sul rapporto tra uomo e natura, mentre nella basilica della Pietrasanta è appena iniziata “Spellbound, Scenografia di un Sogno”, mostra a cura di Beniamino Levi, che presenta per la prima volta in Europa la scenografia realizzata da Salvador Dalì per Alfred Hitchcock nel film “Io ti salverò” (titolo originale, appunto “Spellbound”). Tappa anche all’Ospedale della Pace (sempre a via Tribunali) dove, fino a domani, è in programma la mostra temporanea (ingresso gratuito) “Pianeta Pandemia”. La chiesa di San Biagio Maggiore (via San Biagio dei Librai) accoglie la mostra virtuale su Klimt, Van Gogh e Monet.

Proseguendo verso il mare, al Maschio Angioino le porte saranno aperte fino alle 14 (oggi e domani). Imperdibile, nel cuore della città, il Palazzo Reale, nel cui Cortile d’onore, tra l’altro, c’è una mostra sugli scatti realizzati dai più grandi fotografi Magnum che raccontano i 50 anni di Medici senza Frontiere.

Reggia di Caserta
Reggia di Caserta 

Fuori Napoli, pronti i luoghi del Parco archeologico dei Campi Flegrei, tra Cuma e il Castello aragonese di Bacoli. A Capri, la Certosa di San Giacomo e Villa Jovis, ad Anacapri Villa San Michele. A Sant’Agnello, il bellissimo Museo Georges Vallet. Nel Vesuviano, oltre al Museo archeologico di Nola, spiccano i parchi archeologici. Cancelli aperti oggi e domani nel parco archeologico di Pompei, una delle mete preferite del turismo internazionale, con la mostra “Arte e sensualità” che Gabriel Zuchtriegel inaugura giovedì 21. A Ercolano, dopo la recente riapertura della bellissima Casa della Gemma, il direttore Francesco Sirano annuncia la ripresa dei tour guidati nell’antico teatro sotterraneo nelle prossime settimane.

Museo di Stabiae
Museo di Stabiae 

Da vedere anche Stabiae e il Museo di Quisisana. La primavera sorride al Parco di Paestum e Velia, punteggiato in queste settimane dalle sue splendide fioriture di rose e margherite. Da lunedì scorso ha preso ufficialmente servizio la neodirettrice Tiziana D’Angelo.

Ecco la Reggia di Caserta, attiva anche durante il ponte della Liberazione, con Appartamenti reali, Parco e Giardino Inglese visitabili tutti i giorni dalle 8.30. Nel Beneventano, vale una visita il bellissimo museo del Sannio Caudino, guidato da Enzo Zuccaro, custode del famoso cratere di Assteas.
 

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/04/17/news/musei_e_mostre_a_napoli_e_in_campania_tour_nellarte_guida_ai_due_giorni_di_pasqua-345786349/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?