sabato, 1 Ottobre, 2022
18.9 C
Napoli

Napoli, il chitarrista Onorato a De Luca: “Concerti saltati per le ordinanze, siamo senza lavoro”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Una lettera al governatore per denunciare la condizione di difficoltà in cui versa il settore dello spettacolo dal vivo. L’ha scritta il chitarrista Antonio Onorato.

“Caro Vincenzo De Luca – scrive Onorato – per quanto ti stimo come persona, specialmente per come hai amministrato il comune di Salerno in passato, ti scrivo per dirti che un’altra volta noi artisti siamo piombati nel baratro a causa di queste nuove restrizioni anti covid. Siamo di nuovo totalmente senza lavoro. Io, nel mio caso specifico, ho perso in questi giorni 2 concerti…uno a Capri e un altro a Napoli. Rimandati a data da definirsi…chissà poi….E stamattina ho appreso purtroppo che sono state approvate dal governo altre restrizioni per il mondo dello spettacolo in tutta l’Italia fino al 31 gennaio senza misure “tutelative” in cambio per tutti i lavoratori del settore”.

“Moltissimi miei colleghi hanno visto annullare il concerto di fine anno. Caro Vincenzo c’è tanta gente del mondo dello spettacolo (artisti e maestranze) che lavora e che, grazie a quel concerto tira avanti poi per diversi mesi. Non capisco perché un’altra volta le pubbliche istituzioni e la pubblica  amministrazione abbiano preso di mira il mondo dell’arte e dello spettacolo. Intanto i centri commerciali sono come sempre super affollati, le partite allo stadio vanno avanti tranquillamente e sono piene di gente senza mascherina. Ho preso un aereo giorni fa stracolmo di passeggeri e una volta arrivati in aeroporto siamo entrati nel bus dove per un bel po’ di tempo,in più di 50 persone, siamo stati costretti a condividere uno spazio così ristretto da dover stare gomito a gomito. Potrei andare avanti, ma mi fermo qui. Ora caro Vincenzo, ti chiedo di non trascurare il mondo della musica, dell’arte e della cultura. Noi svolgiamo un ruolo molto importante per la società e per l’umanità, da sempre.  Pensate anche a noi. Non godiamo dello stipendio mensile assicurato come tanta altra gente per la quale tutto sommato non è cambiato niente, tranne la paura di ammalarsi, come tutti noi. Ti saluto caramente e scusami se ti ho dato del tu, ma ti ricordo che io e Tony Esposito qualche anno fa, ti abbiamo accompagnato sul palco a Napoli (all’ Arenile di Bagnoli) a chiusura della tua campagna elettorale per diventare Governatore della Regione Campania”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/12/26/news/napoli_de_luca_covid-331724154/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?