giovedì, 8 Dicembre, 2022
11.6 C
Napoli

Napoli, un commissario per le Municipalità ma il presidente di Chiaia: “Io nomino la giunta”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Giovanna Mazzone, presidente della municipalità 1, rompe gli indugi: “Nominerò la mia giunta entro la fine della settimana, arrivi o meno la quadra di coalizione”. Più che un ultimatum quella di Mazzone è la presa di coscienza che non si può rinviare la decisione, al di là dell’intervento a gamba tesa del difensore civico regionale Giustino Fortunato che ieri ha annunciato la nomina di un commissario ad acta a cui affidare il compito di scegliere gli assessori. Procedura singolare, bollata come illegittima dai presidenti delle municipalità.

La verità ineludibile è che sui parlamentini il sindaco Manfredi paga il conto all’ampia coalizione che ha sostenuto la sua candidatura. Dieci municipalità su dieci conquistate dal cartello elettorale saldato intorno all’asse Pd- 5s. Ma la festa per il trionfo ha lasciato il campo alla litigiosità e dopo sei mesi i partiti ancora non sono stati capaci di trovare uno straccio di accordo per dividersi i 30 assessorati e i dieci vicepresidenti.

“D’intesa con la mia maggioranza – aggiunge Mazzone – procederò in autonomia. Non possiamo andare oltre, dobbiamo dare delle risposte di efficienza ai cittadini”. Al difensore civico ieri è arrivata anche la risposta del sindaco Manfredi che ha annunciato l’impugnazione dell’atto: “La democrazia non può essere commissariata, credo che ognuno debba fare il proprio mestiere “.

Manfredi, però, dovrà cercare di riportare ordine nella maxi coalizione di 13 liste che lo ha sostenuto: ” Ho lasciato ai partiti la decisione per trovare un equilibrio politico e per fare proposte sulle giunte. Aspetterò qualche altro giorno, ma se non ci sarà una sintesi dei partiti deciderò io ” afferma. Dichiarazioni che non sarebbero piaciute al segretario del Pd, Marco Sarracino con cui ieri il primo cittadino si è incontrato a margine del convegno della Filt- Cgil.

Qualsiasi decisione arrivi ci saranno scontenti. A far gola c’è anche lo stipendio che sarà adeguato all’aumento della remunerazione del sindaco e parte da oltre 1600 euro mensili. “La mancata nomina degli assessori è soprattutto un gigantesco problema politico di cui il sindaco e la sua maggioranza sembrano non avvertire il peso – accusano i gruppi consiliari di Forza Italia di Regione e Comunale – l’inerzia di questi mesi ha causato enormi difficoltà alla macchina amministrativa provocando un evidente danno di qualità della vita dei cittadini ” .

All’attacco anche la consigliera comunale Alessandra Clemente: “È allucinante pensare che dopo 200 giorni dall’elezione si sia dovuti arrivare a un commissario per provare a smuovere una situazione che affonda le sue radici nella mastodontica coalizione messa assieme da Manfredi “.

Assicura tempi stretti per le nomine il presidente della Municipalità 8 (Piscinola, Marianella, Chiaiano, Scampia), Nicola Nardella: “Al di là del richiamo al manuale Cencelli – dice quello che mi preme è garantire un livello di qualità nelle scelte”. Ma intanto dalla municipalità 4, il consigliere Armando Simeone (Bassolino per Napoli) denuncia: “Non si fanno le giunte, ma si convocano le commissioni per dare i gettoni di presenza. È un chiaro spreco ” . Per Sergio Rastrelli, commissario di Fratelli d’Italia, infine, “l’iniziativa del difensore civico regionale è una ulteriore mortificazione all’istituzione comunale e a un sindaco che ha sinora brillato solo per colpevole inerzia”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/04/28/news/napoli_un_commissario_per_le_municipalita_ma_il_presidente_di_chiaia_io_nomino_la_giunta-347225798/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?