venerdì, 3 Febbraio, 2023
6.8 C
Napoli

Napoli, vigilante aggredito con l’acido all’ospedale Loreto Mare: si protegge il volto, ferito alle mani

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Acido contro una guardia giurata in servizio all’ospedale Loreto Mare. Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 16, un uomo di origine albanese si presenta all’ingresso del nosocomio di via Vespucci chiedendo di raggiungere la compagna ricoverata al secondo piano del reparto di Medicina. E’ nervoso, agitato. Da diversi giorni si presenta in ospedale per portare frutta e caricabatterie alla donna. Ma questa volta  sembra particolarmente alterato.

L’uomo afferma di non avere notizie della sua compagna, che la donna morirà se non lo vedrà salire. All’ingresso ci sono tre vigilantes, spiegano all’aggressore che è vietato accedere ai reparti. E che solo dopo aver eseguito un tampone, è possibile incontrare i medici. A questo punto si scatena la follia. L’uomo tira fuori una bottiglia di acido muriatico e comincia a lanciare liquido ovunque. Anche verso i vigilantes. Uno dei tre viene colpito ma per fortuna si protegge il volto con le mani: riporta ustioni, quindi, sulle mani e sull’avambraccio. Scatta l’allarme, la guardia giurata viene soccorsa e trasferita all’ospedale Pellegrini. Sul posto arriva la polizia. Gli agenti dell’ufficio prevenzione generale bloccano l’aggressore. L’uomo sarebbe irregolare sul territorio, quindi scatterà una denuncia.

“Mi dispiace per l’ennesima aggressione a una guardia giurata – commenta  Giuseppe Alviti, presidente nazionale dell’Associazione Guardie particolari giurate – Abbiamo registrato due aggressioni nei primi due giorni dell’anno, iniziamo col botto. L’unica soluzione per fermare le violenze e proteggere i lavoratori è  militarizzare gli ospedali. Una volta c’era il drappello di polizia ma non aveva funzioni attive, non resta che far arrivare i soldati. E’ da rivedere l’intero sistema sicurezza”.

La prima violenza dell’anno si è verificata a Pozzuoli, dove sono stati aggrediti un’infermiera e una guardia giurata. Intorno alle 11 di ieri, segnala l’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate”, all’ingresso del pronto soccorso un uomo ha dato in escandescenze dopo aver accompagnato il figlio che qualche minuto prima aveva rifiutato il trasporto con un’ambulanza del 118. E’ stato necessario anche qui l’intervento della polizia. Gli agenti hanno bloccato e poi denunciato a piede libero l’aggressore per percosse e violenze. L’infermiera e il vigilante sono stati soccorsi. Un’ambulanza del 118, inoltre, è stata presa a bottigliate in via Bernini al Vomero, durante il trasporto di un paziente, da un uomo “infastidito dal suono delle sirene”. “Il servizio sanitario pubblico è sacro – dichiara Francesco Emilio Borrelli, deputato di Alleanza Verdi-sinistra – va protetto da violenti e teppisti. Bisogna fare in fretta, e rieducare l’utenza al rispetto di chi lavora per difendere la nostra salute”

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2023/01/03/news/napoli_vigilante_aggredito_con_lacido_allospedale_loreto_mare_si_protegge_il_volto_ferito_alle_mani-381803268/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?