giovedì, 8 Dicembre, 2022
11.6 C
Napoli

Nordio a Napoli visita il carcere di Poggioreale: “Bene l’avviamento al lavoro dei detenuti”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

“Siamo abituati a esprimerci in termini di criticità e negatività connesse alla carenza di strutture, di personale e più generale di risorse, però qui a Poggioreale vi è anche un lato buono, di assoluta professionalità del personale che ho incontrato dai massimi dirigenti fino agli operatori. E poi ho notato una cosa che ritengo fondamentale nelle carceri: una straordinaria attivazione del lavoro, ho visitato la pizzeria, la falegnameria una serie di strutture dove i detenuti lavorano e non vi è niente quanto il lavoro che possa riparare dall’ozio e dalla disperazione”: sono le prime parole del il ministro della giustizia Carlo Nordio al termine della sua visita al carcere di Poggioreale, seconda tappa dopo Regina Coeli della sua prima uscita pubblica nelle vesti di Guardasigilli. Per l’ex magistrato è come un ritorno in trincea, nell’istituto più affollato d’Italia e nella città alle prese con una diffusa criminalità organizzata e comune.

Ma sono anche i giorni della contestatissima Legge Manganello, il decreto d’esordio del governo Meloni che si propone di stroncare il fenomeno dei rave party ma introduce una stretta ritenuta eccessiva da suoi ex colleghi magistrati come Armando Spataro. Il ministro schiva le domande e si limita a una breve dichiarazione dove indica Poggioreale anche come un modello da seguire con riferimento allo sforzo posto in essere per avviare al lavoro i reclusi. “Sono detenuti che vengono retribuiti – sottolinea il ministro – e io spero che questa parte di Poggioreale che è in via di sviluppo aumenti e venga diffusa agli altri istituti carcerari perché non tutti sono in grado per ragioni logistiche di attuare questa straordinaria opera attuata qui. Mi ha gradevolmente sorpreso perché molto spesso ci sono dei pregiudizi – aggiunge – ma con questo non vogliamo nascondere le criticità del sistema penitenziario e della mancanza di risorse”. Nordio viene ricevuto dal capo del Dap Carlo Renoldi, dalla provveditrice regionale Lucia Castellano, dal direttore di Poggioreale Carlo Berdini e dal comandante Gaetano D’Iglio. I sindacati di polizia penitenziaria Uilpa, Sinappe, Uspp, Fns Cisl e Cgil gli consegnano un documento dove chiedono interventi dalla carenza personale al sovraffollamento.

“La mia visita è sintomatica di una attenzione primaria che ministero e governo dedicano al sistema carcerario, – dice il ministro – dobbiamo prendere atto di una formidabile evoluzione sia nella educazione del personale sia nella normazione verso il recupero del detenuto. Nulla quanto il lavoro e lo sport, sempre nell’ambito della certezza della pena che deve essere eseguita, può recuperare e rieducare il detenuto secondo quando imposto dalla Costituzione”

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/11/03/news/nordio_visita_poggioreale_bene_lavviamento_al_lavoro_dei_detenuti-372805782/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?