mercoledì, 12 Maggio, 2021
19.2 C
Napoli

Nugnes: “Il governo Draghi? I 5 Stelle hanno contribuito a demolire il Parlamento”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

“Questo governo? L’atto finale di un processo di demolizione del Parlamento cui si è prestato il Movimento 5 Stelle”. Eccola: voce contraria, donna del sud, politica legata al territorio, e senatrice tra le prime a voltare le spalle al Movimento “in cui avevo creduto fortemente”. È Paola Nugnes, 57 anni, l’architetta che era diventata uno dei volti napoletani più rigorosi dei 5S, fino alle prime clamorose fratture con Di Maio. Poi il suo addio dopo il voto contrario al decreto Sicurezza del fu ministro Salvini nel Conte I, l’espulsione formale dall’allora suo capo politico (conterraneo), da tempo è senatrice di Leu. E con la collega Elena Fattori,  oggi tornano ufficialmente sulla loro adesione al voto contrario al governo, decretato già domenica scorsa dall’assemblea nazionale di Sinistra Italiana.

Un’opposizione necessaria perché la politica, è la tesi, è ormai svuotata nelle aule per eccellenza della rappresentanza del Paese.  Spiega a Repubblica Paola Nugnes : “Il MoVimento 5 stelle si è fatto fautore dell’accelerazione di un processo di distruzione del Parlamento: alla faccia delle dichiarazioni del presidente della Camera il giorno del suo insediamento”. Una durissima analisi che oggi, pur se vive in un’altra area politica, sembra saldarsi con l’ira della base pentastellata e di tanti colleghi dissidenti del Movimento. “Il Parlamento – aggiunge la senatrice – è divenuto un luogo dove le idee e le ideologie si sono commiste in un unicum informe e pasticciato senza più valore,  al solo fine di dimostrare che questa istituzione fondamentale per la nostra democrazia, il parlamento e la rappresentanza non servono non hanno ragione di esistere. L’atto finale di questo processo si attua con questo governo che avrebbe dovuto essere tecnico, un governo del presidente di emergenza, ma che è, invece, molto politico. E nella sua stessa conformazione politica vuole sancire la morte della politica stessa: guidata al guinzaglio dai tecnici della Finanza con il solo scopo di aziendalizzare, dopo la scuola e la sanità in primis, anche lo Stato”.

Se si volta indietro, dunque senatrice, cos’è stato e cos’è per lei questa forza politica che l’ha portata in Parlamento e che ora é scossò da profonde divisioni? “Il MoVimento 5 stelle negli anni è passato da una dichiarazione di denuncia sul fatto che nel paese non ci fosse più rappresentanza né di destra né di sinistra , e che tutti fossero portatori fasulli di un unico interesse dietro diversi vessilli, al diventare un camaleontico soggetto politico”. Senza molta identità, intende? “Un soggetto che non è di destra né  di sinistra, cosa ben diversa. In pratica il MoVimento 5 stelle prende il colore e la forma dell’area di governo con cui si trova a lavorare. E questo lo fa nonostante i suoi voti – per essere in parlamento e quindi al governo – li abbia ricevuti da una chiara area politica,  per aver portato avanti battaglie ambientaliste, di  giustizia sociale e territoriale, che adesso non trovano più risposta nelle sue azioni di governo. Difatti, tranne che nel reddito di cittadinanza,  non possiamo vedere nei risultati del MoVimento 5 stelle nessuno degli obiettivi che si era prefisso”.

Una faglia che potrebbe comunque divaricarsi. E ora per lei e per Leu – a parte i governisti dei loro gruppi De Petris e Palazzotto – danno il via all’opposizione al governo Draghi.
“E’ una scelta che condividiamo e accogliamo con molto entusiasmo, convinte che il paese abbia assoluto bisogno di una opposizione da sinistra a questo governo, molto posizionato a destra, di tutti e di nessuno – scrivono le senatrici Nugnes e Fattori  – certamente sbilanciato sugli interessi della finanza che temiamo non sarà l’interesse delle fasce sociali più deboli, dei territori più disagiati e dell’ambiente”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/02/15/news/governo_draghi_nugnes_napoli_5_stelle-287674609/?rss

Cosa fare in città

Archivi