martedì, 28 Settembre, 2021
28.7 C
Napoli

Porte aperte a Palazzo San Giacomo: visita guidata gratuita

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Riprendono le visite guidate gratuite a Palazzo San Giacomo a Napoli, oggi palazzo del Municipio, ma grande complesso edilizio voluto da Ferdinando I di Borbone come “Real edificio dei Ministeri di Stato”

Ritornano le visite guidate gratuite presso Palazzo San Giacomo a Piazza Municipio oggi sede centrale del Comune di Napoli. La visita si terrà venerdì 30 aprile 2021 alle ore 17,30 e durerà circa 1 ora e 30 minuti ed è gratuita. Ai visitatori è richiesta la prenotazione obbligatoria e verranno guidati in visita conoscendo la storia del palazzo e le curiosità, la facciata e l’ingresso principale, il cortile, le scale e la loro storia che conducono al secondo piano (uffici storici dei sindaci), i corridoi storici e le chiavi della città, la sala della Giunta, storia e veduta. la sala riunioni del sindaco di Napoli.

Visite gratuite a Palazzo San Giacomo

La visita sarà condotta nel rispetto della normativa vigente con tutte le misure di sicurezza per i visitatori e i lavoratori e con obbligo sempre della mascherina e del distanziamento e rispetto delle misure di sicurezza previste.

Palazzo San Giacomo: il Real edificio dei Ministeri di Stato

La visita ci consentirà di conoscere il grande palazzo che fu edificato nel 1816 per volere di Ferdinando I di Borbone, Re delle Due Sicilie, per riunire i molti ministeri e le segreterie di Stato del Regno che fino ad allora erano dislocati in punti diversi della città.

palazzo san giacomo napoli

Nel “Real edificio dei Ministeri di Stato” furono trasferiti infatti tanti uffici e ministeri che erano dislocati in vari punti della città: la Presidenza del Consiglio dei Ministri e i Ministeri degli Affari Esteri, degli Interni, di Grazia e Giustizia, degli Affari Ecclesiastici, della Polizia, della Guerra, della Marina, delle Finanze, dei Lavori Pubblici, dell’Istruzione, dell’Agricoltura e del Commercio.

L’enorme palazzo iniziato nel 1816, e terminato nel 1825 fu costruito dall’architetto Stefano Gasse che nel 1827 ebbe l’incarico dal Re di costruire anche il grande “Muro Finanziere”, la grande muraglia che circondò e chiuse Napoli, da San Giovanni a Largo Sermoneta, per combattere il contrabbando di merci in città.

Il Real edificio dei Ministeri di Stato era un edificio monumentale che andava da piazza Municipio fino all’attuale a Via Toledo inglobando anche l’odierna sede del Banco di Napoli.

Per la sua costruzione fu avviata una grande operazione urbanistica che richiese molte demolizioni di abitazioni, monasteri, chiese e del Banco di San Giacomo. Fu risparmiata solo la chiesa di San Giacomo degli Spagnoli, risalente al ‘500 dove è sepolto Don Pedro di Toledo, che fu inglobata nella maestosa costruzione e che ancor oggi si trova a Piazza Municipio.

Nel grande edificio, che arrivava fino all’attuale via Toledo, fu anche spostata la banca di stato, il Banco delle Due Sicilie e poi l’ufficio della Borsa e la Gran Corte dei Conti. Gli uffici furono arredati esclusivamente con mobilia e manufatti prodotti nel Regno delle Due Sicilie.

Con l’unità d’Italia nell’enorme palazzo, che si estendeva fin sopra via Toledo ed era attraversato da una galleria che collegava la Piazza a via Toledo, furono insediati uffici dell’amministrazione statale periferica. L’attuale palazzo e la conformazione della zona risale al 1939 quando il Banco di Napoli riuscì ad acquisire i rimanenti uffici statali, occupati fino ad allora dall’Intendenza di Finanza, li demolì e realizzò Palazzo Piacentini la sua nuova ed attuale sede.

Visita guidata a Palazzo San Giacomo, maggiori informazioni

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Fonte: https://www.napolidavivere.it/2021/04/28/porte-aperte-a-palazzo-san-giacomo-visita-guidata-gratuita/

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?