mercoledì, 27 Ottobre, 2021
19.7 C
Napoli

Potenza, parla l’avvocato del fidanzato di Dora Lagreca: “L’imputazione di istigazione al suicidio è anomala, era una coppia normale”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

“È sotto shock” Antonio Capasso, il fidanzato di Dora Lagreca, la trentenne che ha perso la vita a Potenza la notte tra venerdì e sabato scorso dopo essere precipitata dal balcone della mansarda al quarto piano di una palazzina di via Di Giura, nel quartiere Parco Aurora. A dirlo a Repubblica è l’avvocato difensore, Domenico Stigliani. Il giovane, che era in compagnia della donna al momento dell’accaduto, da ieri è indagato per istigazione al suicidio. Una imputazione “anomala” secondo Stigliani “perché l’istigazione- spiega ancora a Repubblica – presuppone un proposito criminoso. Devo spingere qualcuno ad ammazzarsi, non basta dire a qualcuno di fare quello che vuole”.

Capasso, 29 anni, di Potenza, è stato ascoltato una sola volta dai carabinieri, subito dopo il tragico evento “e non come indagato”, precisa ancora l’avvocato. “Anche  le dichiarazioni pregresse quindi – continua – non hanno valore. Ma noi non ci formalizzeremo su questo, anche perché riteniamo che la versione sia quella data”. 

Antonio e Dora stavano insieme da circa un anno. Quella notte erano appena rientrati nella casa di via Di Giura da una festa. “Stavano discutendo – racconta l’avvocato difensore del ragazzo – non litigando. Lei rimproverava lui che non l’amasse, che provasse interesse verso un’altra. Entrambi soffrono di ipoacusia, il mio assistito ha una protesi a un orecchio. Per questo possono avere alzato entrambi la voce. Lei si è spogliata perché doveva lavarsi e mettersi a letto. Poi all’improvviso si è avvicinata al balcone e ha compiuto quel gesto. Lui è sceso subito giù, scalzo, si è tolto la camicia e ha coperto la ragazza”. È stato lui stesso a chiamare i soccorsi.

“Non ci sono elementi pregressi per i quali lui possa aver fatto altro – prosegue Stigliani – non ci sono precedenti episodi di maltrattamento o denunce della ragazza. Era una coppia normale, che litigava come tutte le coppie del mondo. Infatti l’imputazione non è omicidio volontario”. Una “brutta storia” secondo l’avvocato. “Una tragedia – dice – sono entrambi molto giovani e il ragazzo sta molto male, era molto affezionato a Dora”. L’autopsia sul corpo della donna, che dovrebbe essere eseguita oggi, potrebbe portare a ulteriori chiarimenti. 

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/10/12/news/potenza_parla_l_avvocato_difensore_del_fidanzato_di_dora_lagreca-321905903/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?