domenica, 17 Ottobre, 2021
15.9 C
Napoli

Reggia di Caserta, una non-stop per la Festa delle musica

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Una non-stop di 15 concerti: così la Reggia di Caserta celebra domenica 20 giugno la Festa europea della Musica lanciata nel 1982 ogni 21 giugno per il solstizio d’estate. L’appuntamento nel monumento vanvitelliano, intitolato “Squilli di musica e vita” per una rinascita dopo il Covid, si svolge dalle 10,30 alle 17,30 con una maratona ideale che parte da uno dei padri della musica europea, Johann Sebastian Bach, e arriva al grande compositore dei nostri giorni e scomparso a luglio di un anno fa, Ennio Morricone.

In pedana ci saranno giovani solisti ed ensemble scelti dall’associazione “Anna Jervolino” e dall’Orchestra da Camera di Caserta che hanno curato la manifestazione in collaborazione con la Reggia di Caserta e il sostegno del Ministero della Cultura e della Regione Campania. La musica “invaderà” più spazi, alcuni riscoperti con nuove funzionalità per l’occasione: si va dagli appartamenti reali al parco, fino al vestibolo superiore, le sale della conversazione e dei fasti farnesiani, la castelluccia e il criptoportico del giardino inglese nel parco reale.

Qui, alle 11,30, l’omaggio al premio Oscar Morricone con il NovaPolis Ensemble – Marco Covino (flauto), Giovanni Borriello (oboe), Giuseppe D’Antuono (clarinetto), Marco Alfano (fagotto) e Michelangelo De Luca (corno) – per una scaletta di celebri colonne sonore come “C’era una volta il West”, “Nuovo cinema Paradiso” e “Per un pugno di dollari”.

I programmi musicali sono proposti in diversi orari: ad esempio, il Clarinet Trio composto da Alessandro Del Prete, Giuseppe Di Maio ed Emanuele Palomba si esibirà in “Divertissement” con musiche di Ludwig van Beethoven e Wolfgang Amadeus Mozart alle 10,30 e alle 11,30. Il chitarrista Claudio Mirate proporrà invece pagine di John Dowland, Bach, Tarrega e altri autori. Con il duo composto da Antonio Troncone (flauto) e Alba Brundo (arpa), brani di Rossini, Donizetti, Bizet e ancora di Elgar e Debussy. In scena il Sax Quartet (Chiara Maria Beatrice Cannavale, Leonardo Auricchio, Antonio Fuoco e Gennaro D’Andreti), il duo di fisarmonica Luca De Prisco e Nicola Tommasini (musiche di Piazzolla, Galliano, Bacalov e altri), il chitarrista Gianpaolo Ferrigno (tra gli autori scelti c’è Domenico Scarlatti), il Trio Algol di Stefano Tommaso Duca (flauto), Marilena Di Martino (violino) e Restituta Rando (chitarra) che eseguirà anche brani di Ferdinando Carulli, il musicista napoletano che ha fatto la storia della chitarra. I concerti sono gratuiti (biglietto d’ingresso o abbonamento alla Reggia di Caserta).

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/06/18/news/reggia_di_caserta_una_no-stop_per_la_festa_delle_musica-306664477/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?