sabato, 1 Ottobre, 2022
20.8 C
Napoli

Sannio, scene da un matrimonio: il borgo “fantasma” rivive con un “sì”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

C’era una volta il borgo di Molinara, nel cuore del Sannio: spazzato via, o quasi, dal terribile terremoto del 1962. Scapparono tutti, da quella collina tufacea che barcollò, seminando terrore e distruzione: il paese, come spesso accade in circostanze analoghe, si sviluppò a qualche chilometro di distanza. Il recupero parziale è storia recente: a riaccendervi i riflettori ci hanno ora provato Carmela e Stefano, che qui hanno deciso di dirsi “sì”. Trasformando il loro matrimonio in una escursione culturale e storica. Di più: in una promessa di rigenerazione urbana.

Lei, del resto, è proprio di Molinara, che oggi conta 1.500 abitanti (tutti fuori dal borgo storico, naturalmente): manager di marketing per un’azienda farmaceutica milanese, ha trovato l’amore proprio in Lombardia, incontrando Stefano, geometra e tecnico certificatore energetico di edifici. Ma ci sono legami che non si recidono: il matrimonio s’aveva da fare al Sud, naturalmente, ma la novità è che per la prima volta – grazie al coinvolgimento delle istituzioni locali e alla spinta di alcune attività commerciali – la location è stata, a sorpresa, proprio il borgo fantasma. Tornato a ripopolarsi, come per incanto.

Volevo fare un gesto di generosità per il mio paese – spiega la sposa – e ho davvero visto la gente felice in una splendida giornata, in una cornice naturale e fatta di mura familiari, di pietre del presente e del passato, di radici e di storia: così, proprio come avevo sognato, il borgo antico di Molinara è diventato il protagonista del giorno più bello”.

Tutto il paese è stato coinvolto nell’organizzazione del matrimonio, ogni angolo del borgo ha preso vita con allestimenti tipici di un evento nuziale. “Il tutto senza l’aiuto di un wedding planner”, annota Carmela. La funzione religiosa, officiata dal parroco di Molinara don Sergio Ingegno, è avvenuta nella bellissima chiesa di Santa Maria dei Greci, la cui fondazione risalirebbe tra l’XI e il XII secolo, da sempre uno dei patrimoni artistici e monumentali di grande interesse per la comunità molinarese e per l’intero Sannio.

Poi, tutti gli invitati – tra i quali una folta delegazione settentrionale – si sono trasformati in turisti, guidati dall’assessore alla cultura del comune di Molinara: hanno così attraversato il borgo, tra degustazioni di prodotti tipici della zona e musica tradizionale. E con la bomboniera, ecco la speciale “tessera” di visitatori del borgo di Molinara, che prova così a liberarsi dell’etichetta di paesino “fantasma”. “E chissà che la nostra idea non possa suggerire un nuovo trend per questa realtà piccola dell’entroterra sannita, che ha bisogno di dimenticare il suo passato e rigenerarsi”, spiegano gli sposi. Non a caso è stato da poco pubblicato un bando per l’occupazione di alcuni locali da adibire a piccole attività commerciali.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/08/03/news/sannio_scene_da_un_matrimonio_il_borgo_fantasma_rivive_con_un_si-360284810/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?