martedì, 28 Settembre, 2021
22.3 C
Napoli

Sole estivo ma spiagge deserte, la Pasquetta malinconica di Ischia e Capri

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Una Pasquetta così, sulle isole del golfo di Napoli, la si ricorderà a lungo. Temperature quasi estive e sole caldo, sui social il “trend topic” è – naturalmente – l’occasione perduta. A Ischia le spiagge sono deserte: dai Maronti a Citara, da Cava dell’isola a San Francesco, dalla spiaggia dei pescatori alla Mandra, gli isolani rispettano i dettami della zona rossa e, al più, optano per una passeggiata, con mascherine e rispettando il distanziamento, come confermano le forze dell’ordine, impegnate nei controlli sul territorio e persino ai porti, desolatamente vuoti.
Un lunedì in albis atipico, insomma, almeno sui lungomare e in piazza, e – per il secondo anno consecutivo – senza il consistente esodo del chiassoso turismo mordi-e-fuggi di Pasquetta, una costante pre-Covid che inizia a diventare riferimento quasi nostalgico.

Ischia – foto Franco Trani  


Alle biglietterie delle compagne marittime che non hanno soppresso i collegamenti nessuna coda e pochissimi viaggiatori.

Anche il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino, si compiace per il rispetto delle regole da parte della cittadinanza e, commentando il completamento dell’hub vaccinale al Palasport Federica Taglialatela (sull’isola ce ne saranno due, l’altro è a Forio), rivela che “l’obiettivo comune è quello di riuscire a completare la campagna vaccinale entro l’estate, un obiettivo ambizioso ma raggiungibile con la collaborazione di tutti, cittadini compresi”.

Capri- foto Giuseppe Catuogno 


Da qualche ora, tutti i cittadini over 16 delle tre isole del golfo di Napoli possono prenotare infatti la vaccinazione sulla piattaforma regionale: il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha annunciato una priorità per la popolazione delle principali destinazioni turistiche.

Foto Franco Trani- Ischia 

E salvare la stagione è una priorità anche a Capri, dove in pochi hanno fatto capolino in piazzetta in questo lunedì da zona rossa, magari per sorseggiare un caffè (da asporto, naturalmente) al Bar Alberto, l’unico aperto. Il sindaco Marino Lembo parla di “una valanga di richieste di vaccinazione da parte della popolazione per aderire alla campagna, con duemila persone già vaccinate e l’obiettivo di terminare l’opera, per Capri e Anacapri, entro una decina di giorni”. L’idea, prosegue il primo cittadino, è quella di “creare una bolla Covid-free per consentire un avvio della stagione turistica in piena sicurezza”. Come a dire: il sacrificio della Pasqua in semi-lockdown non sarà vano.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/04/05/news/sole_estivo_ma_spiagge_deserte_la_pasquetta_malinconica_di_ischia_e_capri-295188844/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?