domenica, 5 Dicembre, 2021
11.7 C
Napoli

Sparò in piazza e ferì la piccola Noemi, pena ridotta in appello dopo la confessione

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Pena ridotta in appello per Armando Del Re, il trentunenne sicario vestito di nero e con il volto coperto da casco integrale che alle cinque del pomeriggio del 3 maggio 2019 aprì il fuoco in piazza Nazionale, in pieno centro di Napoli, e ferì gravemente un’incolpevole bambina di 4 anni, Noemi, che porta ancora impresse sul corpo le conseguenze della sparatoria. La terza sezione penale (presidente Giovanni Carbone) ha condannato Del Re a 16 anni e 8 mesi di reclusione. In primo grado, l’imputato era stato condannato a 18 anni di reclusione. Confermati invece i 14 anni di reclusione che erano stati inflitti in primo grado ad Antonio Del Re, fratello minore di Armando, accusato di aver svolto il ruolo di complice nell’agguato.

In attesa delle motivazioni, appare chiaro che il nuovo calcolo della pena sia stato determinato dalla confessione, pur tardiva, resa in aula da Armando Del Re durante una delle udienze del processo. Le sue parole erano stato accolte con indignazione dai familiari di Noemi, che si sono costituiti parte civile in giudizio e da quel drammatico pomeriggio continuano a chiedere giustizia per la loro bambina: “Con noi questi giochetti non funzionano”, avevano detto Tania e Fabio, contestando quella che avevano definito come una “subdola strategia che ha come unico obiettivo quello di nascondere la verità e ottenere uno sconto di pena”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/11/23/news/sparo_in_piazza_e_feri_la_piccola_noemi_pena_ridotta_in_appello_dopo_la_confessione-327540360/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?