martedì, 6 Dicembre, 2022
14.2 C
Napoli

Una malattia rara, 19 anni e il sogno di lavorare nella moda: la storia di Alessandro

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Ha un malattia rara, 19 anni, non sente bene da quando aveva tre anni e si avvia alla cecità, ma questo non gli impedisce di diventare a Napoli testimonial di una campagna nel settore della moda perchè, dice, “voglio dare una segnale di speranza a tanti giovani affinchè non mollino e realizzino i loro sogni”. Alessandro Coppola, napoletano di Fuorigrotta, spiega di amare “follemente” la moda e, da quando ha avuto la diagnosi della malattia nel 2019, “questa passione è scoppiata” dentro di lui. “Sono stato curato al Bambin Gesù di Roma e ho fatto un lungo percorso di logopedia per potermi esprimere e ora un apparecchio acustico – spiega – però nel 2019, a 16 anni, la mia vita è cambiata perchè ho avuto una diagnosi bruttissima e per questo sono seguito oggi anche da Telethon. Ho una malattia visiva rara, degenerativa, collegata alla sordità.

Però credo tantissimo nella ricerca e questa è la mia testimonianza: la moda mi permette di esprimere la mia ‘imperfezione/perfezione’ perchè in questo settore si stanno facendo passi in avanti abbattendo molti standard rigidi e passando per modelli curvy, transgender, da sindrome di Down ma finora non erano stati presi in considerazione ragazzi con disabilità sensoriali che non si notano al primo impatto. E’ la prima volta in Italia e avviene non in una capitale della moda” racconta all’ANSA.

“Alessandro Made with Nature” è la campagna display partita dal 7 novembre (fino al 19) che promuove la “diversity&inclusion” e invita a comportamenti eco-sostenibili; un’iniziativa, è stato spiegato oggi allo spazio culturale IAV “In Arte Vesuvio”, nata dalla sinergia tra Sport 7/ R’ush e Gruppo Ipas, con il patrocinio del Comune di Napoli insieme con l’assessore al Welfare, Luca Trapanese, la consigliera comunale Alessandra Clemente, presidente della Fondazione Silvia Ruotolo onlus, con Lucia Andolfo Lerro, ideatrice e fondatrice di “In Arte Vesuvio” e Vincenzo De Simone, fotografo che ha realizzato gli scatti per la campagna all’insegna del motto “Non ci sono limiti invalicabili, soltanto sogni da inseguire”.

La campagna è sui principali impianti display di Napoli; Alessandro è testimone del “Capability Festival” e attivista per i diritti di persone con disabilità. L’iniziativa ha la finalità di promuovere buone pratiche aziendali per la comunità di “diversity&inclusion” e di invitare a comportamenti eco-sostenibili grazie alla linea di abbigliamento sportivo scelta per lo shooting e indossata da Alessandro, realizzata con materiali ecocompatibili. “Un progetto in cui aziende e istituzioni lavorano insieme nella più ampia sfida di una società senza barriere fisiche e culturali” ha spiegato Antonello Visalli, presidente di Sport 7. Per Stefania di Giacomo, direttore commerciale di Ipas, “il sogno di Alessandro, che da sempre desiderava essere il modello di una campagna pubblicitaria, grazie a questa sinergia diviene realtà”. “La disabilità di una persona non deve essere più vista e vissuta come un problema – ha sottolineato l’assessore Trapanese – ma come la capacità che quella persona ha di essere inserita nella nostra società. Vedere Alessandro testimonial di importanti brand mi fa sperare che, attraverso il lavoro di comunicazione e di educazione alla disabilità, si possa immaginare un’integrazione ad ampio raggio e lanciare un messaggio moderno”. E Clemente ha aggiunto: “Alessandro è un modello in tutti sensi. Supera ogni giorno le sfide della sua disabilità con determinazione e grinta e con forza lancia un grande messaggio a tutti noi”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/11/08/news/una_malattia_rara_19_anni_e_il_sogno_di_lavorare_nella_moda_la_storia_di_alessandro-373601552/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?