martedì, 6 Dicembre, 2022
14.2 C
Napoli

Vincenzo Salemme: “Ho in mente una storia Napoli vista dal mare”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Vincenzo Salemme con il suo spettacolo “Napoletano? E famme ‘na pizza!” ritorna da questa sera al Teatro Diana. Riparte così il tour dei record che nella scorsa stagione ha toccato 17 città con più di 100 repliche e oltre 80 mila spettatori: in scena fino al 6 novembre.

Salemme, ritorna ma non è una sorpresa…
“No, certo: lo decidemmo già a marzo, mentre lo spettacolo era in scena e il teatro sempre gremito; Giampiero Mirra lanciò l’idea di un ritorno, a me sembrava troppo presto e invece aveva ragione, gli spettatori sono stati contenti e replicano, evidentemente si divertono”.

Lo spettacolo non è cambiato.
“Per niente: c’è il gioco sui luoghi comuni, il piacere di parlare con il pubblico, dialogare scherzando ma anche seriamente, ridere ma con un timbro di risata che è speciale”.

In che senso?
“C’è un timbro della risata che varia, capisco cosa pensano gli spettatori quando parlo, ricevo insegnamenti importanti. Eduardo mi disse una volta: Ci sta colpo di tosse e colpo di tosse, è diverso se gli spettori sono raffreddati o se si stanno scocciando. Aveva ragione, uno si accorge se il colpo di tosse ha dentro l’imbarazzo della noia”.

A lei capita mai?
“Ma sto attento, bisogna sapere che siamo al servizio del pubblico”.

È passata l’estate, intanto…
“E mi sono riposato, ne avevo bisogno: cinque mesi di pausa, non lo facevo da tempo. Il mese più bello è stato agosto, trascorso a Napoli, a godermi la città, bellissima, accogliente. Andavo al mare e me la guardavo nella sua luce estiva, nei suoi colori, vista dal mare mozza il fiato tanto è bella. Sembra senza tempo”.

Sembra lo spunto per una commedia.
“Non sarebbe male: rappresentare Napoli dall’altro lato, è tutto un altro punto di vista. Una sensazione curiosa, come se ci stessi dentro ma il mare la ripulisse di tutte le paure, le contraddizioni. Ci si accorge, a vederla dal mare, della storia tanto lunga e profonda di questa città”.

Intanto lei ha ricevuto un importante riconoscimento il Premio Siae per il Teatro.
“Una vera gioia, nella motivazione è scritto che sono premiato come “grande esponente dell’arte della commedia napoletana”, che mi sono “sempre rinnovato rendendo moderna una tradizione antica”, che faccio convivere “la popolarità con la qualità, la risata trascinantecon la romantica malinconia”. È il pubblico che lo dice, che esce di casa per comprare il biglietto, che viene la sera a teatro, prende la macchina, cerca un parcheggio, mi ascolta per due ore, e magari ritorna, lo spettacolo gli è piaciuto. Credo sia un premio bellissimo”.

Premia la sua lunga fatica d’attore e di autore.
“Credo premi il mio sforzo, come se facessi un buon caffè. Perché faccio il mio mestiere con gioia e con fatica, mettendoci passione. La passione è indispensabile, in tutto. Per fare un lavoro, ad esempio: anche la politica richiede passione, ricordo quando incontrai un operaio della Selenia, mi mostrò i suoi bulloni con un orgoglio commovente. Era passione quella, era comunista e operaio e voleva mostrarlo. Oggi è meno facile trovarla”.

Una critica alla sinistra?
“Beh, sembra non accorgersi della classe operaia”.

E il teatro cosa può fare?
“Non rinunciare a parlare, sembra non esserci un legame e invece c’è, decidere di uscire per andare a teatro è importante, com’è importante andare a votare. Si esce per andare a ridere o a piangere, ma si esce da se stessi. Il teatro osserva e parla. Credo sia importante”.
© RIPRODUZIONERISERVATA

f
Quest’estate ho guardato spesso la mia città dall’altro lato, con una luce estiva. La sinistra?
Sembra non accorgersi della classe operaia In teatro gioco sui luoghi comuni: pizza, mozzarelle, caffè
Serve passione per fare bene il proprio lavoro, io ascolto la gente: me lo insegnò Eduardo anni fa

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/10/14/news/vincenzo_salemme_ho_in_mente_una_storia_napoli_vista_dal_mare-370057676/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?