Posts nella Categoria

CAMPANIA ULTIM’ORA

CAMPANIA ULTIM'ORA febbraio 22, 2019 admin

GdF, Confesercenti e commercialisti alla corsa per la legalità  

Leggi tutto
CAMPANIA ULTIM'ORA febbraio 22, 2019 admin

Ragazzi Scuola vela Mascalzone Latino alla Family Run  

Leggi tutto
CAMPANIA ULTIM'ORA febbraio 22, 2019 admin

Neve a Napoli  

Leggi tutto
0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 22, 2019 admin

GdF, Confesercenti e commercialisti alla corsa per la legalità  

Confesercenti Campania è  tra i promotori della gara podistica “Napoli conCorre per la legalità”, in programma domenica nell’ambito della “Napoli City Half Marathon”. La manifestazione è stata fortemente voluta dal Comando regionale Campania della Guardia di Finanza, nella persona del generale Virgilio Pomponi, con lo scopo di lanciare un messaggio sul valore civile ed educativo alla legalità economica. Per l’occasione è stata realizzata una maglietta per i partecipanti, nel cui retro reca l’articolo 53 della Costituzione (“Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”), ovvero il tema dell’iniziativa sostenuta e promossa da Confesercenti Campania ma anche all’ordine dei Dottori Commercialisti di Napoli e dal Coni.  “Scegliamo, con forza, di correre per la legalità seguendo alla lettera i dettami dell’articolo 53 della Costituzione”, spiega Vincenzo Schiavo, presidente Confesercenti Interregionale (Campania e Molise). “Lo sport – aggiunge – è un’importante lingua comune che mette insieme Stato, con la Guardia di Finanza, professionisti e imprenditori con l’obiettivo unico del rispetto della legalità. Questa gara rappresenta un’importante opportunità per dare un segnale per far crescere le nostre imprese. E’ un’occasione per fare rete con la Guardia di Finanza, e quindi con lo Stato, e con i commercialisti, per poter fare formazione all’interno del nostro sistema imprenditoriale. Siamo sempre dell’avviso che lo Stato deve abbassare le tasse ma noi professiamo da sempre il rispetto delle regole. I nostri associati sono orgogliosi di rappresentare la legalità e di partecipare a questa iniziativa. Avere uno Stato in cui tutti pagano le tasse significa vincere una battaglia insieme. Se mettiamo in condizione tutti gli imprenditori di pagare le tasse, non chiedendo loro i due terzi del loro incasso, tutti possono farlo e probabilmente pagando anche di meno”. Oltre cento gli imprenditori legati a Confesercenti che parteciperanno alla gara e che indosseranno la maglietta. Oltre alla sensibilizzazione sul tema della legalità, Confesercenti Campania donerà anche un contributo alla fondazione  “La Casa di Tonia”, progetto che aiuta le donne in condizioni di povertà. “E’ una delle tante nobili cause che sposiamo e che esistono a Napoli – dice Schiavo – contribuiamo con grande partecipazione  a sostenere questa eccellenza del territorio”. La gara podistica, organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Napoli Running, prevede la partecipazione di oltre 9mila atleti, con lo “start” alle ore 9 da viale Kennedy e la conclusione alla Mostra d’Oltremare. 

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 22, 2019 admin

Ragazzi Scuola vela Mascalzone Latino alla Family Run  

Neanche la temperatura prossima allo zero, i fiocchi di neve e il vento gelido hanno fermato i ragazzi della Scuola vela Mascalzone Latino, questa mattina ai nastri di partenza della Family Run Friends, corsa non competitiva organizzata dalla Napoli Running nell’ambito delle iniziative legate alla Napoli City Half Marathon, in programma domani.  

“Con questo vento e con questo freddo i ragazzi di Mascalzone Latino sono la testimonianza dell’energia, della forza e del coraggio per andare avanti e credere in un futuro non solo per loro, ma anche per la città di Napoli”, ha commentato Vincenzo Onorato, presidente di Mascalzone Latino, che al nastro di partenza ha voluto salutare i ragazzi della scuola vela fondata nel 2007 per offrire ai ragazzi dai 6 anni in su che vivono in un forte disagio sociale ed economico un’opportunità di riscatto attraverso lo sport della vela e i suoi valori.  

“Quello che la scuola di Mascalzone Latino offre loro – ha aggiunto Onorato – è una prospettiva sul mare. Napoli è bagnata dal mare ma non per tutti, sembra una banalità ma non lo è. Per loro il mare significherà una speranza e un futuro di vita, come lo è stato da giovane per me”.   L’allerta meteo diramata dalla Protezione civile della Campania per brusco abbassamento delle temperature e forte vento, e l’ordinanza firmata dal sindaco Luigi de Magistris che ha disposto la chiusura di scuole, cimiteri e parchi, ha costretto gli organizzatori a una rivisitazione del percorso della Family Run, passeggiata ludico-motoria riservata a famiglie e amatori che dalla Mostra d’Oltremare avrebbe dovuto raggiungere la vicina Edenlandia.  

I partecipanti hanno invece percorso un circuito diramato tra il Teatro Mediterraneo e il Padiglione 3, tutto all’interno della Mostra. Un ridimensionamento dell’evento che non ha intaccato il clima di festa vissuto da tutti i partecipanti, dai ragazzi di Mascalzone Latino agli amatori napoletani, del resto d’Italia e dall’estero.  

Una partecipazione che ha anche un importante risvolto sociale: parte del ricavato delle iscrizioni sarà infatti devoluto all’Associazione Sostenitori Ospedale Santobono onlus, creata dai medici dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli con l’obiettivo di migliorare le condizioni di degenza dei piccoli pazienti e dei loro familiari e di acquistare strumenti e apparecchiature mediche per migliorare la qualità delle prestazioni.  

Le donazioni offerte all’associazione nello stand presente alla Mostra d’Oltremare andranno al progetto “Sogni d’Oro”, che si propone di trasformare le attuali stanze di degenza in camerette a misura di bambino, con letti colorati, culle funzionali, armadi capienti, letti confortevoli per le mamme, comodini, tavoli e sedie. 

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 22, 2019 admin

Neve a Napoli  

Fiocchi di neve a Napoli, dove si è manifestato l’annunciato brusco calo di temperature.  

Nonostante il cielo limpido e il sole, fiocchi di neve sono caduti in particolare sulla zona collinare della città, ma anche al centro vicino al mare. E’ in vigore l’ordinanza del sindaco Luigi de Magistris che ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, dei cimiteri e dei parchi pubblici. 

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 22, 2019 admin

Raffiche vento forte, allerta Centro-sud  

Centro-sud colpito da fortissime raffiche di vento. A Bari
un mercantile è in difficoltà davanti alla spiaggia di ‘Pane e Pomodoro’ per le raffiche di grecale. E nel golfo di Napoli, sempre a causa del forte vento che rende il mare molto agitato e che sta causando mareggiate lungo le cose di Ischia e di Capri, sono sospese le corse veloci e anche molte corse dei traghetti.
Cancellate per avverse condizioni meteo le corse previste entro mezzogiorno dalle compagnie Caremar e Alilauro, molte anche le corse delle navi Medmar cancellate sulle tratte dai porti di Napoli e Pozzuoli per le isole Ischia e Procida.  

La Protezione civile della Campania ha emanato un’allerta meteo in relazione al previsto abbassamento brusco delle temperature e al forte vento: a Napoli e a Benevento i sindaci Luigi de Magistris e Clemente Mastella hanno emanato un’ordinanza che dispone la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, parchi e cimiteri. 

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 22, 2019 admin

Raffiche vento, incidente tra navi a Ischia  

Centro-sud colpito da fortissime raffiche di vento, mare mosso e problemi per alcune imbarcazioni. A Bari
un mercantile in difficoltà davanti alla spiaggia di ‘Pane e Pomodoro’ per le raffiche di grecale, mentre nel porto di Ischia si è verificato un incidente tra due motonavi: una ha urtato contro la prua di una seconda imbarcazione. Nell’impatto nessuno è rimasto ferito. Sul posto gli uomini della Capitaneria di Porto.  

Inoltre, nel golfo di Napoli, sempre a causa del vento che rende il mare molto agitato e che sta causando mareggiate lungo le cose di Ischia e di Capri, sono sospese le corse veloci e anche molte corse dei traghetti.
Cancellate per avverse condizioni meteo le corse previste entro mezzogiorno dalle compagnie Caremar e Alilauro, molte anche le corse delle navi Medmar cancellate sulle tratte dai porti di Napoli e Pozzuoli per le isole Ischia e Procida. 
La Protezione civile della Campania ha emanato un’allerta meteo in relazione al previsto abbassamento brusco delle temperature e al forte vento: a Napoli e a Benevento i sindaci Luigi de Magistris e Clemente Mastella hanno emanato un’ordinanza che dispone la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, parchi e cimiteri. 

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 20, 2019 admin

A 3 anni vaga di notte in strada, denunciati genitori  

Un bimbo di 3 anni vaga nella notte per la città e viene trovato dai carabinieri che lo portano in un luogo caldo e poi denunciano i genitori. L’incredibile storia si è verificata a Sant’Antimo dove alle 2 di notte un bambino di 3 anni camminava da solo, in pigiama, infreddolito, con un joystick in mano. Lo hanno notato in via Nicola Romeo i carabinieri della tenenza di Sant’Antimo durante un servizio di pattuglia. I militari sono scesi dall’auto e si sono precipitati per metterlo al sicuro. Hanno preso in braccio il bimbo e lo hanno rassicurato.  

In un primo momento il piccolo non riusciva neanche a parlare ed è stato tranquillizzato dai militari che lo hanno portato in caserma e rifocillato con una bevanda calda e una merendina in attesa dei sanitari del 118. Una volta giunto sul posto il personale sanitario, il bambino è stato visitato e per fortuna stava bene ed era solo molto spaventato. I militari dell’Arma sono poi tornati indietro a cercare la madre. La donna nel frattempo si era accorta che il bambino non c’era ed aveva chiamato il marito il quale era a Caivano dove di solito fa il parcheggiatore abusivo. La signora ha spiegato che ieri sera si era addormentata sul divano mentre guardava la tv e presumeva che proprio in quei momenti il figlio fosse uscito di casa approfittando della serratura di casa rotta. La posizione di entrambi i genitori è stata rapportata alla Magistratura. 

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 19, 2019 admin

L’ex sindaco di Scafati annuncia suicidio su Fb, lo salvano i familiari  

Tenta il suicidio l’ex sindaco di Scafati Pasquale Aliberti, imputato nel processo ‘Sarastra’, oggi in corso al Tribunale di Nocera Inferiore. L’annuncio del suicidio è stato dato attraverso Facebook dallo stesso ex primo cittadino: “Dopo 400 giorni di misura cautelare, dopo tutta la violenza subita da questa indagine, dopo l’ultima udienza di oggi, l’unica soluzione è farla finita. Mi stanno distruggendo da anni sul nulla”. Secondo la prima ricostruzione dei fatti, Aliberti è stato soccorso dai familiari all’interno dell’abitazione di Nocera Superiore nel salernitano ed è stato trasportato all’ospedale di Nocera Inferiore. L’ex sindaco avrebbe ingerito una dose non terapeutica di farmaci.  

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 17, 2019 admin

52enne muore in ospedale, parenti assaltano reparto  

“Assalto” al reparto di Medicina d’urgenza dell’ospedale di Boscotrecase (Napoli) da parte di alcune decine di familiari e conoscenti di una paziente 52enne deceduta nel nosocomio. Poco dopo mezzogiorno, il gruppo di persone composto da donne e uomini ha sfogato la rabbia prendendosela con i medici e danneggiando il reparto. Due medici di turno hanno riportato lievi contusioni, mentre sono stati severamente danneggiati gli arredi e i macchinari.  

I carabinieri intervenuti su richiesta del personale medico hanno identificato due figli della donna: un 24enne che, nonostante la presenza dei militari, ha continuato a prendere a pugni il muro di una stanza e ha rovesciato a terra una scrivania e un 30enne sorpreso mentre rovesciava gli armadietti di una stanza riservata ai medici. I militari dell’Arma sono riusciti a riportare la situazione alla normalità. 

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 17, 2019 admin

Scacco al clan Sequino, 30 arresti  

I carabinieri del Comando provinciale di Napoli hanno arrestato circa 30 persone ritenute affiliate al clan camorristico dei Sequino, attivo nel Rione Sanità. Il clan Sequino è in contrasto con il clan dei Mazzarella per il predominio sugli affari illeciti nel territorio del Rione Sanità e spesso i suoi affiliati sono stati autori delle cosiddette ‘stese’, azioni intimidatorie che consistono in raid armati a bordo di scooter o moto con colpi di arma da fuoco esplosi in aria.  

Gli indagati sono stati raggiunti da due ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea e dovranno rispondere a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, porto abusivo di armi e spaccio di stupefacenti. Tutti i reati sono aggravati da finalità e metodo mafiosi. E’ stato accertato come la direzione dell’associazione sia sempre rimasta nella mani dei capi storici, Salvatore e Nicola Sequino, che diramavano ordini anche dal carcere approfittando dei colloqui. 

“I carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno arrestato una trentina di persone ritenute affiliate al clan camorristico dei Sequino. È una buona notizia, che fa cominciare bene la giornata. Grazie alle Forze dell’Ordine!” ha commentato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini.  

Il sindaco Luigi de Magistris si è congratulato “con i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli e con la Magistratura napoletana per l’esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare per fatti gravi di camorra eseguite questa mattina nel quartiere Sanità. Anche grazie a queste attività d’indagine la Sanità sarà progressivamente liberata dai tentativi del crimine di rallentare la rinascita di un quartiere dove la sua gente ha già scelto per la bellezza, lo sviluppo, la cultura e l’umanità”. 

 

 

0 0
CAMPANIA ULTIM'ORA feb 16, 2019 admin

Ucciso il boss Mariniello  

Omicidio ad Acerra, nel Napoletano. Vincenzo Mariniello, 46 anni, ritenuto a capo dell’omonimo clan camorristico attivo nella zona di Acerra, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in un agguato avvenuto in via Pietro Nenni. Mariniello è stato ucciso mentre si trovava in auto nel cortile della sua abitazione. L’uomo aveva diversi precedenti penali anche per associazione di tipo mafioso. Sull’agguato sono in corso indagini da parte dei carabinieri. 

L’omicidio è avvenuto a poche ore di distanza dall’agguato di ieri sera a Mugnano, dove un 63enne è stato ucciso in strada. L’uomo, che lavorava come venditore ambulante al mercato ittico e aveva piccoli precedenti lontani nel tempo, è stato avvicinato da un uomo che gli ha esploso contro un colpo di pistola, colpendolo alla testa.