mercoledì, 13 Marzo, 2024
14.1 C
Napoli

Antonella Di Massa, scomparsa a Ischia e trovata morta dopo 10 giorni: “Aveva reagito al terremoto e all’alluvione”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Dicono che non si perse d’animo Antonella Di Massa, quando il 21 agosto 2017 il terremoto fece tremare la casa in cui viveva con il marito, Domenico Raco, 55 anni, che lavora nell’Esercito, e le sue adorate figlie, Alessia e Flavia, 24 e 19 anni, che oggi la piangono, distrutte.

Via Monte della Misericordia, cuore di Casamicciola: qui, altro doloroso capitolo, il 26 novembre 2022 il fango scese giù violento lungo le pendici dell’Epomeo. Travolgendo anche la loro casa.

“Li aiutammo a togliere acqua e fango, lei era piena di energia”, raccontano gli amici. Chi ha vissuto a Casamicciola negli ultimi anni, non ha – del resto – grandi alternative alla resilienza. Un mistero avvolge la morte di Antonella Di Massa, 51 anni, ora che il ritrovamento del cadavere – a dieci giorni dalla sparizione, individuato da due inviati di “Chi l’ha visto?” – spegne le ultime, residue speranze che avevano alimentato appelli e ricerche, senza sosta, negli ultimi dieci giorni.

“Siamo in ansia, ti stiamo cercando. – era stato l’ultimo messaggio del marito – Anche se non vuoi tornare con noi, perché cerchi i tuoi spazi, facci sapere che stai bene. Ti aspettiamo a casa”.

A lui è toccato il doloroso atto del riconoscimento del corpo, oggi pomeriggio, nelle campagne di Succhivo, frazione di Serrara Fontana. “Riservata ed elegante, tranquilla e protettiva verso le figlie”, è il ricordo di Lucia. Sorride, Antonella, nella foto che ha fatto il giro d’Italia in questi giorni: ha gli occhiali, il giorno della scomparsa non li aveva con sé.

“La donna più buona che abbia mai conosciuto, altruista e semplice. Fragile, certo, un po’ fragile”, aggiunge un amico di famiglia.Casalinga, un passato da corista nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena, Antonella aveva in passato aiutato il padre nel fitto di alcuni appartamenti turistici, affiancava con appassionata dedizione i genitori anziani. Legatissima agli affetti, da sempre. Oggi qualcuno pone l’accento su acciacchi fisici e periodo di down emotivi. “Ma nulla che potesse far pensare a un gesto estremo”, racconta chi la conosce bene. Stamattina la figlia Alessia, che studia psicologia all’università Federico II di Napoli, aveva nuovamente rilanciato l’appello a riconoscerla sul suo profilo Instagram.

“La nostra comunità vive un’ulteriore prova, poiché piange ancora per i suoi figli”, dice don Gino Ballirano, parroco di Santa Maria Maddalena, già in prima linea nel conforto post-alluvione alle famiglie delle dodici vittime di Casamicciola. “Solare e gentile, discreta come tutta la sua famiglia, molto ben voluta dalla nostra comunità: la scomparsa e la morte di Antonella oscurano il cielo sul nostro paese, ci stringiamo attorno alla famiglia di Antonella, che con la sua semplicità e limpidezza di cuore è stata per tutti noi una stella nel firmamento di Casamicciola”.

E mentre gli inquirenti approfondiranno le modalità di una morte ancora piena di interrogativi, Ischia si stringe attorno ai familiari, colpita da un nuovo e inspiegabile lutto: l’isola, che pochi giorni aveva registrato il suicidio di un ragazzo di diciannove anni, non ne è immune.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2024/02/28/news/antonella_di_massa_scomparsa_morta_ischia-422224463/?rss

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi