giovedì, 6 Giugno, 2024
27.8 C
Napoli

Capri, a Villa Lysis la mostra “Jeunesse d’Amour” di Roberto di Alicudi

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Si inaugura sabato 8 alle 18 a Capri, “Jeunesse d’Amour”, personale di Roberto di Alicudi con la curatela di Valentina Rippa. Sarà la splendida Villa Lysis ad accogliere le opere e l’evento di apertura, in uno dei suoi ambienti più celebri (e tristi): la fumeria d’oppio nel piano seminterrato, dove il poetico e tormentato padrone, Jacques d’Adelsward Fersen, trovò la morte nel 1923.

Jeremy King
Jeremy King 

In programma, alle 19, un intervento site specific ideato dalla Compagnia Virgilio Sieni. Ci sarà la performance di danza contemporanea “Satiri”, con protagonisti lo stesso Sieni, con Maurizio Giunti, Jari Boldrini e la violoncellista Naomi Berrill.

L’evento, che richiama le voluttuose ed eccentriche performance ideate dallo stesso Fersen (soprattutto quelle estive, nella grotta di Matermania) “insiste sulla forza – come spiegano gli organizzatori – che ancora oggi produce l’antichità classica sull’uomo moderno, cinico e disorientato”.

Jeremy King
Jeremy King 

“Jeunesse d’Amour” si compone di un corpus di oltre cinquanta quadri divisi in due nuclei tematici che evidenziano la coerenza espressiva dell’artista, il suo interesse per l’anima dei luoghi, il mito, e l’amore incondizionato per Capri e la Sicilia.

Sebbene fortemente ispirata dalle suggestioni di Villa Lysis, una buona parte del corpus esposto è dedicato alle isole Eolie, patria d’adozione per di Alicudi. Le opere sono state ripartite attorno ai due tondi pittorici che ritraggono Capri, nelle sembianze di “Donna Capra”, e le Eolie raffigurate invece da “Donna Ericusa”.

Francesco Bencivenga
Francesco Bencivenga 

Un racconto visivo che accoglie molteplici storie sul Genius Loci, che hanno arricchito nel tempo l’immaginario dell’artista. Tassello dopo tassello, prende forma un mosaico colorato in cui si intrecciano da un lato leggende e personaggi a metà tra il sacro e il profano strettamente legati alla tradizione eoliana, dall’altro gli aneddoti frivoli della mondanità caprese insieme ai paesaggi iconici.

Ritroviamo così la Marchesa Casati Stampa con il fidato leopardo e un pavone blu, il sadico De Sade, la temeraria principessa Pignatelli nel severo costume rosso cupo e altri viveur dell’epoca. Matermania, i Faraglioni, la Torre dell’Orologio, il Bar Tiberio, Casa Malaparte, la Grotta Azzurra, Punta Tragara ed altri luoghi universalmente famosi che non potevano sfuggire alla virtuosità dell’artista.

Jeremy King
Jeremy King 

“Roberto di Alicudi – commenta la curatrice Rippa- predilige una simbologia allusiva ed ironica, rifacendosi ad uno stile pittorico buffonesco, reinterpretato nel gesto e nel pensiero, con una grazia antica.”

Jeremy King
Jeremy King 

La mostra si compone di dipinti di piccole dimensioni, caratterizzati da un particolare uso della luce e del colore ad olio, steso su vetri originali d’epoca. La tecnica con cui tutte le opere sono realizzate è l’arte dei Pincisanti, appresa nei borghi antichi della Sicilia: si parte da un dettaglio dipingendo ad olio su vetri antichi in maniera speculare rispetto alla resa che si vuole ottenere e si “scopre” il risultato soltanto a dipinto finito.

In esposizione anche una video installazione in cui è ripresa la performance realizzata dall’artista con la comunità di arcudari ispirandosi al “sentire collettivo” di cui Diefenbach sul finire dell’Ottocento fu il fautore nell’isola di Capri.

Con “Jeunesse d’Amour”, attraverso un continuo gioco di rimandi e di stratificazioni spazio temporali, Roberto di Alicudi restituisce l’emozione di paesaggi intimi e ricordi, la bellezza esplosiva della natura, le affinità tra un’isola e l’altra, e tutta la poesia del suo sguardo sul mondo, sempre in bilico tra sogno e magia.

La mostra ha il patrocinio della Città di Capri, del Fai Campania ed è stata realizzato grazie al contributo di Fondazione Ferrarelle, Supernova Stp Srl Benefit, ed al supporto di “Wine & the City”. Catalogo edito da “Editoriale Scientifica”, disponibile alla libreria “La Conchiglia Capri”. Foto di Jeremy King.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2024/06/05/news/capri_villa_lysis_arte_roberto_alicudi-423173937/?rss

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi