giovedì, 8 Febbraio, 2024
12.5 C
Napoli

Castellammare, militari della Capitaneria addestrati da medici a salvare le vite dei pazienti in mare

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Come fare se da una barca arriva una richiesta di aiuto per qualcuno colpito da un infarto in mezzo al mare. Pochi minuti possono fare la differenza. E da oggi sono 12 i militari addestrati per intervenire e salvare vite umane, se il passeggero di una barca è colto da malore.

Lo attesta anche un certificato ottenuto a conclusione di un corso dedicato agli uomini della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia. Si chiama B.L.S.D. (Basic Life Support With Defibrillation) il percorso organizzato dalla Capitaneria stabiese in collaborazione con il Corpo italiano di Soccorso Ordine di Malta. Un sos, lanciato da qualsiasi tratto della fascia costiera che d’estate è frequentatissima tra le penisola sorrentina e Capri, può richiedere un intervento da fare con velocità e competenza.

Si legge in una nota diffusa in giornata: “Il corso si inserisce nel contesto del consolidato rapporto di collaborazione esistente tra l’Autorità marittima ed il C.I.S.O.M. ed è stato rivolto a 12 militari della Guardia Costiera tra cui quelli imbarcati sulle unità navali”.

Acquisite informazioni ed esperienze di base per poche manovre di emergenza, ma indispensabili per tenere in vita un paziente in attesa di poterlo trasferire sulla terraferma e poi in ospedale. In particolare trasmesse dagli esperti le conoscenze specificamente dedicate all’uso del defibrillatore, che costituisce un approfondimento delle capacità di gestione del primo soccorso da parte dei militari della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia.

E risulta fondamentale per la gestione delle emergenze nella salvaguardia della vita umana in mare, che vedono coinvolto il personale imbarcato sui mezzi navali del Corpo. Al corso, condotto da dottori ed istruttori qualificati, ha fatto seguito un esame finale di abilitazione, che ha certificato l’acquisizione da parte dei militari partecipanti delle competenze necessarie nelle tecniche di sostegno di base alle funzioni vitali e di utilizzo del defibrillatore semiautomatico.

Al termine della giornata, il Comandante in seconda della Capitaneria di Porto stabiese, Capitano di Fregata Valerio Massimo Acanfora, ha voluto sottolineare come “la collaborazione tra pubbliche amministrazioni ed assetti di protezione civile sia assolutamente preziosa ai fini del conseguimento dei rispettivi obiettivi istituzionali così rilevanti per gli interessi pubblici e per la popolazione”.

Poi ha concluso: “Questo tipo di collaborazione è stata preziosa per consentire ai militari della Guardia Costiera di migliorare la propria professionalità nello svolgimento dell’attività di soccorso e a difesa della salute delle persone in mare”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2024/02/01/news/castellammare_militari_della_capitaneria_addestrati_da_medici_a_salvare_le_vite_dei_pazienti_in_mare-422036514/?rss

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi