mercoledì, 13 Marzo, 2024
14.1 C
Napoli

Circumvesuviana, lunedì nero con record di treni soppressi

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Tutti i treni cancellati. Sulla linea della Circumvesuviana che da Napoli porta a Torre Annunziata ieri è stata la giornata record di soppressioni. Più di una ventina. E, come spesso accade in Circum quanto per un guasto tecnico ci sono dei problemi su una linea, a catena hanno subito disagi di ritardi e carrozze affollate anche i viaggiatori diretti altrove, da Poggiomarino a Sorrento. Insomma se non si rischiasse di essere ripetitivi, e quando si parla della linea ferroviaria peggiore d’Italia per più anni consecutivi è difficile non esserlo, si dovrebbe dire che è stato un lunedì nero.

Certo un inizio settimana complicato per chi ha visto, uno dopo l’altro, sparire dal display nella stazione centrale di Piazza Garibaldi a Napoli tutti i treni per Torre Annunziata. A cominciare dalle sette di ieri mattina con studenti e lavoratori in attesa e fino a dopo le venti di ieri. Quando poi alle 21 a peggiorare la situazione è scattato anche lo stop alla linea per Sorrento, in questo caso una sospensione programmata per permettere lavori al tratto ferroviario di Pompei. E perciò chi doveva tornare a casa a Torre Annunziata è stato fatto scendere dal treno e ha trovato un autobus che da Pompei, passando per Castellammare, è arrivato a Sorrento.

“E’ stato un caos ieri mattina, non sono riuscita ad arrivare in tempo in classe dai miei alunni”, racconta una professoressa di Castellammare di Stabia che insegna a Portici. “E al ritorno non riuscivo ad entrare nel treno, troppa folla. Una giornata che non dimenticherò”, dice ripensando al suo viaggio che dovrebbe durare in tutto venti minuti. Per correre ai ripari Eav ha ripristinato sulla linea Napoli-Sorrento le fermate nelle città vesuviane che ormai non fa più dal tre luglio scorso. “Ma non è servito. E’ stata una giornata di pesanti disagi per tutti”, spiegano i portavoce dei pendolari. “La settimana per noi inizia nel peggiore dei modi”, dicono Enzo Ciniglio e Salvatore Ferraro che rappresentano due comitati di pendolari. E ormai tra tavoli, incontri ed esperienze negative di anni parlano da esperti. “Un guasto tecnico ha costretto Eav a fare effettuare alcune fermate ai direttissimi per Sorrento, lasciando comunque scoperte alcune fermate della linea di Torre Annunziata e dimezzando di fatto il servizio. I disagi si sono avvertiti da subito anche su tutte le altre linee, aggiungendo nuovi disservizi a quelli ormai cronici”.

Ma per i viaggiatori della Circum, abituati a stop improvvisi dei treni, a ritardi e attese di ore nelle stazioni, “non si contano più le ore sottratte alla vita quotidiana dei pendolari vesuviani, un giorno sì e l’altro pure”. Una situazione che non è destinata a migliorare a breve, visto il ritardo di sette o otto mesi nelle consegna dei nuovi treni, 100 in tutto, annunciato dal Presidente Eav, Umberto de Gregorio, e confermato dal governatore De Luca. Perciò si va verso la terza estate con migliaia di turisti che rischiano di restare bloccati sui binari, nonostante le richieste dei sindaci e degli operatori della penisola sorrentina e i tavoli in prefettura riconvocati alla vigilia della ripresa degli arrivi dei turisti stranieri prima di Pasqua. “Coscienti della mancanza di materiale rotabile e di un’infrastruttura fatiscente chiediamo da anni una migliore e più efficiente organizzazione dell’offerta, inascoltati” dicono rassegnati i pendolari.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2024/03/04/news/circumvesuviana_lunedi_nero_con_record_di_treni_soppressi-422251204/?rss

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi