lunedì, 25 Marzo, 2024
12.5 C
Napoli

Giornate Fai, 9 mila in fila solo a Napoli. Trionfo Molosiglio: secondo sito in Italia

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Buona anche la seconda. Per non dire ottima. Soltanto a Napoli, il weekend delle Giornate di primavera del Fai muove quasi novemila persone, che superano abbondantemente le diecimila se si contano tutti gli altri siti della regione. Sono stati quaranta i siti scelti in Campania per questa 32esima edizione, tra musei, siti archeologici, palazzi monumentali e luoghi istituzionali, solitamente preclusi ai visitatori.

Tutti letteralmente invasi. A trionfare ancora una volta è stata la Base della Marina militare al Molosiglio, guidata dal comandante Aniello Cuciniello: è il secondo sito più visitato d’Italia tra i 750 aperti, secondo solo all’Abbazia della Cervara a Santa Margherita Ligure.

Ben 3.100 persone hanno ammirato il molo San Vincenzo e il Piazzale delle armi, accodandosi fin dalla mattina, con file addirittura superiori a quelle registrate sabato.

- NAPOLI 24 MAR 2024 - Napoli Giornate di Primavera del FAI. Visita il Castel Capuano, uno dei più antichi della città di Napoli
– NAPOLI 24 MAR 2024 – Napoli Giornate di Primavera del FAI. Visita il Castel Capuano, uno dei più antichi della città di Napoli 

In questa due giorni si sono raggiunti 4.800 accessi, complice anche il successo della fiction tv “Mare fuori”, di cui il sito è location. Non a caso, tra le persone in attesa c’erano anche diversi turisti da fuori Napoli. I numeri favorevoli, assieme all’impegno costante del Fondo ambiente italiano nella valorizzazione dei monumenti, conferma ulteriormente la grande voglia di cultura che si registra da tempo in Italia e in Campania.

Basti anche soltanto dare uno sguardo ai numeri dei visitatori sempre più alti dei musei, che diventano molto alti durante le Domeniche gratuite del ministero della Cultura. Da qui la possibilità di un ulteriore passo avanti del Fai nell’acquisizione o affido di un bene in Campania, un luogo di storia e cultura, che potrebbe impegnarsi a recuperare e restituire alla comunità, gestendolo virtuosamente. Se ne è parlato anche al recente convegno della Fondazione, tenutosi a fine febbraio, con le rappresentanze di tutti i delegati nazionali.

- NAPOLI 24 MAR 2024 - Napoli Giornate di Primavera del FAI. visita spazi del Rettorato e l'Aula Magna storica.
– NAPOLI 24 MAR 2024 – Napoli Giornate di Primavera del FAI. visita spazi del Rettorato e l’Aula Magna storica.  

«Abbiamo un rapporto virtuoso e costante col Comune di Napoli – ha detto Michele Pontecorvo Ricciardi, presidente del Fai Campania – per muoverci in questo settore». Se la cosa andasse in porto (si conoscerà di più nelle prossime settimane) si tratterebbe del secondo Bene Fai Campania, in aggiunta alla splendida Baia di Ieranto, a Massa Lubrense, acquisita nel 1987, oggi eccellente polmone di verde, custode delle vecchie cave e di una spiaggia dalle acque cristalline. La gestione annuale costa al Fai 250 mila euro e dà lavoro a più persone.

Tornando al trionfo delle Giornate di primavera, si è registrato un exploit anche al Castel Capuano. «Non avevamo mai visto l’interno della fortezza – spiega Luca, studente 23enne di design – ieri sono stato con la mia ragazza al Molosiglio, oggi ero curioso di ammirare la sede del nostro ex tribunale». A fine giornata, si contano più di 2.400 ingressi.

A condurre i tour, come sempre, sono volontari e giovani “Apprendisti Ciceroni”, studenti appositamente formati per l’occasione. «Non avevamo mai raggiunto una cifra simile, siamo molto felici» afferma Aldo De Chiara, magistrato e presidente della fondazione Castel Capuano che ha promosso gli itinerari col Fai. Sold Out, come sempre, Villa Roesebery, presidenza partenopea del presidente della Repubblica con biglietti contingentati per motivi di sicurezza (330 prenotazioni). Gongola anche la Federico II. Le “Giornate” fanno da cassa di risonanza alle celebrazioni per gli 800 anni dalla fondazione dell’ateneo. Ieri, ad ammirare l’aula magna e gli ambienti eccezionalmente aperti del Senato accademico c’era anche il rettore Matteo Lorito. «Siamo felicissimi del risultato – dichiara – ben oltre le aspettative. Abbiamo registrato file al nostro rettorato, sopratuttto di studenti desiderosi di vedere le nostre stanze storiche». Lorito sottolinea l’importanza dell’anniversario, ricordando anche i prossimi appuntamenti delle iniziative federiciane: «Dopo il successo del professor Barbero al San Carlo, a giugno ospiteremo Alberto Angela e un grande villaggio dell’università sul lungomare».

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2024/03/25/news/giornate_fai_napoli_molosiglio_capuano_campania-422365639/?rss

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi