venerdì, 7 Giugno, 2024
21.6 C
Napoli

La Casa delle Tecnologie Emergenti di Napoli Infiniti Mondi partecipa alla prima tappa dell’Innovation Roadshow a Bologna

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Contenuto della Pagina

CTE Napoli Infiniti Mondi partecipa all’Innovation Roadshow di Bologna
La Casa delle Tecnologie Emergenti di Napoli Infiniti Mondi partecipa alla prima tappa dell’Innovation Roadshow a Bologna, in programma presso l’Opificio Golinelli il 14 e il 15 marzo.

E’ la seconda edizione dell’evento che il Ministero per le Imprese e il Made in Italy promuove, in collaborazione con Invitalia, per condividere le più recenti innovazioni nel campo della tecnologia e della cultura nelle città che ospitano le Case delle Tecnologie Emergenti (seguiranno Campobasso, Taranto, Cagliari, Napoli, Pesaro e Genova). 
Sul tema IoT e industria 4.0 si confronteranno imprese, investitori, startup e attori dell’innovazione che avranno l’opportunità di mostrare le sperimentazioni condotte ed alcuni dei risultati ottenuti. 

Con il progetto “Infiniti Mondi – Napoli innovation city”, finanziato dal Mimit per circa 15 milioni di euro nell’ambito del bando CTE per il supporto al 5G, il Comune di Napoli è capofila di un partenariato che coniuga le competenze scientifiche di università e centri di ricerca e innovazione con le esigenze delle imprese.

Cinque laboratori avanzati – attivi presso il Real Albergo dei Poveri e l’ex scuola “Giotto-Monti” a San Giovanni a Teduccio – operano a supporto di progetti di ricerca e sperimentazione nel campo delle tecnologie emergenti. 

Al roadshow di Bologna, Napoli Infiniti Mondi sarà presente con le attività del Laboratorio Web3, sulla valorizzazione e accessibilità dei beni culturali attraverso tecnologie avanzate di scansione e stampa 3D, e di quello Metaverso, un’esperienza unica di fruizione tecnologica basata su quattro “isole esperienziali”.

Nell’area Expo, in particolare, si potrà osservare la riproduzione realizzata con stampante 3D, in scala 1:10, della porta di bronzo del Duomo di Benevento, di un affresco di San Gennaro e della maschera funeraria di Vanvitelli, oltre ad uno scanner portatile utilizzato per digitalizzare in 3D le opere d’arte. 
Attraverso l’ausilio di alcuni visori, inoltre, sarà possibile assistere ad una simulazione 3D di un’esperienza di remote assistance applicata al restauro con dispositivi wearable XR e alla presentazione del modello digitale tridimensionale del Real Albergo dei Poveri e del Pantheon.
Sono partner della CTE di Napoli Infiniti Mondi le Università di Napoli Federico II e L’Orientale, l’Accademia di Belle Arti, il Centro d’innovazione digitale Cefriel del Politecnico di Milano, i centri di ricerca e innovazione MedITech 4.0, Cnr – Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale e CeRICT Scarl, e imprese innovative come Tim, Spicy e One More Pictures.

Fonte: https://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/51097

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi