venerdì, 7 Giugno, 2024
20.1 C
Napoli

Mann, pronto il bando per il nuovo direttore

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Conto alla rovescia per il bando per la direzione del Museo archeologico nazionale di Napoli. La pubblicazione è prevista entro il mese di aprile, o al massimo ai primi di maggio. Il che consentirà di svolgere la selezioni dei candidati (prima l’individuazione di una rosa di 10 nomi, poi la terna finale) entro l’autunno e giungere al decreto di nomina a firma del ministro Gennaro Sangiuliano tra ottobre e novembre.

Dunque entro l’anno si chiuderà l’interim di Massimo Osanna che guida l’Archeologico (tra le iniziative si ricorda la mostra sui Bronzi di San Casciano dei Bagni) da quando Paolo Giulierini ha concluso (era il novembre 2023) il suo secondo mandato.

Ed è proprio l’archeologo toscano uno dei più accreditati, possibili candidati destinati a dirigere il Mann nella nuova veste di museo di prima fascia. Proprio il via libera della Corte dei conti al Dpcm di riorganizzazione del ministero della Cultura sblocca l’impasse della ricandidatura di Giulierini a Napoli.

Il passaggio del Mann da museo di “livello dirigenziale non generale” nella lista dei 14 musei di prima fascia (ovvero di “livello dirigenziale generale”) è uno degli effetti della nuova organizzazione del Collegio romano: come per il Parco archeologico di Pompei, Capodimonte e la Reggia di Caserta la nomina del direttore del Mann spetta ora al ministro della Cultura (e non più al direttore generali Musei) sulla base della terna di nomi indicata dalla commissione di concorso. Il ministero cambia organizzazione. Non ci sarà più un segretario generale ma quattro dipartimenti: amministrazione generale; tutela del patrimonio culturale; valorizzazione del patrimonio culturale; attività culturali. I musei rientrano così da ora nel dipartimento valorizzazione.

Per completare il quadro della situazione in Campania, restano da nominare i direttori di due nuovi musei autonomi: il Polo museale del Vomero (che comprende Certosa di San Martino, Castel Sant’Elmo e Museo Duca di Martina di Villa Floridiana) e il Polo museale di Capri. Se in questi ultimi due casi la soluzione non dovesse venire dall’immissione in servizio dei nuovi dirigenti, entro i prossimi trenta giorni nel bando che sarà pubblicato per il Mann (e non solo) saranno inseriti anche il Polo del Vomero e i Musei di Capri se non assegnati. Entro l’anno, dunque, dovrebbe definirsi il quadro della guida dei musei napoletani, al netto del definitivo chiarimento della situazione di Capodimonte. Il sindaco Manfredi ha auspicato «che tutti i musei napoletani abbiano al più presto possibile i loro direttori» e annunciato l’idea di «una navetta Anm che colleghi il centro con il Mann e il Museo di Capodimonte».

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2024/04/04/news/mann_nuovo_direttore_bando-422419134/?rss

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi