venerdì, 3 Maggio, 2024
16.5 C
Napoli

4 visite guidate a Napoli: cosa fare nel weekend dal 11 al 14 maggio 2023

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Sempre tante visite guidate a Napoli e in tutta la Campania con eventi sempre interessanti, per scoprire, assieme ad esperti e guide, i luoghi più belli della nostra terra.

 Include contenuto sponsorizzato

Anche per questo weekend dal 11 al 14 maggio 2023, ci saranno delle belle visite guidate nei luoghi più belli di Napoli e della Campania, con passeggiate guidate che ci faranno conoscere i posti più particolari e straordinari della città e dei suoi magnifici dintorni.

Gli eventi sono proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra.

Chiedete sempre informazioni sulle misure specifiche che verranno applicate per rispettare le normative per l’emergenza e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti

Tutti i giorni – Il percorso sotterraneo del LAPIS Museum: un’esperienza da non perdere

Ph Lapis Museum

Contenuto sponsorizzato

Per gli appassionati di storia che vogliono scoprire un luogo unico nel suo genere, il percorso sotterraneo della Basilica della Pietrasanta, oggi LAPIS Museum, è di certo l’esperienza da non perdere. Situato nel cuore del centro storico di Napoli, il Complesso, secondo alcuni studi, sorge sui resti dell’antico tempio della dea Diana. Aperto al pubblico dal 2018 è solo a partire dal 2020 che assume la forma con cui oggi lo conosciamo, ospitando a 40 metri di profondità il Museo dell’Acqua e il cosiddetto Decumano Sommerso. Due parti di un unico itinerario che comprendono le antiche cisterne greco-romane, valorizzate da luci e colori, e la parte dell’acquedotto riutilizzata come ricovero antiaereo nel corso della Seconda guerra mondiale. Ad arricchire ulteriormente l’esperienza di visita alcune installazioni multimediali che creano un’atmosfera affascinante. I visitatori infatti qui possono ammirare una bellissima luna piena, memore della dea della luna Diana e delle origini pagane del Complesso, ma anche gli ologrammi di Gennaro e Michela, che simpaticamente rievocano la vita negli anni ’40 in una scena eduardiana, concludendo infine la visita con la Sala dei bombardamenti, riambientazione immersiva dei momenti vissuti da Napoli nel corso della grande guerra. Il percorso sotterraneo è aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 20.00 con quattro turni di visite accompagnate: 10.30 – 12.30 – 16.30 – 18.30. Facilissime le modalità di prenotazione attraverso il numero di telefono 08119230565 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 14.00, ma sempre attivo con il servizio di messaggi WhatsApp, oppure via mail all’indirizzo info@lapismuseum.com indicando un nominativo di riferimento, il numero di persone, il giorno e l’ora di preferenza e pagando poi direttamente in cassa. Per chi invece preferisce acquistare il proprio biglietto direttamente on-line può farlo all’indirizzo 

Le visite sono a cura di Lapis Museum a cui si potranno chiedere tutte le informazioni.

  • Appuntamento: tutti i giorni – aperto dalle 10.00 alle 20.00, i turni di visita accompagnati sono quattro: 10.30 – 12.30 – 16.30 – 18.30. durante i quali è possibile ammirare e scoprire una Napoli inedita e sorprendente. per il weekend, festivi e ponti è raccomandata la prenotazione.
  • Contributo: Visita normale con Ticket intero 10 euro x visita accompagnata in gruppo. Possibili sconti famiglia, gruppi e altre riduzioni.
  • OrganizzazioneLapis Museum Prenotazione consigliata – Consigliate scarpe comode e un coprispalle per le cavità – info e prenotazioni +39 081 192 30 565 – dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 14.00 (servizio WhatsApp sul numero sempre attivo) prenotazioni anche via mail indicando nome, il numero di persone, il giorno e l’orario di preferenza.info@lapismuseum.com Lapis Museum sito ufficiale    
  • Maggiori Informazioni:  Museo dell’Acqua e Decumano sotterraneo

Sabato 13 maggio – I cortili nascosti del Petraio: tour + aperitivo in giardino

© Napoli da Vivere

Un tour meraviglioso lungo uno dei percorsi di trekking urbano oramai più noti della città: le rampe del Petraio. Addovà Tour decide di accompagnarvi alla scoperta dei cinquecentotre gradini che compongono il “Petraio”, approfittando dell’occasione per sbirciare dentro i cortili nascosti disseminati lungo il percorso, per essere accolti da chi vive questo posto unico tutti i giorni. Così tra “vasci ”colorati, ampi slarghi, palazzine in stile liberty e panorami mozzafiato, ci ritroveremo all’interno di un giardino panoramico, dove potremo sostare per un aperitivo della casa a base di: -grissini, tatallini, noccioline, patatine -piatto di salumi e formaggi-Olive bianche-Succhi di frutta- Pepsi-Acqua liscia e gassata. E dopo, in una dolce discesa lenta e rilassate, raggiungeremo il Corso Vittorio Emanuele prima, e infine il ponte di Chiaia (adiacenze piazza Plebiscito). Si consigliano scarpe comode.

La visita è curata dall’Associazione Addovà Tour cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: sabato 13 maggio alle ore 10,00 al Vomero all’esterno della funicolare di Montesanto, stazione di Via Morghen. La passeggiata inizierà alle 10:30
  • Contributo: Contributo a persona per la visita guidata (aperitivo incluso)- intero – 16 € a persona, junior (da 8 a 12 anni ) – 12 €, (fino a 7 anni gratis)
  • OrganizzazioneAddovà Tour obbligatoria la prenotazione – Puoi chiamare, inviare un sms / whatsapp al numero: 3711300813 – e’ possibile prenotare dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00
  • Maggiori Informazioni e prenotazione obbligatoria Associazione Addovà Tour

Domenica 14 maggio – La straordinaria Chiesa di San Giovanni a Carbonara

Nel centro di Napoli la chiesa di San Giovanni a Carbonara è uno dei migliori esempi di architettura gotica in città. Dietro una facciata semplice e austera, si celano un numero impressionante di opere d’arte di epoca rinascimentale. L’interno è dominato dal monumento funebre a re Ladislao di Durazzo, un mausoleo scenografico e spettacolare tardo-gotico sviluppato su tre livelli. Alle sue spalle c’è la Cappella Caracciolo del Sole con il monumento di Sergianni Caracciolo, grande siniscalco e amante della regina Giovanna. Qui è possibile ammirare gli affreschi con Storie eremitiche e Storie mariane databili alla metà del XV secolo e il pavimento con mattonelle maiolicate del XV secolo.

La visita è curata dall’Associazione Heart of the city cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: domenica 14 maggio ore 10:45 – Durata: 1,30h circa
  • Contributo: 10€ a persona (ridotto junior 3€ da 8 a 11 anni / 5€ da 12 a 17 anni / fino a 7 anni gratis) tour adatto a tutte le età – visita guidata con Guida Abilitata – visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida
  • OrganizzazioneHeart of the city obbligatoria la prenotazione – email: info@heartofthecity.it – telefono/sms/whatsapp: 3770994320 –
  • Maggiori Informazioni e prenotazione obbligatoria – Associazione Heart of the city

Aperta tutti i giorni – La Chiesa di Santa Luciella ai Librai quella del teschio con le orecchie 

Santa Luciella è una piccola chiesa nel cuore del centro antico di Napoli, situata nel vicolo di Santa Luciella che collega San Biagio dei Librai a San Gregorio Armeno. La chiesa fu fondata poco prima del 1327 da Bartolomeo di Capua, giureconsulto e consigliere politico di Carlo II d’Angiò e di Roberto I nonché committente di alcuni importanti portali gotici per S. Lorenzo Maggiore e S. Domenico Maggiore e fondatore nel 1314 della chiesa di San Maria di Montevergine. Presa poi in custodia dai pipernieri, antichi artisti che scolpivano le pietre dure con scalpello e martello, e temendo che le schegge, schizzando dalla pietra, potessero conficcarsi negli occhi, iniziarono a venerare Santa Lucia, la protettrice della vista, decidendo, dunque, di dedicarle questo luogo. Nel 18°sec fu oggetto di un sostanziale rimaneggiamento e nel 1748 divenne sede dell’Arciconfraternita dell’Immacolata Concezione SS. Gioacchino e Carlo Borromeo. Nei sotterranei della Chiesa é conservato il famoso teschio con le orecchie, simbolo del culto delle anime del purgatorio a Napoli. Santa Luciella, abbandonata da più di 30 anni, è stata riaperta grazie alla tenacia ed al lavoro dell’Associazione Respiriamo Arte nel 2019. Dal 28 Aprile Al 4 Giugno visitabile anche la mostra Di Immagini Sacre – Santi, Santini e Anime del PurgatoriO

La visita è a cura dell’Associazione Respiriamo Arte a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

  • Appuntamento: – La chiesa è visitabile tutti i giorni dalle 10:30 alle 18:00 in vico Santa Luciella 5 Napoli (strada che collega San Biagio dei Librai a San Gregorio Armeno.)
  • Contributo: visita accompagnata 6 euro
  • OrganizzazioneAssociazione Respiriamo Arte – Info respiriamoarte@gmail.com / 3314209045
  • Maggiori Informazioni Pagina ufficiale 

© Napoli da Vivere 2023 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

 

Fonte: https://www.napolidavivere.it/2023/05/11/4-visite-guidate-a-napoli-cosa-fare-nel-weekend-dal-11-al-14-maggio-2023/

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi