mercoledì, 13 Marzo, 2024
14.1 C
Napoli

4 visite guidate a Napoli: cosa fare nel weekend dal 29 febbraio al 3 marzo 2024

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Sempre tante visite guidate a Napoli e in tutta la Campania con eventi sempre interessanti, per scoprire, assieme ad esperti e guide, i luoghi più belli della nostra terra.

Include contenuto sponsorizzato #adv

Anche per questo weekend dal 29 febbraio al 3 marzo 2024,  ci saranno delle belle visite guidate nei luoghi più belli di Napoli e della Campania, con passeggiate guidate che ci faranno conoscere i posti più particolari e straordinari della città e dei suoi magnifici dintorni. Gli eventi sono proposti da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra. Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti

Tutti i giorni – il percorso sotterraneo della Basilica della Pietrasanta con il Decumano Sommerso nel centro di Napoli

Ph Lapis Museum

Contenuto sponsorizzato #adv

Giornate di pioggia che si alternano alle prime temperature squisitamente primaverili. Con qualsiasi condizione metereologica, il percorso sotterraneo della Basilica della Pietrasanta, oggi nota come LAPIS Museum, è la meta perfetta se sei a Napoli. Storia, arte, scienza. Un itinerario unico nel suo genere, che racconta le vicende della città e le meraviglie sotterranee che ancora nasconde nel cuore dell’antica Neapolis. Cuore pulsante è il Museo dell’Acqua, suggestiva parte dell’acquedotto greco-romano, che offre una visita interattiva ed emozionante, grazie all’uso di luci e tecnologie che creano un’atmosfera unica e suggestiva. Il percorso prosegue lungo il Decumano Sommerso arricchito da sorprendenti installazioni multimediali: dalla Sala della Luna, con una bellissima luna piena, memore del Tempio di Diana sui cui resti, secondo alcuni studi, sarebbe stata costruita l’odierna basilica, alla Sala dei racconti, dove gli ologrammi di Gennaro e Michela raccontano la vita negli anni ’40, fino alla Sala dei bombardamenti, riambientazione immersiva dei momenti vissuti dalla città, che si chiude con un bellissimo messaggio di pace e speranza. La visita guidata dallo staff ha una durata di 75 minuti circa e racconta la storia di Napoli, spiegando cosa hanno significato questi luoghi per la città e per la sua sopravvivenza nel corso dei secoli. Attraverso cunicoli e cavità è possibile ammirare la bellezza delle cisterne greco-romane e delle grotte di tufo cavate dai greci più di 2000 anni fa, inglobate poi dai romani nell’acquedotto che alimentava la città. Un’esperienza da vivere da soli o in compagnia, apprezzata e fruita da residenti e turisti. Il LAPIS Museum è aperto tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 20.00 con sei turni di visite guidate in settimana: 10.30 – 12.30 – 13.30 – 15.30 – 16.30 – 18.30; e cinque turni di visita nel fine settimana: 10.30 – 12.30 – 14.30 – 16.30 – 18.30. Per prenotare basta chiamare il numero 08119230565 tutti i giorni dalle 10.00 alle 14.00, ma sempre attivo con il servizio di messaggi WhatsApp, oppure basta inviare una mail a info@lapismuseum.com indicando il proprio nome, numero di persone, giorno e orario desiderati. E per chi desidera acquistare direttamente il proprio biglietto può farlo direttamente sul sito ufficiale 

Le visite sono a cura di Lapis Museum a cui si potranno chiedere tutte le informazioni.

  • Appuntamento: tutti i giorni – aperto dalle 10.00 alle 20.00, visite guidate 10.30 – 12.30 – 13.30 – 15.30 – 16.30 – 18.30. Nel fine settimana 10.30 – 12.30 – 14,30 -16.30 – 18.30. Per il weekend, festivi e ponti è raccomandata la prenotazione.
  • Contributo: Visita normale con Ticket intero 10 euro per visita accompagnata in gruppo. Possibili sconti famiglia, gruppi e altre riduzioni.
  • OrganizzazioneLapis Museum Prenotazione consigliata – Consigliate scarpe comode e un coprispalle per le cavità – info e prenotazioni +39 081 192 30 565– dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 14.00 (servizio WhatsApp sul numero sempre attivo) prenotazioni anche via mail indicando nome, il numero di persone, il giorno e l’orario di preferenza.info@lapismuseum.com Lapis Museum sito ufficiale    
  • Maggiori Informazioni:  Museo dell’Acqua e Decumano sotterraneo

Sabato 2 marzo – Nel “pantheon” degli ultimi Angioini: Chiesa di San Giovanni a Carbonara

Terminati i restauri si potrà ammirare in tutto il suo splendore la Chiesa di San Giovanni a Carbonara, che fu edificata con l’annesso convento nel 1343 e completata nel 1418 per volontà di re Ladislao, figlio di Carlo III d’Angiò, divenendo il “pantheon” degli ultimi Angioini.  Inquadrata successivamente dallo scenografico scalone di Ferdinando Sanfelice, la Chiesa custodisce, tra le altre straordinarie opere, l’imponente Mausoleo di Ladislao di Durazzo, le Storie della Vita della Vergine, affrescate da Leonardo di Besozzo, noto per il suo originalissimo stile tardo-gotico, una Crocifissione di Giorgio Vasari.

  • Appuntamento: – ore 10,30 ingresso Chiesa via Carbonara 4 – inizio ore 11,00, termine ore 12,30-12,45 circa
  • Contributo: 14 euro a persona. Previsto libero contributo per manutenzione alla Chiesa
  • OrganizzazioneMegaride Art – Prenotazione obbligatoria nella pagina dell’evento
  • Maggiori Informazioni:  Pagina ufficiale Megaride Art

Domenica 3 marzo –  Passeggiata panoramica nella Vigna di San Martino

© Napoli da Vivere

Eco-escursione alla Vigna di San Martino, Centro per la Cultura Ecologica. Ai piedi della Certosa vi è il secondo Vigneto Urbano più grande d’Europa, una bellissima passeggiata con panorama su tutta la città di Napoli, un’oasi verde da percorrere a passo lento per rivivere la quiete dei Certosini.All’interno, da circa 10 anni, l’ A.P.S. “Piedi per la terra” ha costituito il Centro per la Cultura Ecologica, un nuovo punto di vista per passare alla consapevolezza di sentirsi parte della Natura e del Pianeta. Al termine della passeggiata sarà offerto un aperitivo di benvenuto e ospitalità. Per i bambini fino a 9 anni consigliamo un merenda da consumare durante l’aperitivo. L’escursione facile per una Lunghezza di circa 2,5 km e dura circa 3 ore. Consigliate scarpe da trekking o da ginnastica con suola scolpita. Evento indicato per le famiglie. La passeggiata ha inizio e fine a corso Vittorio Emanuele 340.

La visita è curata dall’Associazione Trentaremi cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

Sabato 2 marzo – Lux in Fundo tour tra le bellezze artistiche e i tesori da scoprire della Sanità

Ph Lory Baldissara

LUX in Fundo è un nuovo itinerario guidato tra le bellezze artistiche e i tesori ancora da scoprire del Rione Sanità. Un vero e proprio faro di speranza che, attraverso l’arte del passato e quella del presente, illumina i vicoli più nascosti dello storico quartiere. Un’esperienza coinvolgente che mostra attraverso nuovi luoghi e nuove storie come l’arte può essere uno strumento capace di generare cambiamento e innovazione. Una chiesa blu ridipinta con venti tonalità di azzurro, una cappella barocca e un blocco di marmo che prende forma dando vita ai sogni dello scultore Jago, sono solo alcune delle meraviglie che visiterai partecipando al tour. Le Tappe del tour Lux in Fundo sono: Chiesa di Sant’Aspreno ai Crociferi – Jago Museum – Borgo dei Vergini – Palazzo dello Spagnuolo – Chiesa dei Cristallini – Basilica di San Severo fuori le mura – Figlio Velato di Jago – Cappella dei Bianchi – Piazza Sanità – Murales “Luce” Il tour è in programma ogni sabato pomeriggio ..

La visita è a cura di Catacombe di Napoli a cui si potranno chiedere tutte le informazioni sull’evento.

© Napoli da Vivere 2024 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

Fonte: https://www.napolidavivere.it/2024/02/29/4-visite-guidate-a-napoli-cosa-fare-nel-weekend-dal-29-febbraio-al-3-marzo-2024/

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi