sabato, 23 Marzo, 2024
18 C
Napoli

CTE Napoli Infiniti Mondi: competence tech transfer, chiave per la competitività delle imprese

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Contenuto della Pagina

loghi

Webinar martedì 26 marzo 2024, dalle ore 16.00 alle 17.00

Tecnologie
e creatività, un binomio sempre più al centro dell’attenzione. Una dibattito che passa per l’attualissima discussione sull’impatto dell’intelligenza
artificiale e che lo supera guardando alle trasformazioni e alla opportunità
aperte per le industrie e le professioni creative e culturali.

immagine
La CTE Napoli Infiniti Mondi contribuisce a realizzare nella Città Metropolitana di Napoli un ecosistema
aperto all’innovazione: ha tra i suoi obiettivi l’upskilling e il reskilling di
competenze in grado di promuovere l’innovazione e di supportare la domanda di
professionalità, sia attuale che futura, da parte del settore imprenditoriale e
del mondo della ricerca legato al mondo dell’industria culturale e creativa.
L’obiettivo è dotare le
professionalità del settore delle competenze necessarie per progettare,
sviluppare e gestire esperienze digitali in contesti culturali e creativi,
valorizzando tecnologie e tecniche di gaming/gamification, di AR/VR/XR e del
WEB3.
Fra le più recenti iniziative realizzate da Infiniti Mondi, c’è il
programma COMPETENCE TECH TRANSFER, ciclo di corsi dedicati al trasferimento di
competenze tecnologiche completamente gratuiti per le PMI e le Start-up. 
Il programma sarà presentato in un webinar il prossimo 26 marzo 2024, durante il quale saranno illustrate tutte le attività di “Infiniti Mondi:
Competence TECH Transfer
” e sarà possibile entrare in contatto con un
ecosistema di professionisti e imprese capaci di creare valore a partire da
asset digitalizzati.


Le figure in uscita di ispirazione
sono:

Creative
Manager
: coniuga competenze di tipo manageriale (management, design, analysis,
marketing) con competenze più generali di tipo digitale per cercare soluzioni
multi-disciplinari in situazioni dove è richiesto di combinare la creatività
artistica e gli aspetti tecnico-scientifici. Si occupa dello sviluppo di una
visione di business/strategica di progetti di natura digitale e multimediale
per le industrie creative e culturali, ha capacità di progettare soluzioni
anche gamificate e personalizzate per diversi target, settori applicativi e
contesti d’uso, seguendo una pipeline di lavoro standardizzata che va dalla
definizione degli obiettivi di R&S e/o marketing, sino alla valutazione
dell’impatto sociale ed economico delle medesime soluzioni sul pubblico di
riferimento e sui mercati.

Multimedia
Integrator
: sviluppa competenze di carattere tecnico-informatico nella gestione
di soluzioni multimediali che si basano su tecniche di gamification con
particolare attenzione a grafica e design, applicati a contesti come
l’educational, l’arte, la cultura, il turismo, l’industria del divertimento. Le due figure professionali hanno
impatto anche su diversi settori industriali, dove il coinvolgimento e
l’influenza dei comportamenti degli utenti / consumatori sia rilevante, tra cui
ad esempio il turismo e l’ospitalità.

Il catalogo dei corsi è studiato in
modo tale da approfondire una o più competenze relative a queste figure
professionali, che vanno considerate solo come esempi. Il
corpus della proposta di competence tech transfer comprende corsi di livello
base e avanzato, nell’ambito del quale le imprese possono scegliere diverse
aree di interesse per le proprie esigenze di upskilling e reskilling.

Le aree tematiche o “moduli” dei corsi
sono:

–     DIGITAL
BUSINESS:
offre la possibilità di esplorare i vantaggi competitivi forniti
dalla trasformazione digitale per abilitare nuovi modelli di business. Nello
specifico, offre la comprensione di modelli e strategie di innovazione, nuovi
approcci di business basati sull’innovazione digitale, metodologie per la
creazione di relazioni focalizzate sullo scambio di dati con altre aziende e
l’adozione di modelli di economia circolare.
Particolare attenzione è dedicata
all’applicazione di strategie e modelli di business digitali nel contesto delle
industrie culturali e creative. ·

–     DIGITAL
TECHNOLOGIES:
offre l’opportunità di approfondire la comprensione delle
potenzialità fornite da specifiche tecnologie digitali, mirate a promuovere il
miglioramento di prodotti, processi e servizi. In particolare, si ha modo di
esplorare le dinamiche di funzionamento dei sistemi IoT, della realtà aumentata
e virtuale, delle blockchain, dei digital twin, del metaverso, dei sistemi di
cybersecurity. Un focus specifico viene dedicato all’applicazione alle
industrie culturali e creative di alcune tecnologie digitali che risultano
abilitanti per soddisfare il crescente bisogno di coinvolgimento e motivazione
degli utenti/consumatori.

–   
WORLD
OF DATA:
offre la possibilità di apprendere le modalità per analizzare,
visualizzare e utilizzare i dati per prendere decisioni efficaci e creare
efficienza nei processi e valore per il business. In particolare, si possono
comprendere le opportunità offerte dall’elaborazione dei dati grazie
all’artificial intelligence e al machine learning, e dalla migliore
visualizzazione e narrazione dei dati ai fini del marketing e della
comunicazione. Un focus specifico viene dedicato all’applicazione alle industrie
culturali e creative delle modalità di valorizzazione dei dati.

–     METHODOLOGIES:
offre la possibilità di acquisire nuove capacità e metodologie di lavoro e
collaborazione adatte ad un contesto digitale. In particolare, si possono
conoscere e sperimentare i metodi di gestione dei progetti sia tradizionali che
agili, e le tecniche per progettare servizi ed esperienze di valore per i
clienti rispettando i requisiti di usabilità e accessibilità. Un focus
specifico viene dedicato all’applicazione alle industrie culturali e creative
delle tecniche di project management, storytelling, e gamification.

Programma dell’iniziativa

Saluti istituzionali
Maria Grazia Falciatore, Capo di Gabinetto del Comune di Napoli

La CTE: obiettivi, funzioni e impatto atteso
Angelo Giuliana, Direttore del MedITech Competence Center

Modera:
Carmine Maffei, Chief Innovation Officer del MedITech Competence Center

Approfondiscono:

Scenario delle Industrie Culturali e Creative,
esigenze e legami con il territorio

Giuseppina Caliento, Responsabile Area Formazione del MedITech Competence
Center

Le competenze e i laboratori per l’offerta di
Trasferimento delle Competenze Tecnologiche

Alfonsina Pagano, Tecnologa dell’Istituto di Scienze del Patrimonio
Culturale del CNR

Il programma di Trasferimento delle Competenze Tecnologiche

Roberta Morici, Responsabile Servizi Formazione di Cefriel

Le modalità di iscrizione ed erogazione dei
corsi e lo sviluppo futuro del programma
Carmine Maffei, Chief
Innovation Officer del MedITech Competence Center

Fonte: https://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/51148

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi